Allergia alle punture di zanzara (tigre …)

aggiornato il
Se si scopre di essere allergici alle punture di zanzara, e quella tigre sicuramente ha incentivato queste reazioni in molte più persone, è  bene rivolgersi al medico per affrontare il problema con i consigli più appropriati
Zzz zanzara zzz …

L'allergia alle punture di zanzara tigre si manifestano con pomfi evidenti ed eritemi particolarmente arrossati: cosa fare?

  1. Non sottovalutare il problema
  2. Possibili cause del perché si viene punti
  3. Come si manifesta l'allergia alle punture
    1. Il parere medico
  4. Come evitare di essere punti dalle zanzare
    1. Igiene ambientale
    2. Rimedi per la propria casa

Allergia alle punture di zanzara tigre: non sottovalutare il problema

Rivolgiti al medico dermatologo in caso di problemi.
Nelle persone particolarmente sensibili e allergiche alle punture delle zanzare, entro 48 ore l'eritema solitamente si risolve da solo, aiutato magari da qualche impacco con ghiaccio per lenire l'irritazione.
Ma non sottovalutare il problema.

Possibili cause del perché si viene punti dalle zanzare con una certa frequenza

Sulle punture di zanzara, se ne sono dette parecchie; il sangue dolce, la pelle chiara, etc.
Le zanzare sono attratte dall'anidride carbonica emessa dal respiro, e dal traspirare della pelle.

Studi medici di cui ho letto qua e là (il che è tutto un programma), hanno asserito che sono anche particolarmente attratte dal gruppo sanguigno 0, B ed A nell'ordine.

Al di là di tutto, ciascuno di noi ha geni che possono attrarre molto o meno le zanzare, sono segnali chimici che il nostro corpo trasmette e sono questi che le zanzare ricevono.

Ci sono persone che alle zanzare risultano molto appetibili, altre meno.

E sempre al di là di tutto, se pungono proprio te devi cercare di evitare il più possibile di farti pungere: è sicuramente la soluzione più banale ma è anche la più efficace, e soprattutto non ne esistono altre.

Usa comunque, quando possibile, alle semplici rimedi alle punture di zanzara.

Anche l'alimentazione può influire sul diventare più appetibile alle zanzare, e quindi alle loro punture.

Tuttavia, a meno che non si abbia un'alimentazione sregolata che potrebbe influire negativamente sulla salute (nel qual caso ti devi rivolgere al medico), mi sembra assurdo stravolgere o correggere la propria alimentazione per farsi pungere di meno dalle zanzare.

Anche perché se sei un soggetto appetibile, le zanzare ti pungeranno comunque appena ne avranno l'occasione.

Come si manifesta l'allergia alle punture di zanzara?

In modo inequivocabile.

Con pomfi evidenti guarda, particolarmente estesi, con abbondante rossore e gonfiore, che si sviluppano entro le 24 ore dopo essere stati punti.

Entro le 48 ore dovrebbero quasi scomparire, o comunque ridursi notevolmente, sebbene i segni delle punture restano ancora qualche giorno, è possibile si possa creare una zona leggermente dura sulla cute intorno alla puntura.

Si può anche manifestare qualche linea di febbre se le punture sono tante e contemporaneamente: però in questi casi è opportuno rivolgersi al medico.

Importanza del parere medico in caso di allergia

Il parere medico va comunque chiesto se si scopre di essere allergici e ipersensibili alle punture delle zanzare: in questo modo si può essere informati sulle soggettive problematiche che possono derivare, perché non siamo tutti uguali.

Se il medico ritiene il caso, può consigliare una visita specialistica dal dermatologo.

Conviene ripetere che alle persone allergiche, diverse punture insieme che danno il via a diversi pomfi contemporaneamente, possono sì creare qualche linea di febbre con il leggero malessere che ne consegue: ma la febbre non deve essere persistente, e anche in questo caso ovviamente occorre rivolgersi tempestivamente al medico.

  1. È sempre meglio chiedere un parere medico in più per niente, piuttosto che preoccuparsi poi.

Le punture delle zanzare tigre (Aedes albopictus guarda), risultano molto più irritanti rispetto alle zanzare comuni, questo è dovuto alla loro saliva.

Sfortunatamente, queste zanzare sono ormai diventate di casa anche in Italia; se una volta le persone allergiche alle punture di questi insetti potevano manifestare particolari irritazioni con zanzare più coriacee come quelle in riva ai fiumi, oggi con quelle tigre non ci si deve nemmeno spostare da casa per essere punti da zanzare particolarmente irritanti come queste.

Come evitare di essere punti dalle zanzare: mmmm…

Se esistesse risposta a questa domanda, molti problemi legati alle fastidiose punture di insetti non esisterebbero.
Così non è, il problema c'è e con tutta probabilità lo si deve tenere.

Sfortunatamente, le disinfestazioni, anche quando vengono eseguite (dovemo da fidasse) non ottengono i risultati sperati, questa almeno è la mia esperienza diretta.

Oltre a questo, come logico supporre, se anche nei giardini privati non viene eseguita una disinfestazione, anche se quella eseguita esternamente dovesse funzionare, in pratica ci si ritrova da punto accapo.

Igiene ambientale

Il problema dell'invasiva presenza delle zanzare tigre, temo sia sottovalutato; forse perché si pensa che il problema sia solo di chi viene punto con maggiore facilità, e di chi dimostra ipersensibilità individuale alle punture degli insetti in genere.

Invece il problema è legato all'igiene e alla salute di tutti, in quanto queste zanzare sono potenziali portatrici di malattie come la febbre dengue (guarda la pagina sul portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica).

Ecco perché trovo sarebbe bene intervenire in modo concreto da parte dei Comuni, offrendosi ad esempio di eseguire le disinfestazioni anche nei giardini privati.

Rimedi semplici per la propria casa

  1. L'unico modo per limitare, anche in ottima misura, di essere punti dalle zanzare è quello di tenerle lontano il più possibile.

Quindi, i rimedi sono sempre i soliti semplici e mai banali consigli, che comunque non sempre vengono adottati, vuoi perché sottovalutati, vuoi perché si ha l'impressione di combattere una battaglia persa.

  1. La disinfestazione, ad esempio nel proprio giardino, potrebbe essere la soluzione soprattutto se presenti larve in zone di ristagno di acqua, o comunque una massiccia presenza di zanzare.
  2. Eliminare tutti i possibili luoghi dove le zanzare possono proliferare, ove presente acqua e ristagni.
  3. Tenerle lontane (mission impossibile); con piante specifiche, zampironi e prodotti insetticidi, facendo attenzione a non inalare in nessuna misura tali sostanze, quindi attenzione ai fumi prodotti dalle spirali insettifughe e alle sostanze sprigionate dalle piastrine sui fornelli specifici.
  4. Usare le zanzariere per proteggere l'interno dell'abitazione.
  5. Ricordare una volta in più, che se si è allergici alle punture delle zanzare, e chi lo è ben conosce il problema, non esistono metodi infallibili per non farsi pungere: attenzione, sempre, anche se è una seccatura.
  6. Prima o poi ti pungono, fattene una ragione, e se manifesti allergia ricorda che il modo più semplice, immediato ed efficace per provare sollievo alle irritazioni delle punture è un impacco col ghiaccio.