aggiornato il
Durante l'utilizzo di manubri e pesi in allenamento la concentrazione deve sempre essere buona

Manubri e pesi per allenamento

I manubri con i relativi pesi che possiamo impiegare nell'allenamento, possono offrire una certa completezza per diversi gruppi muscolari, se ben utilizzati. Fanno parte della "vecchia scuola" se vogliamo, date le più moderne attrezzature come le panche multifunzione che sostanzialmente "guidano i muscoli" durante gli esercizi.
A differenza di queste panche, l'utilizzo di manubri e pesi richiede maggiore concentrazione.

Caratteristiche dei manubri per i pesi in allenamento

Iniziamo col dire che i manubri devono essere un valido supporto per i pesi che andranno a sostenere.
Intendiamo i manubri con pesi intercambiabili, quindi tralasciamo quelli ad esempio in neoprene con pesi standard realizzati per diversificate esigenze relative all'intensità dell'allenamento.
I manubri con pesi intercambiabili offrono una rapida possibilità di sostituzione dei pesi in modo da soddisfare determinate esigenze di allenamento.

Quando ci si allena, specialmente con i pesi (comunque sempre…) la concentrazione deve essere massima, ben attenti a quello che si sta facendo.
Farsi del male è più facile di quanto si creda.
Non possiamo preoccuparci della validità del supporto quando siamo sotto sforzo in allenamento.

Quindi bene propendere per la scelta di robusti manubri, in acciaio inox, capaci di agevolare con rapidità il carico/scarico dei pesi.
Iniziamo dall'impugnatura del manubrio: tassativamente antiscivolo, magari una bella zigrinatura sull'acciaio, o comodi supporti morbidi in neoprene per agevolare la presa, praticamente un rivestimento ergonomico dell'acciaio.

Un'azienda seria che produce manubri e pesi certo non manca di fabbricare un prodotto di questo tipo.
Tuttavia purtroppo mi è capitato di vedere manubri, sì robusti, ma con impugnature, e sicurezze per quanto concerne i pesi, piuttosto scarse, che lasciavano a desiderare.
Impugnature completamente lisce, mollettoni per tenere affrancati i pesi.

Mollettoni che certo funzionano: tuttavia nel tempo è normale che possano perdere elasticità, fenomeno dovuto alla normale usura, irrigidendosi, soprattutto quando si mettono e tolgono i pesi con molta frequenza.
Una soluzione ottimale è quella rappresentata dalla filettatura nelle estremità del manubrio: si collocano i pesi, e poi due robusti bulloni vanno a serrare con sicurezza il peso per ciascuna parte.

Ovviamente in questo caso non è necessaria nessuna chiave, si tratta di robusti bulloni da chiudere tranquillamente con la mano fino a quando arrivano al fine corsa della filettatura.
Non serve accanirsi nella chiusura perché sufficientemente sicura, una volta che i bulloni giungono alla fine della filettatura sono ben saldi al loro posto, solitamente sono necessari diversi giri del bullone, quindi, è molto improbabile che possano svitarsi da soli e far cadere i pesi con possibili rischi per chi si allena.

I pesi per gli allenamenti

I pesi impiegati nei manubri sono solitamente dei robusti dischi in ghisa realizzati nelle diverse pesature.
1 kg, 2 kg, 5 kg, 10 kg per chi è sufficientemente allenato a compiere tale sforzo, e nulla impedisce di utilizzare pesi superiori, ma qui si va nel campo dei professionisti del body building.
Ovviamente la combinazione dei pesi rende possibile personalizzare al meglio la sessione di allenamento.

Esempio: per ciascun manubrio due dischi da 2 kg e due da 1 kg, due dischi da 5 kg e due da 1 kg, etc.
Come sopracitato a proposito dei manubri, la facilità di cambio dei pesi deve essere ottimale, rapida e sicura.
In primis per non perdere inutilmente tempo quando si è concentrati nell'allenamento, poi sarebbe piuttosto noioso usare una chiave per svitare il supporto, cambiare il peso, avvitare …

Dal momento che questa operazione sarebbe da ripetersi per due volte per ciascun manubrio non è certo ideale.
Comodità, efficienza, velocità di cambio dei pesi: un buon manubrio deve offrire questa caratteristica.

Utilizzo dei manubri negli allenamenti

Utilizzando un bilanciere, oppure dei manubri in allenamento, non abbiamo a disposizione la sicurezza di operazioni come quella offerta ad esempio dalla panca multifunzione.

Questo perché nella panca multifunzione le operazioni sono guidate dalla macchina stessa nel loro movimento, i pesi sono racchiusi all'interno di protezioni, ed è un'attrezzatura ovviamente pensata per chi desidera svolgere sessioni di allenamento che riguardano tutti i gruppi muscolari, da svolgere anche in tranquilla solitudine.
Se ad esempio si decide di fare alzate piuttosto pesanti con cavalletti, bilanciere e panca, è pericoloso farlo da soli, oltre che sciocco.

Il peso potrebbe sfuggire, oppure si potrebbe non essere in grado di eseguire lo sforzo come si supponeva, quindi sono ben chiari i potenziali rischi: rischi da evitare sempre, ci si allena per stare meglio, non per farsi del male.
Sempre meglio alzare qualcosa in meno, ma terminare la seduta con soddisfazione e più sani di quando si ha iniziato.

Utilizzando i manubri, è possibile allenare tutta la parte superiore del corpo, nonché procedere anche ad alzate sulle gambe tenendo i pesi appoggiati sulle spalle proprio come si fa con il bilanciere nello squat.
Attenzione però !!!

Protezioni durante gli allenamenti

1) Tanto per cominciare, quando ci si accinge a compiere uno sforzo fisico è sempre salutare cercare di prevenire possibili malanni muscolari anche quando un esercizio lo si esegue da tanto tempo e si pensa che nulla possa accadere.

2) Una buona cintura in cuoio, da pesista, ben stretta in vita, aiuta molto a contenere fasce muscolari che potrebbero lacerarsi più facilmente di altre.

3) Mai sottovalutare lo sforzo inguinale: negli uomini è consigliato l'uso di un sospensorio, o comunque slip (facilmente reperibili nei negozi specializzati) con sospensorio integrato, slip che possano risultare ben stretti intorno ai testicoli per evitare ernie inguinali.

4) Utilizzando i manubri, quando si è in piedi, la schiena deve essere ben eretta, le gambe leggermente piegate sulle ginocchia (mai rigide), in modo che lo sforzo eseguito possa essere accompagnato con armonia da tutto il corpo.

5) Anche se si utilizzano i manubri da seduti, male non fanno certo le protezioni cui sopra (attenti uomini…), e la schiena non deve risultare affaticata dal movimento.

Se è così, occorre trovare un'altra postura perché l'intero corpo lavori in armonia.
Anche se si lavora con i soli manubri, soprattutto se si è in piedi, tutto il corpo lavora durante lo sforzo fisico.
Occorre essere concentrati, sentire lo sforzo che si distribuisce in maniera ottimale anche nelle zone non direttamente interessate.
In realtà tutto il corpo è interessato, coinvolto nello sforzo fisico.

Esempio pratico: sono in piedi (con cintura ben stretta in vita e slip di cui sopra), gambe leggermente piegate sulle ginocchia, schiena diritta, faccio delle alzate per i bicipiti con i manubri.
Lo sforzo fisico lo devo sentire ben distribuito in tutto il corpo, anche se sono le braccia a compiere la fatica maggiore (o così mi sembra…).

Ma sono le gambe a sostenere il corpo, la schiena che deve faticare a rimanere diritta mentre eseguo lo sforzo, i deltoidi ed i pettorali si gonfiano, quindi faticano …
Ci vuole testa per allenarsi bene, non facciamo il banale errore di dimenticarlo, soprattutto se non siete (come non lo è chi scrive) professionisti.

Considerazioni sui pesi con manubri per allenamento

I manubri con i pesi possono rivelarsi di grande utilità per chi, come me, ha problemi di spazio.
La casa è piccola, non posso permettermi uno spazio per una panca multifunzione, né cavalletti o panca e bilanciere.
Utilizzo i manubri, e mi piace molto, mi fa stare meglio, ed oltre alla corsa che eseguo quotidianamente, mi sento bene quando ho terminato gli esercizi con i pesi.

Non sono un professionista dello sport, ma solamente una persona che lo pratica moderatamente per stare meglio.
E mi piace essere concentrato, attento, anche quando svolgo operazioni che possono sembrare di routine.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!