Menu

af1.it

Scrivo sul mio blog

 

Ice power: la forza del ghiaccio contro le punture di zanzara tigre

5 minuti
aggiornato il
Il ghiaccio in cubetti avvolto in un panno o nella borsa apposita può essere utile per lenire i pomfi delle punture di zanzara

Cubetti di ghiaccio

Gli impacchi di ghiaccio sono un rimedio efficace, pratico e concreto anche contro le irritazioni dovute alle punture delle zanzare tigre.
Le applicazioni con il ghiaccio sono uno dei rimedi in assoluto più pratici, semplici ed efficaci anche per tante altre diverse problematiche: mai eccedere comunque, e se il caso chiedere sempre consiglio preventivo al medico.

Il ghiaccio è “naturale” ma non abusarne

Il ghiaccio ha un potere antinfiammatorio eccellente, è utilizzato in tanti casi per lenire dolori dovuti a distorsioni, edemi, mal di denti, etc. ma quando utilizzato specialmente in zone delicate è perché si ha avuto uno specifico ordine medico per eseguire un trattamento, una terapia.

Anche se il ghiaccio è naturale non significa che si possa abusarne.

Cosa significa naturale, aggettivo tanto di moda ?!

Si intende probabilmente che non è qualcosa prodotto in laboratorio, questo però non rassicura per niente.
In natura è pieno di piante che sono velenose, o funghi velenosi o altamente tossici: eppure sono naturali, nessuno li ha manipolati o sofisticati artificiosamente.

Probabilmente si vuole intendere genuino e si usa a sproposito l'aggettivo “naturale”.

Entriamo nel merito delle applicazioni di ghiaccio, ottime anche per le irritazioni dovute alle punture delle zanzare tigre, che spesso a chi è allergico quindi ipersensibile provocano pomfi non indifferenti che durano anche 48 ore circa, e irritazione e prurito particolarmente fastidiosi.

In questi casi il ghiaccio è realmente capace di essere un ottimo antinfiammatorio, efficace e concreto.

Come fare correttamente gli impacchi di ghiaccio

Mai applicare il ghiaccio direttamente sulla parte da trattare: può causare lesioni ai tessuti, alla pelle, può creare danni simili alle ustioni.

● Le applicazioni vanno sempre fatte con il ghiaccio avvolto in un panno da appoggiare poi sulla parte da trattare, anzi: la parte da trattare meglio se coperta con una panno di cotone e poi applicare il ghiaccio avvolto nel suo involucro.

● Sono molto comode le classiche borse del ghiaccio, che hanno un isolamento termico, 2 strati di stoffa gommata e in mezzo un'intercapedine di aria.

Sono estremamente comode ed efficaci, e mantengono il freddo più a lungo anche durante la stagione calda, quella in cui le zanzare la fanno da padrone e il ghiaccio quando c'è afa si scioglie in fretta.

● Gli impacchi col ghiaccio vanno fatti appena il problema sorge, oltre le 48 ore non sono più così efficaci e probabilmente non servono a molto.

● Mai tenere l'applicazione di ghiaccio per più di circa 15 minuti consecutivi sulla stessa lesione.
A parte Il fatto che applicazioni così prolungate provocano dolore, comunque è sempre meglio pochi minuti di applicazione a intervalli di tempo regolari.

Nel caso delle punture di zanzare tigre ad esempio, essendocene spesso più d'una, si sposta la borsa del ghiaccio sulle diverse zone da trattare; 5 minuti da una parte, 5 minuti dall'altra, e via dicendo.

● Se si tiene l'applicazione del ghiaccio per 15 minuti consecutivi, la parte su cui è stato applicato dovrebbe rimanere a temperatura ambiente almeno 45 minuti prima di procedere nuovamente.

● Le applicazioni tuttavia più di 2 – 3 volte al giorno non si dovrebbero fare, se si deve fare diversamente che sia solo dietro consiglio medico.

● Se occorre un uso frequente del ghiaccio è bene avere almeno 2 porta-cubetti nel freezer, di modo da averne sempre pronto quando serve.

Usa bene la borsa del ghiaccio

La borsa del ghiaccio non costa molto, 15,00 € circa e può realmente durare molti anni se ben utilizzata e conservata.

Massima pulizia, sempre.

Non deve mai essere sporcata o entrare in contatto con superfici sporche, del resto non sarebbe nemmeno logico.

● La borsa la si può utilizzare fino a quando tutti i cubetti si sono sciolti, si sente facilmente toccando l'esterno della borsa.

Conservarla correttamente.
Come ?!

● Una volta utilizzata si svita il tappo e si svuota completamente l'acqua, e la si lascia capovolta con circa metà apertura del tappo libera sul lavandino di modo che possa gocciolare per bene e asciugare per diverse ore dato che l'aria entra all'interno.

● Se non deve essere utilizzata prevedibilmente per un lungo periodo, una volta completamente asciutta al suo interno si spruzza un po' di borotalco di modo che si mantenga asciutta e la stoffa gommata sempre morbida, evitando screpolature che potrebbero danneggiarla e comprometterne la tenuta.

● La si ripone con il tappo svitato (quindi aperta) nel suo contenitore, solitamente una scatola, in un luogo asciutto e riparato, a temperatura ambiente.
Aperta perché si impedisce la remota formazione di umidità all'interno.

● Se si deve farne un utilizzo frequente, o si è più persone a doverla utilizzare, è bene acquistarne più d'una di modo che se ne possa sempre fare un igienico e corretto utilizzo.

Alternative alla borsa del ghiaccio

Il così chiamato gel in ghiaccio è un prodotto capace di mantenere una certa termicità per determinati periodi di tempo, sia calore che freddo.

Sono prodotti comodi, col passare del tempo anche se riutilizzabili perdono la capacità di mantenere la temperatura desiderata sufficientemente a lungo.

Io li ho provati solo con il freddo, appena tolti dal freezer hanno una buona resa che però tende a scemare presto, buono il mantenimento del freddo quando l'involuvro era nuovo, poi dopo qualche utilizzo praticamente l'ho buttato.

Costano qualche €, prodotti magari più affidabili passano i 10 € ma dopo un po' sono comunque da sostituire.

Il rapporto qualità / prezzo è comumque soddisfacente, fermo restando che il ghiaccio e la borsa non hanno rivali nemmeno da questo punto di vista: il rendimento poi non ha paragoni.

Ci sono in commercio anche confezioni usa e getta, veloci e pratiche, ma occorre sempre vedere che utilizzo se ne intende fare.

Borsa e cubetti di ghiaccio dal freezer non hanno rivali, per resa termica e prezzo.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi