Menu

af1.it

Uno che scrive

Sport: cenni storici dell’attività sportiva

7 minuti
aggiornato il
Sport, atletica, salto in lungo femminile, atleta impegnata nel salto

Salto in lungo

Lo sport racchiude in sé tutte quelle discipline che implicano uno sforzo psico-fisico atto a migliorare ed a ben mantenere il benessere.
Lo sport può assumere anche un aspetto agonistico, dove la competizione è oggetto di interesse per uno spettatore.
Anche quando è praticato a livello amatoriale, può comunque risultare fonte di interesse per gli appassionati di una disciplina invece che di un’altra.
Lo sport può essere svolto a livello individuale o di squadra.

Cenni storici dello sport

La pratica della disciplina sportiva accompagna l’uomo fin dalla preistoria, la competizione è da sempre caratteristica innata nell’essere umano, al fine di confrontarsi con altri e migliorare le proprie capacità, i propri limiti psico-fisici.
Diverse cerimonie parte di un rituale specifico venivano accompagnate da competizioni fisiche in cui i partecipanti si cimentavano.

Lo studio dell’archeologia per citarne uno, ha reso possibile la scoperta di reperti raffiguranti uomini impegnati in sfide, competizioni, reperti che arrivano da tempi davvero remoti.
Quando si parla di storia dello sport, impossibile non pensare alla Grecia, che istituì nel 776 a.C. i primi giochi olimpici in onore di Zeus.

Questo implicava anche un comportamento sociale ben delineato, il culto della forma fisica, della forza, al fine di meglio rappresentare la propria gente e rendere onore alle divinità attraverso il proprio lavoro, sia in allenamento che durante la competizione.

I giochi in Grecia erano considerati rituale sacro, e non era tollerata avversione e animosità alcuna durante lo svolgimento delle manifestazioni sportive: questo rende bene l’idea su come fosse alto il concetto di sport già nell’antichità, le ostilità non potevano avere luogo.

La competizione ha spinto da subito l’essere umano verso una euforia, una esaltazione, uno stato di grazia che ha pochi eguali.
Gli sportivi più valorosi erano tenuti in altissima considerazione dal proprio popolo, considerati rappresentanti speciali presso i quali erano possibile, in qualche modo, intercedere con gli Dèi per godere della loro magnanimità.
Il riscontro in termini di interesse negli spettatori era altissimo, anche quando gli sport erano particolarmente duri o violenti.

Quella della violenza nello sport è una caratteristica che non può non far tornare alla mente i combattimenti dei Gladiatori, od anche il pugilato anch’esso con esiti spesso fatali di uno dei due contendenti.
Rispetto alla sacralità dello sport praticato in Grecia, l’antica Roma riuscì nell’intento di spettacolarizzare all’estremo situazioni sportive dove il combattimento fisico era preponderante.

Si trattava già da allora di speculazione allo stato puro, per nulla nobile, ma solo un espediente per favoririsi le grazie del pubblico, da parte dei regnanti, che offrivano loro uno spettacolo cruento che sfociava in una sorta di delirio collettivo.
Anche questi sono aspetti che comunque accompagnano da sempre l’animo umano.

Del resto l’attività sportiva e la sua rappresentazione durante lo svolgimento della disciplina, ha sempre rispecchiato le caratteristiche sociali del popolo ove questa disciplina veniva praticata, e di conseguenza ne veniva attribuita, allo sport, un’importanza davvero notevole.
Questo influiva già da allora in maniera determinante sull’economia, sulla politica, visto il grande interesse cui lo sport godeva nella popolazione.

L’aspetto dello sport associato al riflettere le condizioni sociali, economiche e politiche, ci accompagna sin dai tempi antichi: determinate attività sportive ancor oggi, per essere praticate richiedono attrezzature costose, chi non dispone di buona entità economica si trova impossibilitato alla pratica di tale disciplina.

Certo oggi le cose sono parecchio cambiate, ma l’influenza dello sport sulla società non ha mai smesso di esercitare il suo forte potere, potere sfruttato ad hoc in talune occasioni per scopi puramente politici.
Si pensi al boicottaggio delle Olimpiadi di un paese nei confronti di un altro, oppure politici che cercano di camuffare dietro un successo sportivo nazionale gli insuccessi in campo politico.

Anche lo sport insomma rispecchia, come molte altre attività, l’andamento economico, politico e sociale dello stato cui appartiene.
Le manifestazioni sportive a livello internazionale sono forse quelle in cui la competizione è al massimo del suo splendore, dove anche gli atleti si sentono di rappresentare il proprio paese quindi cercano di dare il meglio delle loro capacità.

I campionati mondiali, le olimpiadi, competizioni in cui i migliori atleti del mondo si confrontano con altri, sono certamente la massima espressione di sport anche da un punto di vista puramente spettacolare.

Il fascino esercitato da un atleta che pratica una disciplina invece che un’altra, dove riesce a raggiunge ottimi risultati coinvolgendo particolarmente il pubblico, spesso porta ad avvicinare molte più persone ad intraprendere, anche a livello dilettantistico, la disciplina da lui praticata.
Anche questo ha un aspetto economico, le aziende che producono attrezzature e accessori relativi alla disciplina in questione vedono aumentare le richieste, le società anche piccole che gestiscono atleti si vedono aumentare le domande di partecipazione, etc.
Lo sport rispecchia da sempre quello che siamo, e che vorremmo essere.

L’aspetto economico certamente ha contribuito, purtroppo, a rendere meno puro il concetto di competizione.
Nonostante ciò, non è detto che non si possa coltivare una buona educazione allo sport, al contrario: l’insegnamento dell’educazione fisica dovrebbe in modo determinante accompagnare il valore di confronto con altri atleti, reciproca lealtà, capacità di riconoscere all’avversario i suoi pregi.

Il doping può essere quello che ai giorni nostri rappresenta l’estremizzazione della disciplina sportiva, con le conseguenze nefaste che tutti conosciamo.
In una società migliore, si pratica anche sport migliore.

L’attività sportiva

Praticare un’attività sportiva, anche a livello dilettantistico, interpretando al meglio il concetto di pratica sportiva improntata sulla fatica, sulla lealtà, sulla reciproca collaborazione, può contribuire in maniera determinante a migliorare le nostre attitudini psico-fisiche, di conseguenza migliorare il nostro comportamento quotidiano nella società.

I valori che si possono apprendere e comprendere praticando uno sport, possono realmente migliorare la nostra persona, anche dal punto di vista dell’approccio mentale nel considerare situazioni che sportive non sono.
Un equilibrio armonioso tra corpo e mente ci rende migliori, più sereni, meglio disponibili ai rapporti umani.

La pratica sportiva può assumere un valore davvero alto nella nostra vita, portandoci a scoprire passioni che forse non immaginavamo di avere.
Anche dedicare 30 o 40 minuti al giorno allo sport, contribuisce in modo determinante al nostro benessere.
Molti amanti dello sport praticano a livello amatoriale le più svariate discipline, andando ad arricchire in maniera notevole il loro bagaglio emotivo, si pensi al forte legame di amicizia che si può venire a creare con persone che nutrono la nostra stessa passione per una determinata disciplina sportiva ed alla relativa pratica.

Il nostro benessere, la nostra salute, è il bene più prezioso di cui siamo custodi.
Lo sport può essere una favoloso tramite per farci apprezzare al meglio questo concetto.

Il fatto che ci siano molte persone che ritengono opportuno dedicare uno spazio di tempo allo sport, è un terreno cui vale la pena coltivare.
L’attività sportiva può essere lo specchio della vita, un condensato di fatica ed emozioni che ci possono portare a riflessioni sulla vita di tutti i giorni.
Le possibili attività sportive sono molteplici, impossibile non trovare quella che fa al caso nostro: lo sport ci aiuta a vivere meglio.

Discipline sportive

Ci sono discipline sportive considerate, per ovvie ragioni, prettamente invernali: sci, pattinaggio sul ghiaccio, sci di fondo, biathlon, etc.
Altre discipline che invece si possono praticare tutto l’anno, al coperto magari in alcuni casi quando le temperature sono più rigide.
Si pensi all’atletica indoor.

Ce ne sono altre comunque prettamente legate al periodo estivo, almeno per quanto riguarda le competizioni: canottaggio, atletica in generale, etc.
Lo sport ci accompagna tranquillamente tutto il periodo dell’anno, permettendoci di svolgere allenamento in palestra quando impossibilitati a praticare all’aperto per via del clima.
Lo sport è per sempre.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

In Salute