Tastiera meccanica Leopold FC660C: un sogno diventato realtà

aggiornato il
La tastiera Leopold FC660C equipaggiata con gli switch Topre soft tactile 45gr. è qualcosa di davvero unico nel suo genere: una tastiera 60 percent molto particolare con 66 tasti molto comoda e stupendamente bella per quanto riguarda il feedback tattile, acustico, visivo, ed il comfort durante la scrittura
Leopold FC660C 45 gr. soft tactile Topre switch (photo on Leopold.co.kr)

Leopold FC660C equipaggiata con gli switch Topre 45 gr plate mounted rappresenta tra le tastiere 60% una tra quelle maggiormente appetibili.


Leopold FC660C: lo status symbol delle tastiere 60 percent

Chi la considera tastiera meccanica, chi a membrana, chi un ibrido, gli switch Topre elettrostatici capacitivi fanno di questa tastiera qualcosa di unico e particolarmente apprezzabile nel suo genere: a little dream became true.

Tastiera Leopold FC660C: gently bumps

1) Il rimbalzo gentile degli switch Topre con i PBT keycaps ti cattura da subito, in modo garbato e sufficientemente silenzioso ma deciso: i Topre sono i Topre …

2) anche dopo ore di scrittura ti accorgi di quanto non sia per nulla faticoso continuare a premere i tasti;

3) le frecce direzionali hanno il loro immenso perché a tutto vantaggio di una comoda e divertente produttività.

La prima volta che ho usato la Leopold FC660C quasi non ci credevo

Forse la miglior tastiera compatta in assoluto che ho mai provato.

Quando ho iniziato ad interessarmi in modo piuttosto appassionato alle tastiere meccaniche, non solo ho letteralmente riscoperto il grande piacere di scrivere con la tastiera che ormai da tanti anni utilizzo al PC, ma non mi sarei aspettato che questa passione potesse spingersi così oltre il previsto; tuttavia ne sono particolarmente contento e soddisfatto.

Non avrei mai immaginato

Mai avrei immaginato all'inizio di questa passione per le tastiere per PC, che a tutti i costi sarei arrivato a desiderare di avere la Leopold fc660c equipaggiata con gli spettacolari Topre switch, capacitivi ed elettrostatici, un mondo a parte in quello già bello, ricco ed appassionante delle tastiere meccaniche.

Per quanto mi riguarda è un piccolo grande sogno diventato realtà, una soddisfazione particolarmente intensa sentire sotto le dita i tasti in PBT particolarmente sensibili al tatto, e poi gli switch, i mitici Topre, roba da elite per le tastiere.

Meccanica, a membrana, ibrida: ciò che conta è che mi piace

In questo articolo a mio parere molto interessante: Topre realforce RGB keyboard review: life beyond the rubber dome (guarda), e molto bello, viene descritto bene ed in parole semplici come avviene il funzionamento degli switch elettrostatici capacitivi Topre.

Gli switch Topre hanno scatenato dibattiti negli appassionati più duri e puri, e non sono disposti a classificare le tastiere dotate di questi switch come meccaniche, per via della particolare costruzione e funzionamento di questi switch tanto interessanti.

Cosa scrive Mike Fahey

Mike Fahey, l'autore, scrive qualcosa del genere:

Quando la maggior parte delle persone pensa alle tastiere meccaniche, pensa perlopiù agli switch Cherry che funzionano con pezzi metallici e plastici che scorrono uno contro l'altro provocando il funzionamento del tasto quando premuto.
Gli switch Topre non funzionano così.

Gli switch Topre: un culto per gli appassionati di nicchia

Sotto gli switch Topre è presente una cupola conica in gomma sopra una molla, sotto la molla c'è un sensore capacitivo che rileva la pressione quando il tasto viene premuto, quando la pressione raggiunge un valore predefinito il tasto funziona e stampa il carattere, senza che vi sia bisogno di alcun contatto materiale per il funzionamento del tasto.

E poi aggiunge:

Questi switch sono meccanici? Elettrici? Magici?!
Non voglio prendere nessuna parte, ma mi piace scrivere di cose che mi piacciono, e gli switch Topre sono molto piacevoli, qualunque cosa essi siano.

Oltre i tecnicismi

Ed il punto sta proprio qui: al di là di tutti i dati tecnici, la soddisfazione unica nel suo genere degli switch Topre, di sentire sotto le dita qualcosa di speciale, di diverso da altri switch sebbene di alta qualità.

La Leopold FC660C per quanto mi riguarda è in assoluto una delle migliori tastiere che ho mai provato, insieme alle KBParadise V60 sono il mio mechanical keyboard park
Un piccolo sogno diventato realtà

Feedback tattile e uditivo della Leopold fc660c

Il responso tattile degli switch Topre sulla Leopold fc660c è, per quanto mi riguarda, qualcosa di unico, che davvero vale la pena di provare.

Ho altre tastiere 60 percent che mi piacciono particolarmente, 3 KBParadise equipaggiate rispettivamente:

1) con gli switch Cherry MX Green;

2) Fukka switch;

3) e con i Matias click switch.

Sono abituato al feedback marcato

Sono ben abituato ad un feedback tattile decisamente marcato, perché questi sono gli switch che prediligo.

E nel caso dei Matias click, oltre che essere particolarmente tattili, gli switch sono anche particolarmente marcati per quanto riguarda il feedback sonoro, il responso uditivo, fanno un piacevole baccano, così a me piace definire il suono prodotto da quelli che ritengo essere gli switch tra i più interessanti in circolazione.

Topre switch: gently bumps

Quello degli Topre switch si potrebbe definire un gently bumps, un rimbalzo gentile dei tasti, particolarmente rilassante, e di questo ci si accorge dopo ore passate alla tastiera, rimbalzo gentile ma presente, non mi fa mancare il rinculo dei tasti prodotto dagli switch Matias click, sebbene mi piacciono tantissimo, ma parliamo di switch completamente differenti, tanto per progettazione, quanto per realizzazione, quindi per feedback.

La mia passione è un'ossessione

Lo ammetto, quando mi appassiono, divento ossessivo, ma mi piace.

Per quanto mi riguarda si tratta davvero di un piccolo ma bellissimo sogno diventato realtà, mi piacciono, prediligo le tastiere 60 percent, e la Leopold FC660C con gli Topre switch, rappresenta per certi aspetti il top della gamma delle tastiere 60 percent.

Insieme alla Happy Hacking Keyboard che impiega gli stessi switch, dove però non sono plate mounted, ma PCB, ed io prediligo le tastiere meccaniche plate mounted, in quanto il feedback, il responso tattile e quello uditivo, sono inevitabilmente più marcati e robusti.

A conti fatti non trovo difetti

Dato che prediligo le tastiere 60 percent, la Leopold FC660C per quanto mi riguarda rappresenta il massimo anche in termini di efficienza, non ultimo anche per il fatto che in questa tastiera sono presenti le 4 frecce direzionali, che inevitabilmente risolvono non pochi problemi, in modo concreto ed estremamente veloce.

Ormai mi piacciono le combinazioni dei tasti multifunzione

Proprio perché prediligo le tastiere 60 percent, mi sono ormai abituato ad utilizzare la combinazione di tasti fn + w a s d per spostarmi tra il testo con le frecce direzionali, ma dato che nella Leopold sono presenti fisicamente tra i 66 tasti, debbo ammettere che sono comodi, in termini di efficienza e di concretezza, molto utili anche i tasti Insert e Delete posizionati in alto a destra sulla tastiera.

Le funzioni ci sono tutte anche se i tasti sono di meno

Con le tastiere 60 percent standard, si hanno comunque a disposizione tutti i tasti, in questo caso è ancora meglio, dato che gli ulteriori 6 tasti presenti completano davvero l'opera, rendendo di fatto l'efficienza della tastiera particolarmente ricca, veloce, completa.

Anche in questo caso sono presenti 4 DIP switch, che permettono di personalizzare il layout.

Non trovo davvero nessun difetto in questa tastiera, a partire dalla confezione particolarmente accattivante, ed il dolce suono dei tasti premuti non smette mai di essere piacevole.

Dove comprare la tastiera Leopold FC660 con gli switch Topre

Attualmente, non la vedo disponibile in Europa, continuo a controllare.

Le opzioni: direttamente dal sito leopold.co.kr dalla Sud Corea, oppure dagli U.S.A. su mechanicalkeyboards.com

p.s. Ricorda di non confondere la tastiera Leopold FC660C dotata di Topre switch, con la FC660M equipaggiata invece con gli switch Cherry MX.