Il Mercante di Venezia Nostrano del Brenta: buon sigaro ma non mi ha soddisfatto

Il Mercante di Venezia è uno dei sigari ammezzati Nostrano del Brenta
Il Mercante di Venezia

Il Mercante di Venezia è l'ultimo ad oggi degli ammezzati della Nostrano Del Brenta: un sigaro dal buon rapporto qualità/prezzo.


Il Mercante di Venezia: incipit

Sono un estimatore dei sigari Nostrano del Brenta, e sebbene le recensioni che ho letto relative a quest'ultima uscita non mi abbiano entusiasmato, potevo non provare questo sigaro, dato che gli NdB li ho provati tutti, e fanno parte delle mie regolari fumate?

Ovviamente no, non potevo mancare, così ne ho comprata una confezione: 4 sigari per 7,50 € (per maniacale precisione, € 1,875 a pezzo).

Ancor prima di provarlo, istintivamente mi dissi: preferisco il Casanova.

Confermo.

Come dicono gli americani, o bisniss è o bisniss; probabilmente questo sigaro è stato realizzato per offrire una scelta ulteriore riguardo i sigari ammezzati della Nostrano Del Brenta.

Tra questi, ritengo che Il Campesano sia decisamente il migliore; vero che costa qualcosa in più, ma per quanto mi riguarda la soddisfazione di fumata è completamente diversa.

Il sigaro

Il Mercante di Venezia si presenta leggermente più lungo del Casanova, e leggermente più panciuto; sebbene questo aggettivo non calza bene, ma per intenderci è un poco più abbondante nelle dimensioni.

Le lievi venature in rilievo sono quelle classiche del tabacco Nostrano Del Brenta, con fascia di tabacco Havanna Brasiliana, sottofascia NdB, e ripieno con foglie mediane e apicali invecchiate 3 anni (tanto di cappello per un sigaro di questo prezzo), sempre NdB.

Lunghezza di 90 mm e diametro di 14 mm al piede.

La fumata

Ha una forza inaspettata, non invadente, anzi, piacevole anche il retronasale.
Quello che non mi ha convinto, come nel caso del Taliano, è la virata di gusto che non mi aspettavo, e che non gradisco, mi porta fuori strada da quella che per me è la retta via dei sigari Nostrano del Brenta.

Credo risulti un sigaro particolarmente affine, a chi ama Il Sestiere ed Il Taliano, che personalmente sono quelli che preferisco meno della NdB, insieme al Fondamenta Nova, ma quello di quest'ultimo è un altro discorso.

La fumata del Mercante di Venezia non mi ha soddisfatto, non mi ha dato nulla di nuovo (così com'è successo invece con Il Campesano); e probabilmente sarebbe stato eccessivo aspettarselo.

Trovo molto gradevole questo video dove Simone Morri paragona i 3 ammezzati Nostrano del Brenta.

Valutazione

Molto interessante ovviamente il rapporto qualità/prezzo, ma continuo a preferire il Casanova, su questa gamma; ripeto che per me Il Campesano è un gradino sopra, per restare il ambito degli Ammezzati NdB.

Il tabacco è buono, ma questo blend non incontra i miei gusti.

Per gli affezionati del Sestiere e del Taliano, penso sia un buon sigaro, visto anche il prezzo.

Il mio voto: 3,3 su 5