Il Campesano: Nostrano del Brenta, buon sigaro, un ottimo ammezzato

✎ aggiornato il
Campesano Nostrano del Brenta: un sigaro interessante il cui ripieno trova al 25% tabacco Piloto cubano coltivato nella Repubblica Dominicana
Il Campesano NdB

Il Campesano del Consorzio del Nostrano del Brenta è un sigaro che reputo particolarmente interessante: una buona fumata, sempre piacevole e appagante.


Il Campesano: incipit

Ai sigari Nostrano del Brenta ci sono particolarmente affezionato; ho iniziato a fumare il sigaro proprio con questi, con il Casanova, ed inevitabilmente, mi ci sono legato.

Anche se inizio a scriverne solo oggi, da quando dedico parte del mio tempo a scrivere anche su questo blog.

Per quanto mi riguarda, i sigari NDB sono eccellenti, impeccabili, sempre di ottima manifattura, mai un problema, anche minimo; a questo punto li ho provati tutti*, e li rivaluto positivamente ogni volta che li fumo.

* Proprio ieri ho saputo di nuove uscite, comunque a parte queste, li ho provati tutti.

Non sono proprio economici, anche se Il Casanova rappresenta una soluzione qualitativamente molto interessante nel rapporto qualità/prezzo, e da poco anche Il Campesano.

Il primo sigaro Campesano l'ho provato questa mattina dopo un'ottima e abbondante colazione, e che dire: ha fatto breccia nel mio cuore.

Con i sigari Nostrano del Brenta, vado sempre a colpo sicuro.

Attualmente, il Casanova ed il Campesano, sono quelli più economici della NdB (di recente si è aggiunto anche Il Mercante di Venezia), e gli altri sigari che ho provato, tutti, li considero eccellenti e per quanto mi riguarda le fumate valgono i soldi pagati.

Due confezioni da due sigari cadauna: fronte e retro
Due confezioni fronte e retro

Campesano: il sigaro

Il Campesano risulta essere un sigaro tamugno, come ha detto il buon Simone Morri sul suo canale YouTube.

Dove mi ha incuriosito parecchio, non solo per quanto ha detto riguardo al sigaro in questione, bensì anche per la sua invenzione, ovvero la Job Pipe: un'interessante soluzione alternativa al fumatoscano, realizzata a mo' di pipa, ma espressamente creata per fumare i sigari troncoconici.

Ma torniamo al tamugno; per quanto mi riguarda, ed il mio è un giudizio di parte in quanto i sigari NdB mi piacciono molto, anche in questo caso la compagnia Nostrano del Brenta ha fatto un ottimo lavoro.

L'aspetto è quello di un ammezzato corposo, di buone dimensioni, piuttosto panciuto, ti fa capire che sarà una buona fumata.

Al tatto risulta ben ripieno, consistente al tatto, la fascia piuttosto scura e con qualche nervatura; cosa piuttosto insolita per i sigari NdB, in genere lisci e setosi sulla fascia.

Ma anche da questo punto di vista, promette bene.

Il ripieno contiene il 25% di tabacco Piloto cubano, coltivato nella Repubblica Dominicana, e il resto è il mitico Avanone coltivato dal Consorzio Tabacchicoltori Montegrappa.

Guarda la pagina facebook Nostrano del Brenta.

Due confezioni di sigari: le costole delle scatole da ambo le parti
Le costole delle confezioni

La fumata del Campesano

Il Campesano si accende che è una meraviglia, come tutti i sigari NdB, data la qualità e morbidezza del tabacco.

Dalle prime boccate mi è piaciuto subito, una forza che non mi aspettavo da un NdB, anche in questo caso piuttosto leggero, ma corposo, marcato.

Penso che la forza dei sigari Nostrano del Brenta sia proprio nell'essere perlopiù leggeri, ma capaci di sprigionare aromi e sentori che denotano indubbia qualità del tabacco: per quanto mi riguarda sarebbe assurdo giudicare un sigaro solo dalla forza nicotinica.

Per me i sigari NDB hanno proprio in questo il loro punto di forza: nell'essere leggeri riescono comunque a offrire fumate eccellenti, ricche di aromi.

Combustione regolare, senza una sbavatura, cenere piuttosto morbida ma compatta, cade da sola quando è il momento.

Sebbene sufficientemente leggero, questo ammezzato NdB, così come il Casanova, è un sigaro la cui fumata mi piace definire così: tutto e subito -:)

Del resto, un ammezzato non può offrire un'evoluzione di fumata come un bitroncoconico o un sigaro più lungo in dimensioni.

L'evoluzione, come ovvio, inizia subito, ma a tutto vantaggio della fumata dell'ammezzato.

Sigaro integralmente fatto a mano
La didascalia sul retro della confezione

Valutazione

Che dire: il Campesano è un ammezzato di quelli che piacciono a me, tanto per la consistenza, e le dimensioni, quanto per soddisfazione della fumata; sempre appagante, ne ho comprate diverse stecche, fino ad ora.

Il blend con tabacco caraibico

Per quelli che sono i miei gusti, il Campesano e Il Benedettino, trovo che siano tra i sigari NdB dove l'esperimento con miscela di tabacco caraibico, sia riuscito meglio.

Il Taliano, ed Il Mercante di Venezia, seppur ben fatti, mi spiazzano nella fumata, una virata che non mi aspetto, e che non riesco a collocare, ma i gusti sono soggettivi.

Il Campesano, è un sigaro che mi piace molto, un ammezzato come piace a me, ed è sempre una garanzia di qualità; a questo prezzo, lo trovo molto interessante, per una fumata sempre onesta, sincera, del buon tabacco.

Se continuo a comprarlo è perché mi piace, e per me, merita un voto di tutto rispetto.

Il mio voto 4,2 su 5

★ Scala di valutazione