Accendino per sigari: specialmente per quelli coriacei

Accendino per sigari: almeno per la tostatura del braciere se il cepo è generoso
Accendere il sigaro (Photo by Christopher Alvarenga on Unsplash)

Accendino per sigari: solido, robusto, puntuale, fedele: perché un fumatore di sigari è appasionato anche al suo accendino, il compagno di viaggio.


Accendere il sigaro

Accendere il sigaro, è uno dei momenti più preziosi della fumata, come del resto tutto il rituale che la precede.

Visionare il sigaro, giudicarlo al tatto per valutarne la consistenza, sentire il profumo al naso, provare ad avvicinarlo all'orecchio e premere leggermente la fascia per sentire se scrocchia (a me è capitato una sola volta), fare qualche tirata a crudo per capire se il tiraggio è buono.

E poi, la fiamma: può bastare anche un sano fiammifero, con un buon sigaro caraibico.

Questa è la soluzione che prediligo, che mi da più piacere, anche se: specialmente se il cepo è abbondante nelle dimensioni, una tostatura con un buon jet flame, non guasta affatto; anzi.

Con il fiammifero

Accendere il sigaro, è sempre un momento speciale, soprattutto quando il tabacco lo permette, e c'è la possibilità di accenderlo con il fiammifero.

Quando il tabacco è piuttosto morbido, che arriva da foglie tenere, non coriacee come quelle del Kentucky, indipendentemente dal fatto che sia serrato parecchio o meno, come nei sigari caraibici, allora è un piacere puro accendere il sigaro solo col fiammifero.

È un'operazione che richiede il suo tempo, e dato che si utilizzano i fiammiferi lunghi, o se preferisci i bastoncini di cedro, prima di aspirare qualche boccata, è possibile tostare il braciere con la fiamma dolce, anche se c'è chi preferisce usare il jet-flame per questa operazione.

Dopo avere tostato il braciere, è una soddisfazione accendere il sigaro col fiammifero, aspirando qualche boccata, facendolo ruotare, di modo che possa accendere bene tutto il braciere; dopodiché, non ti resta che goderti la fumata.

Con l'accendino

Ci sono sigari invece, che vanno tostati, e accesi, con l'accendino, penso:

• al Nerone della Amazon Cigars and Tobacco;

• o alla Spingarda d'Anghiari;

• al Super Tuscan della Compagnia Toscana Sigari.

Per quanto mi riguarda, accenderli col fiammifero, sarebbe impresa improba.

Proprio in onore a questi Toscanacci, ho comprato l'accendino Lotus Defiant, questo, anche se attualmente non è disponibile.

Lotus Defiant in azione: per accendere i sigari più coriacei
Accendisigari Lotus Defiant

Una vera e propria macchina da guerra, quattro potenti fiamme jet, capace di scaldare in breve tempo ed in maniera ottimale.

Pensavo consumasse come questa Dodge, e invece mi sono trovato piacevolmente sorpreso nel constatare quanto sia buona la gestione della carica di gas.

Un accendino sovradimensionato, ed oversize anche la ruota di regolazione della fiamma; una figata, da girare con pollice e indice, se paragonato a certi accrocchietti che necessitano di un piccolo cacciavite.

Bellissimo il vetro inserito che permette di vedere agevolmente la carica di gas.

Ricarica di gas

Personalmente, nel nobile intento di mantenere bene i miei accendini, cerco di usare gas butano di qualità, e mi sto trovando bene con lo Xikar e lo Zippo.

E a proposito di Zippo, io utilizzo lo Z-Plus, perché mi sarebbe dispiaciuto molto non poter usare, almeno l'involucro, dei miei Zippo, a cui sono affezionato.

Questo lo uso spesso, talvolta con i sigari Caraibici per tostare il braciere, e sempre con i sigari Toscani.
Quello che ho io è con una sola jet-flame, e devo dire che è un ottimo accendi sigari, mantiene la carica piuttosto a lungo, vista la quantità di lavoro che svolge.

Il compagno di viaggio del fumatore di sigari

Un buon accendino, è il compagno di viaggio del fumatore di sigari, cui difficilmente potrà rinunciare, talvolta anche solo per situazioni di emergenza, ma trovo sia piuttosto raro, che chi fuma il sigaro non porti sempre con sé il suo accendino.

Inevitabilmente serve, anche a chi fuma esclusivamente sigari caraibici, soprattutto quando il cepo è generoso, e non sempre è possibile tostare il braciere, nonché accendere, con il solo fiammifero.

Ci sono sia accendini economici, che più costosi, per chi predilige un bell'oggetto oltre alla sostanza, la qualità che non può mancare.

La cosa importante, che duri poco o tanto, è che non si inceppi, per non rovinare un momento tanto prezioso come quello dell'accensione.

Chi preferisce puntare su prodotti economici, che talvolta, anche se durano meno, per quel tempo che funzionano, lo fanno bene.