Menu

af1.it

Uno che scrive

Sigaretta elettronica: come smettere di fumare ?

5 minuti
aggiornato il
Cough, cough, cough, cough, cough … la sigaretta elettronica è pur sempre tanto fumo e niente arrosto: smetti di fumare che ci guadagni …

Sigaretta elettronica

Come fare per smettere di fumare ?!
Smetti e basta.

Ho iniziato a fumare molto giovane, a diciannove anni fumavo 40 sigarette al giorno, poi scesi a qualcuna più di 20 fino ai 24 anni quando iniziai a provare a smettere di fumare in tentativi diversi.
Rimasi un anno senza sigarette nel primo tentativo serio, poi ricominciai con un sigaro complice la fine delle vacanze estive
Morale della favola ho fumato fino a 42 anni prima di smettere definitivamente.

Qualche anno dopo (sempre a 20 sigarette al giorno e oltre) smisi ancora, restai senza fumare per 4 anni, che non sono pochi.
Cominciai ancora, e mi stupì una cosa: le volte precedenti ogni volta che ricominciavo mi sentivo in colpa verso me stesso; quella volta no, ero quasi contento. È stata la mia fortuna, ho smesso col senso di colpa e mi sono detto: se vuoi fumare, fuma.

Fino al 2008 quando ad agosto dissi basta. Ora non fumo più. E ne sono più che convinto. Ho fumato così tante sigarette che mi bastano anche per la prossima vita.

Ho sempre smesso di fumare senza ausilio terapeutico, sigarette elettroniche, graffette sulle orecchie, cerotti, etc.

Tuttavia conosco persone che grazie a questi espedienti hanno smesso: perché li chiamo espedienti ? Perché è sempre la volontà che deve fare la differenza, conosco anche tante persone che nonostante tutti gli espedienti fumano ancora.

Sono rimasto incuriosito dalla sigaretta elettronica (vista in tv), dove il fumatore che intende smettere il deleterio e dannoso vizio della sigaretta, aspira ed emette vapore acqueo aromatizzato.

L'e-cigarette è un dispositivo elettronico che riesce a comportarsi proprio come una sigaretta, e permette infatti al fumatore di inalare e aspirare vapore composto da una soluzione di nicotina (in alcuni casi anche assente), glicole propilenico, glicerolo: tuttavia non avviene combustione quindi scompare il rischio cancerogeno (ne siamo certi al 100 per 100 ?!) legato alle sigarette tradizionali.

La sigaretta elettronica risulta composta da filtro, cartuccia, vaporizzatore atomizzatore e una batteria ricaricabile elettricamente, ed un microchip elettronico.

In molti paesi tuttavia non è possibile commercializzare prodotti come la sigaretta elettronica che contengono nicotina, quindi in tali paesi la nicotina nel composto chimico non può essere presente.

Molto curioso il funzionamento di questa sigaretta, la cartuccia contiene la soluzione liquida del composto chimico sopracitato, quando il fumatore aspira un sensore elettronico individua il flusso d'aria e viene così permesso di fumare.

La cartuccia può essere sostituita quando necessario con facilità, e la soluzione in esso contenuta meglio se esente da nicotina in quanto il fumatore si abitua a farne a meno, addirittura la cartuccia può essere riutilizzata andando a ricaricare il liquido che ricordiamo può essere aromatizzato ed il classico effetto del fumo è fornito dal glicerolo ed in piccola parte dal glicole propilenico, sostanzialmente una sospensione gassosa creata dal vaporizzatore, elemento importantissimo nella realizzazione del prodotto.

Risulta possibile anche comprare separatamente i componenti che sono utili a ricaricare la cartuccia, tuttavia ricordiamo come la sigaretta elettronica debba servire a smettere di fumare non essere un incentivo o addirittura sostituire il vizio della sigaretta con il tabacco a quello della sigaretta elettronica che può contenere anche nicotina all'interno della sospensione gassosa, si tratta dunque di una soluzione assolutamente temporanea che serve tassativamente per smettere definitivamente di fumare; non dimenticatelo fumatori.

La batteria è assolutamente simile a quella dei cellulari che utilizzano ioni di litio quindi mantengono la carica per una lunga durata di tempo, sicuramente più sufficiente per fumare qualche sigaretta; non dimentichiamo infatti che chi vuole smettere di fumare anche con l'ausilio della sigaretta elettronica deve comunque cercare di ridurre il numero delle volte in una giornata in cui intende fumare, anche dal punto di vista psicologico smettere passa anche da qui.

Esistono diversi tipi di carica batteria proprio come per il telefono cellulare che si collegano alla corrente di casa a 220 V, oppure modelli risulta possibile attaccare l'accendisigari dell'automobile od ancora modelli invece che hanno una presa di collegamento USB, quindi di ulteriore facilità di ricarica.

Alcune batterie sono dotate di un led che si illumina di rosso quando il fumatore aspira la sospensione gassosa, per simulare in tutto e per tutto la tradizionale sigaretta, tuttavia più recentemente si sono costruiti modelli di batteria che non si illuminano per non infastidire nessuno, tanto meno chi vede il fumatore con la sigaretta elettronica potrebbe pensare che sia fumando una sigaretta di tabacco mentre l'esempio sia all'interno di un locale dove ovviamente è proibito fumare (ma in un locale il vapore acqueo aromatizzato rompe le balle?!).

Occorre tassativamente ricordare come sia importante da parte del fumatore che intende smettere di fumare aiutandosi con sigaretta elettronica, e quest'ultima può rappresentare certo un aiuto ma sicuramente non la soluzione.

Sempre e solo è il fumatore stesso, parlo per esperienza, che deve decidere indipendentemente da tutto a tutti che realmente vuole smettere di fumare, il meccanismo interno della nostra testa che deve scattare per porre fine a questo vizio che sappiamo bene quanto male possa fare.

Risulta anche molto importante prendere atto che la sigaretta elettronica può comunque presentare una certa tossicità: parliamoci chiaro, può aiutare a smettere riducendo gradualmente la nicotina ma assolutamente non deve diventare un vizio ulteriore, non deve fornire a te stesso l'alibi, dal momento che non fa male puoi fumare tutte le volte che vuoi. Assolutamente no. Se sei intenzionato a comprare la sigaretta elettronica per smettere di fumare smetti davvero: smetti e basta.

Esistono soluzioni che non contengono nicotina, in quanto potrebbe, e meglio sarebbe, fosse assente. Tuttavia smettere di fumare significa smettere. Punto. Nessun alibi se si è realmente intenzionati.

Anche se vengono definite ecosigarette, servono, quando servono, per smettere: questo è eco.

Firmato: un ex fumatore
In quanto ex ora molto più contento, anche perché ho smesso senza ausilio alcuno, personalmente ritengo siano solo potenziali incentivi psicologici, che possono anche servire, ma la differenza, come sempre, devi farla tu.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

In Salute

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per offrire pubblicitĂ  contestualizzata, per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa. Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi