Bicicletta da passeggio: city bike

Bicicletta da passeggio, city bike: non la sottovalutare, può filare che è una meraviglia
(Foto di Daria Obymaha da Pexels
)

Bicicletta da passeggio, si identifica con quella che viene chiamata city bike: non la sottovalutare, può filare che è una meraviglia.


La bicicletta è senza ombra di dubbio uno dei veicoli più ecologici, e che meglio possono contribuire a mantenere bene il fisico, grazie a un sano movimento.
Pedalare è, da quando la bicicletta è stata creata, uno dei movimenti più praticati anche nel fitness, tant'è che sono state realizzate specifiche biciclette da camera espressamente realizzate per allenamenti mirati, come le cyclette e le spin bike.

Tipi di bicicletta da passeggio

I modelli e le tipologie specifiche di biciclette, hanno raggiunto un'evoluzione, mai terminata, davvero invidiabile.

Molto belle, e di grande qualità per i più esigenti, sono oggi disponibili anche a prezzi abbordabili, fino a qualche decina di anni or sono, non era così economico puntare su mezzi piuttosto avanzati dal punto di vista tecnologico.

Di conseguenza, il livello medio del mezzo, anche per quanto riguarda i modelli con minori esigenze, si è alzato parecchio; trovare oggi buone, ottime biciclette a prezzi abbordabili, è molto più semplice.

La bici da donna

Nel collettivo, la bici da donna è quella senza la canna orizzontale, sebbene utilizzata praticamente da tutti, soprattutto negli spostamenti di breve'media distanza.

Ancora oggi, per me è emozionante vedere persone oltre i 70 e anche gli 80 anni, che fanno tragitti di tutto rispetto con la loro vecchia bicicletta; da donna, e anche le biciclette da uomo, con la canna orizzontale dalla sella al manubrio, quest'ultimo con le impugnature piegate diritte verso l'interno.

Ogni Paese ha il suo stile

Ogni Paese, ha poi il suo stile, anche per quanto riguarda le biciclette; se quelle sportive come le bici da corsa, le mountain bike, le BMX (Bicycle Motocross), etc. hanno uno stile uniformato, in quanto rispettano determinati parametri anche quando non sono modelli esplicitamente competitivi, le biciclette da passeggio hanno uno stile ben preciso, secondo le caratteristiche di design di ciascun Paese.

Questo per le biciclette cosiddette “da città”, city bike. Il telaio in acciaio è quello più utilizzato nei modelli più economici, per andare poi su materiali come alluminio, titanio, fibra di carbonio per i modelli più specifici, che offrono maggiori prestazioni, se non quando esplicitamente biciclette da competizione.

La personalizzazione del mezzo

Le bicicletta da corsa, le mountain bike, le BMX, inevitabilmente devono risultare personalizzate, anche quando non utilizzate per competizione.

Anche un allenamento medio o intenso, è comunque uno sforzo notevole, che implica movimenti reiterati: se non risultassero più che corretti, si andrebbe incontro a problemi fisici anche notevoli, senza contare l'affaticamento, oltre quanto il fisico è in grado di sopportare.

Sebbene vi siano infinità di modelli e di misure, le regolazioni devono necessariamente essere fatte su misura, da persona esperta. Impostazione del manubrio, regolazione dell'altezza della sella rispetto alle pedivelle, sono parametri basilari per sviluppare la pedalata corretta.

Come scegliere la city bike se valuti l'acquisto

Quando decidi di comprare la bicicletta, il fattore più importante da considerare è quello legato all'altezza dell'individuo, e alla misura delle bici, indipendentemente dal modello.

Sebbene, nei modelli classici si vada prevalentemente sullo standard, sono presenti molti modelli delle diverse misure, che si basano sul telaio, e di conseguenza sulle ruote adeguate.

Le misure

Le misure sono solitamente espresse in pollici relativi alla misura delle ruote (dimensione del cerchione), che di conseguenza hanno uno specifico telaio. Viene ovviamente tenuta in considerazione l'altezza del soggetto, più nello specifico la misura tra cavallo e caviglia.

Indicativamente, con cerchioni che misurano 20" (pollici), si ha una bicicletta che va bene per bambini, comunque per persone di statura fino a 150 cm. Poi, si va su misure di 24", 26", 28".

Comoda: sempre

Anche quando la bicicletta è una city bike, e serve solo per fare brevi tratti, in tutta comodità, è comunque sempre importante non accusare mai alcun fastidio fisico, sia durante la pedalata, che dopo.

Inevitabilmente, quando si sceglie una bicicletta sportiva per allenamento, qui il discorso cambia; la bici in questo caso deve risultare come un abito su misura tagliato e cucito dal sarto.

A questo proposito ovviamente, quando si intende personalizzare una bicicletta, un buon appassionato sa bene quanto sia importante impostare il mezzo in ogni dettaglio, affinché sia più che mai ottimale, lo sforzo esercitato.

I materiali per la bicicletta da passeggio

Deve risultare congeniale, leggera da portare, pedalare dev'essere un piacere. La bicicletta comoda, confortevole, luci ben visibili, forti e chiare, con una buona intensità luminosa perché possono sempre servire, e quando occorrono, ci sono.

Materiali: acciaio e alluminio sono quelli probabilmente più congeniali per la city bike, dove, al contrario delle bici sportive, non c'è la ricerca esasperata delle prestazioni, come la leggerezza e particolare resistenza del telaio alle sollecitazioni.

Quindi l'acciaio e l'alluminio, sono i materiali più indicati; il secondo è più leggero, il primo quello molto utilizzato per la produzione in serie, tuttavia entrambi buoni per una bicicletta con cui spostarsi in città.

Puntando su materiali che risultano specifici per le biciclette da corsa, come fibra di carbonio, titanio, si andrebbe a spendere molto più denaro, per una city bike; dipende dai gusti personali, e dalle disponibilità economiche.

Cosa ricordare

Il campanello; può sembrare banale, specialmente se non si utilizza la bicicletta spesso, ma può tornare molto utile, può evitare spiacevoli incidenti con conseguenti pratiche legali di assicurazione.

Sella: deve risultare sempre comoda e confortevole, anche in caso di permanenza prolungata. Una buona e robusta imbottitura, la si nota subito.

Manubrio: deve dare sicurezza quando impugnato, facile e maneggevole nel guidare la bici, non eccessivamente morbido nello sterzo.

Da anni, in famiglia abbiamo una bici da donna, telaio in alluminio tubolare, con 18 rapporti: va che è una meraviglia, e pedalare è sempre un piacere.