Toscano Garibaldi: il più venduto in Italia?

✎ aggiornato il
Garibaldi MST: forse il sigaro maggiormente venduto in Italia, modesto, ma amabile e sincero
Toscano Garibaldi

Toscano Garibaldi: un sigaro modesto, ma amabile e sincero: l'ho decisamente rivalutato dovendo fare di necessità virtù, e sono soddisfatto.



Incipit

Lo avevo provato agli esordi del mio viaggio nel mondo del fumo lento, più per curiosità, dato che ero orientato verso un tabacco come quello Nostrano del Brenta, e caraibico.

Non mi aveva granché entusiasmato, anche perché ero io in cerca di un tabacco diverso, e dopo la mia imprevista ma soddisfacente virata ed escursione nel tabacco Kentucky, sono per certi aspetti tornato alle origini; ovvero, orientandomi su sigari caraibici, che era mia intenzione fare quando ho iniziato a fumare il sigaro.

Perché sono tornato sui miei passi

In questo momento drammaticamente epocale per via del Covid-19, ho dovuto, come tutti, fare di necessità virtù.
In pieno lockdown, non potendo andare dal mio amico e tabaccaio di fiducia che è situato fuori dal mio comune di residenza, mi sono rivolto al tabaccaio del mio piccolo paese, che in quanto a sigari tiene solo il Toscanello, ed il Toscano Garibaldi.

Dopo una forzata scorpacciata di Toscanelli, ho deciso di virare sul Garibaldi.

Sia chiaro: scrivo in modo ironico “forzatura”, in un momento così drammatico ci sono ben altre priorità, ed il mio pensiero non può non andare ai morti, e a tutti coloro che in trincea hanno fatto in modo che il Sistema Sanitario non crollasse.
Ma forse a maggior ragione, in un momento tanto drammatico, per me il sigaro ha rappresentato una sorta di punto fermo cui aggrapparmi, un momento in cui cerco di rinfrancarmi lo spirito.

Il sigaro

Il Toscano Garibaldi, è probabilmente il sigaro più venduto in Italia, anch'esso di chiara estrazione proletaria, economico, specialmente per me che non fumo quasi mai alla maremmana, e con la somma di 5,20 € mi escono 10 fumate.

La confezione è semplice, il sigaro non è nel cellophane, ed è il classico bitronconico poco panciuto, colore non troppo scuro, la tostatura è poco più che media.

La fumata

Tenendo conto del fatto che non potevo permettermi nulla di diverso, per i motivi sopra elencati, non mi è affatto dispiaciuto fumare il Toscano Garibaldi; come il Toscanello, o l'Antica Riserva, mi riporta con i piedi per terra, un po' di sana umiltà la trovo utile anche nelle fumate, specialmente quando mi lascio inebriare da sigari ben più pregiati come ad esempio gli Zeppelin La Aurora, il Doble Figurado Gold Tubo, il Davidoff Escurio Gran Perfecto, e tutti gli altri che ho provato, e che tanto mi sono piaciuti, che considero sigari a 5 stelle, nella mia personalissima scala di valutazione.

Disgressione a parte, il Toscano Garibaldi mi offre delle fumate amabili, sincere, nulla di trascendentale, e sarebbe illogico aspettarmi il contrario, ma gradevole.

Lieve sentore di terra, piuttosto speziato, marcato il legno, un giusto equilibrio tra il dolce e l'amaro, la forza superiore a media, dico 3,6 su 5.

Valutazione

Ad un prezzo simile, e per quanto mi riguarda 10 fumate per ogni confezione, non posso certo lamentarmi; mi è piaciuto particolarmente anche quando l'ho fumato alla maremmana, fumata piuttosto lunga e molto rilassante, spensierata, ed appagante.

Un sigaro modesto, ma non per questo senza pregi, trovo sincera e interessante questa recensione:

Il mio voto: 3,11 su 5

★ Scala di valutazione