Migliori dispositivi raffreddamento notebook

Aggiornato il  🕢 3 min.
Raffreddamento notebook: dispositivi di qualità
(Image by Clker-Free-Vector-Images from Pixabay)

Migliori dispositivi raffreddamento notebook: supporti di qualità, fatti per durare, e sufficientemente economici in grado di prolungare la durata del laptop, e ammortizzare la spesa nel tempo.


Le migliori basi di raffreddamento per PC portatili, sono concretamente in grado di prolungare la vita del notebook; il mio vecchio HP di 12 anni, ne sa qualcosa.

Se vuoi scegliere la base di raffreddamento ideale, puoi tenere conto degli aspetti basilari.

Base di raffreddamento per notebook: esempi concreti

Dispositivi per laptop da 14 a 17 pollici.

1) Il primo di questi sopra, è il KLIM™ Cyclone, un prodotto con tante recensioni favorevoli, garantito 5 anni.

2) Il KLIM™ Cool+ insieme alla base di raffreddamento per notebook, è un'accoppiata davvero molto interessante, per ottenere notevoli risultati ed evitare il surriscaldamento del notebook.

3) Il Cooler Master è un pezzo da 90, la base metallica ha sempre la sua valida logica, e la possibilità di posizionare le 3 ventole dove preferisci, si adatta ad ogni notebook, è sufficiente applicarle dove scalda maggiormente.
Un ottimo prodotto.

4) Il quarto prodotto, è per il raffreddamento della Play Station.

Altri dispositivi interessanti

1) Quello che invece uso io, è il DeepCool Multi Core X8 – MULTICOREX8, il primo qui sopra a sinistra, che ha una base metallica piuttosto consistente, in alluminio, con scanalature per facilitare il raffreddamento, e anch'esso la possibilità di essere sollevato di 3 cm nella parte posteriore grazie ai flip.

2) La base di raffreddamento notebook Klim Airflow, è un prodotto sicuramente interessante.
Una sola potente ventola posizionata nella parte posteriore, spinge in avanti l'aria per una ventilazione particolarmente efficace, con una velocità massima di 2.500 RPM (Record Per Minute, Giri al minuto), con possibilità di 3 regolazioni, anche per controllare l'eventuale rumore, comunque contenuto.

Interessante il perimetro in gomma sui bordi della base, che permette di isolare il notebook, e migliorare la capacità di raffreddamento prodotta dalla ventilazione sottostante.
La garanzia di 5 anni, buona abitudine della Klim, forse è parte del prezzo.
Il Mistral è solido e robusto, per via della rigidità del materiale plastico impiegato, illuminazione alla base, e diverse opzioni di regolazione dell'inclinazione.

3) Trust GXT1125 QUNO LAPTOP COOLING STAND: un altro pezzo che merita di essere attentamente valutato.
Base in alluminio, supporti gommati anteriori per appoggiare il notebook con inclinazione, a diversi gradi.
5 ventole: una centrale da 130 mm, e 4 ai lati da 50 mm ciascuna, disponibile anche la base per appoggiare lo smartphone, o l'iPhone.

4) La base di raffreddamento notebook IETS GT300 è anch'essa particolarmente interessante, progettata sullo stesso principio del Klim Mistral.

Anche in questo caso, la due ventole posteriori possono raggiungere la velocità massima di 4.500 RPM, e anche qui troviamo il perimetro in gomma per far aderire il notebook alla base, filtri antipolvere, e ampia possibilità di inclinazione.

Tip: se hai la possibilità di mantenere rialzata dalla scrivania la base di raffreddamento del notebook di almeno 5, 6 cm circa, le ventole aspirano più aria con maggiore facilità, incrementando ulteriormente la ventilazione. Gli accorgimenti più semplici, talvolta sono i migliori.

Se invece usi la base di raffreddamento per notebook con una discreta, o elevata angolazione, il problema non si presenta.

Pulizia notebook

Interessanti accessori per pulire il notebook in modo efficace, prodotti di qualità con garanzia, destinati a durare nel tempo.

Anche la frequente pulizia del notebook, contribuisce notevolmente sulla durata del dispositivo.

La polvere infatti, risulta il primo nemico di computer così compatti, dove la pulizia non è semplice come nel desktop; ma con un po' di attenzione e impegno, si provvedere a mantenerlo pulito ed efficiente.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho scoperto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.