Scala portatile per uso domestico

 🕢 6 min.
Scala portatile telescopica per uso domestico appoggiata alla parete esterna di casa: la scala portatile deve risultare solida, stabile, sicura, con pedate e supporti antiscivolo e utilizzare sempre con la massima attenzione in tutta sicurezza
(photo by F. Muhammad on Pixabay)

Scala portatile doppia a due tronchi per uso domestico: la scala è un attrezzo che non manca quasi mai nelle case, ma attenzione alla sicurezza.


La scala è quell'attrezzo che in una casa solitamente non manca mai, serve per molteplici necessità, pitturare, eseguire lavori ad una certa altezza.

La sicurezza però deve essere fondamentale che la scala sia stabile, robusta, e non comprometta in nessun modo l'equilibrio della persona durante l'utilizzo.

Sicurezza di utilizzo della scala portatile

La prima cosa cui fare attenzione, anche quando si è visto un modello di scala che può rispondere alle proprie necessità, è che sia conforme allo standard delle normative di sicurezza.

Lo standard UNI EN 131 parte 1 e 2, è quello che stabilisce i criteri da rispettare per le scale portatili, in base al DPR 547/55, per prevenire gli infortuni sul lavoro.

Anche se per uso domestico, non significa che le scale che intendiamo utilizzare debbano essere meno sicure: gli incidenti domestici sono molto più frequenti di quanto si immagini, talvolta proprio per eseguire lavori che si ritengono di estrema facilità.

Della suddetta normativa, la Parte 1 è relativa al tipo di scala e alle dimensioni funzionali, la Parte 2 ai requisiti della stessa, prove di sicurezza, e marchiatura di prodotto conforme.

Tale normativa che non è prevista per scale portatili di uso speciale (es.: vigili del fuoco, altezze specifiche, scale dissipative ESD, Electrostatic discharge, immuni alle scariche elettrostatiche, etc.) non fa differenza, quindi è valida, tra scale portatili in ambiente di lavoro o per uso domestico.

Del resto, la sicurezza deve valere ovunque, e un prodotto dev'essere sicuro ovunque sia utilizzato, sia per finalità produttive, che domestiche.

Occhio alla certificazione, e alla sua veridicità.

Caratteristiche della scala portatile doppia

• La scala è a pioli quando gli stessi hanno una larghezza che va dai 20 mm agli 80 mm, mentre sono considerate scale a gradini, quando questi hanno una larghezza non inferiore, o superiore, agli 80 mm.

Per quanto riguarda l'uso domestico, la scala a pioli personalmente tendo a escluderla.

I gradini offrono una maggiore stabilità, che la permanenza sulla scala sia piuttosto prolungata, oppure no. Escludo anche la scala ad appoggio, che nella parte inferiore appoggia al terreno, quindi sul pavimento in suo domestico, e in quella superiore al muro; appoggiare la scala al muro di casa, non è indicato per eseguire lavori in sicurezza.

Quella più indicata per uso domestico, è la scala doppia, apribile e richiudibile, con due tronchi, autostabile, uno o entrambi di salita; può essere comoda dove lo spazio è ridotto, e non va voltata così spesso.

Altezza

• L'altezza della scala dev'essere consona alle effettive esigenze, non troppo alta per un ambiente troppo basso, e viceversa.

Sono spesso le considerazioni superficiali, che ritengono banali i requisiti più semplici e che possono produrre incidenti.

Esempio: con un'altezza di 2,70 metri dei locali, una scala alta 2,30 metri circa dovrebbe andare bene, tenendo conto che sui 2,30 metri di altezza totali, ci possono essere almeno 50 cm circa tra la piattaforma, il punto più alto raggiungibile dalla persona sulla scala, e l'estremità superiore.

Se si ha necessità di salire in prossimità del soffitto, il punto più alto dei locali, la persona deve comunque avere una presa sicura, non può rimanere esposta come una bandiera al vento.

Infatti, la struttura che si estende in altezza oltre la piattaforma, è chiamata guardacorpo. Occorre ricordare, che quando si è sulla scala solitamente si esegue un lavoro, e richiede forza, poca o tanta che sia, la stabilità dell'operatore, quindi della scala, dev'essere massima.

L'equilibrio della persona sulla scala

È molto facile perdere l'equilibrio sulla scala, quando si esercita una forza anche minima.

Ecco perché, quando si è in prossimità del soffitto, è necessario potersi appoggiare, con parte del corpo, gambe e busto, se le mani sono entrambe impegnate.

A me è capitato di usare scale alte circa 1,50 mt alla piattaforma, su un'altezza totale, a scala chiusa, di 1,90 mt, e in prossimità del soffitto alto 2,70 mt non è che si lavori bene, in sicurezza.

• La base deve garantire stabilità, quindi supporti in gomma, o comunque materiale plastico antiscivolo sugli zoccoli, che siano ben saldi al pavimento, la base può anche essere più larga della scala, per garantire maggiore stabilità.

L'alluminio estruso, è un materiale molto utilizzato per realizzare questo attrezzo, oppure l'acciaio, o il legno.

Nell'uso domestico, la scala non è esposta alle intemperie, quindi è possibile scegliere anche il legno; ne ho avuta una in legno che è durata 15 anni circa, poi quando ha iniziato a perdere rigidità, l'ho portata in discarica. Era molto solida, alta 1,80 mt alla piattaforma.

La piattaforma

Non deve mai essere troppo piccola, specialmente quando per esigenze di altezza del locale viene usata, non deve essere inferiore ai 250 mm sia di altezza che di profondità; tuttavia siamo al limite, al minimo sindacale, per così dire.

• Molto interessante la soluzione offerta dalle scale a castello, dove la piattaforma è particolarmente ampia, specialmente in profondità, dove la zona guarda corpo prevede una buona postazione per la persona, avvolta sui tre lati, sul lato di salita è previsto un corrimano apri e chiudi.

Disponibili con diverse altezze di piattaforma; in questi modelli, le lavorazioni sono da eseguire quando l'operatore è posizionato in piattaforma, non sui gradini, indicativamente a partire da 0,60 mt fino ad oltre 3,60 mt, di conseguenza un'altezza intermedia risulta indicata anche per uso domestico.

Il vantaggio, è che anche in questo caso la scala è apribile, quindi quando chiusa occupa pochi cm di profondità in più rispetto ad una comune scala doppia portatile.

Ha un solo tronco di salita, ma il vantaggio della sicurezza è da considerare.

• Anche quando la scala doppia ha un solo tronco di salita, nell'altro devono essere presenti traverse che rendono più sicura e stabile la struttura, e il meccanismo di apertura e chiusura all'interno dei montanti, serve anche come sicurezza, per impedire che i tronchi della scala vadano oltre il limite di apertura.

Materiali e requisiti della scala portatile

L'acciaio, personalmente tendo ad escluderlo per una scala destinata all'uso domestico, a meno che quasi casualmente, non capiti un'occasione di acquisto, per il semplice fatto che, per lo più, l'acciaio è destinato all'uso professionale.

• L'alluminio, e il legno, sono ottimi materiali, il primo è più economico e potenzialmente anche di durata maggiore, poi dipende sempre dall'uso che se ne fa.

• Il legno è più caro, e dal momento che la scala, alluminio o legno, dev'essere stabile e robusta, non può essere troppo economica; il legno costa.

Indubbiamente, nel rapporto qualità/prezzo è in vantaggio l'alluminio, rispetto al legno, in una scala autostabile portatile per uso domestico.

Quindi, si può considerare anche l'acquisto di una scala a castello, se si preferisce lavorare fermi sulla piattaforma.

La struttura

• Lo spessore dei montanti non può essere troppo esiguo, se si cerca stabilità della struttura, ed è un requisito essenziale: idem per le traverse di collegamento tra i montanti, e dispositivi di sicurezza antiapertura.

Gradini o pioli? Decisamente gradini, che sono sempre zigrinati per risultare antiscivolo, come i pioli del resto, tuttavia una maggiore superficie di appoggio del piede è molto più comoda, e un vantaggio per la sicurezza.

Una scala deve presentare rigidità, stabilità, quando la si apre e si chiude si comprende già se è ballerina, oppure no. Quando aperta, provare a salire e muoversi fa comprendere se sia stabile e comoda.

• La piattaforma non dev'essere troppo piccola, dimensioni minime 25x25cm, ma risultare comoda, specialmente se si ha la necessità di utilizzarla spesso, per esigenze di altezza dei locali.

• Altro aspetto importante il guardacorpo; dev'essere sufficientemente sviluppato in altezza rispetto alla piattaforma, per offrire sicurezza: è sufficiente salire sulla scala, per capire se fa al caso nostro, oppure no.

Anche se la scala portatile si usa saltuariamente, la sicurezza deve sempre essere rispettata. Scuse non ce ne sono.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho scoperto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.