Menu

af1.it

Uno che scrive

Pianificare gli allenamenti per l’attività fisica

7 minuti
aggiornato il
Come fa Homer Simpson in tuta da ginnastica sul tapis roulant a pianificare gli allenamenti ?!

Anche Homer pianifica gli allenamenti …

L'importanza di pianificare gli allenamenti con il medico sportivo anche per l'attività fisica non professionista è fondamentale per la salute.
Ancora troppo spesso persone si lasciano prendere dall'euforia di entrare in forma dopo lunghi periodi di inattività o addirittura senza mai avere praticato prima sport.
Non solo si rischia di sprecare energia senza ottenere nulla, ma si possono correre rischi per la salute.

Pianificare gli allenamenti: pensare prima di fare

L'entusiasmo è un vero e proprio carburante da mettere nel motore del fisico perché aiuta a fare ogni attività con l'energia necessaria, ogni percorso che si intraprende dovrebbe sempre essere fatto con passione, anche quando si tratta di un percorso obbligato: a maggior ragione vale la pena di mettere un po' di convinzione e di buonumore se si intende vivere meglio.

Tuttavia va utilizzato con moderazione, non dovrebbe mai sconfinare nell'euforia che equivale ad una sorta di ubriacatura, passata la quale sono dolori quando ci si deve riprendere, e questo è un punto fermo, sempre: occorre affrontare la realtà.
Per quanto riguarda l'attività fisica si può cadere nel tranello che tende un eccesso di euforia, anche in buonafede, e potrebbe comunque costare caro.

Ci si può sentire frustrati quando si perde la forma fisica, ma improvvisare con diete e allenamenti e voler bruciare le tappe per raggiungere gli obiettivi desiderati, è quanto di più deleterio si possa fare, senza cognizione di causa, mossi solo dalla propria volontà a cui mancano nozioni mediche e scientifiche.
Non è mai uno scherzo quando si intende fare attività fisica, che è una cosa meravigliosa, può migliorare la vita, ma va fatto con consapevolezza, certi di quanto si fa e come.

Ecco perché ritengo sia indispensabile rivolgersi ad un medico sportivo prima di intraprendere qualsivoglia tipologia di attività fisica.
Non è per essere paranoici, ma il certificato di buona salute che viene richiesto per iniziare un'attività sportiva è sempre frutto di visite accurate e approfondite ?
Lascio a te trovare la risposta.

Il parere professionale del medico sportivo prima di programmare gli allenamenti

La medicina sportiva è una specializzazione, e il medico sa come e dove intervenire quando si desidera iniziare una specifica attività per raggiungere gli obiettivi desiderati, per tornare alla forma fisica perduta o per raggiungerla.

Esami medici come elettrocardiogramma per verificare la sana attività del cuore, e una visita specialistica per constatare la corretta funzionalità motoria, sono basilari per far comprendere al medico se il soggetto può praticare uno specifico allenamento oppure no.

Potrebbe anche essere necessario, e indiscutibilmente utile, presentare gli esami ematici più recenti, ma con tutta probabilità sarà proprio il medico a richiederli.

Anche se non si ha nessuna intenzione di praticare sport a livello agonistico, ma per raggiungere uno stato di salute ottimale, per migliorare il proprio benessere, la visita del medico dovrà comunque essere approfondita, in quanto è tenuto a conoscere la condizione clinica del soggetto, prima di poter consigliare quale dieta e allenamento intraprendere, e se possibile.

Solo quando il medico è certo della salute del paziente dopo avere eseguito tutti gli esami del caso, può indicare la giusta dieta e la specifica attività fisica per far raggiungere gli obiettivi prefissati, e di sicuro occorre tempo, pazienza, e fatica.

Si è però certi di essere consapevoli dell'allenamento specifico, personalizzato, che si va a fare, idem per la dieta, che si intenda aumentare la massa muscolare invece che perdere qualche kg.
A questo punto si può partire con entusiasmo ad allenarsi, concentrandosi solo sull'attività fisica senza doversi preoccupare di altro (del tipo: mi farà bene ?! Male ?!).

Ed è un aspetto fondamentale; immagina di spendere molta energia senza ottenere alcun risultato ma stancandosi e basta, oppure seguire una dieta che si ritiene indicata quando invece non è così.
E del resto, a meno che tu non sia medico non lo puoi sapere, perché non hai le cognizioni scientifiche adeguate.

L'importanza di un rapporto di fiducia tra medico e paziente è fuori discussione, e senza le giuste indicazioni sarà ben difficile ottenere gli obiettivi prefissati, oltre che risultare potenzialmente nocivo per la salute, e sicuramente non ne vale la pena.

Anche se hai idee del tipo: devo solo tornare un po' in forma, mangiare un po' meno o di più, fare qualche corsetta, un po' di pesi, ho solo qualche kg da correggere…
Lascia perdere.
Rivolgiti al medico.
Non improvvisare.

Potrebbe costarti caro, potresti farti male, andare incontro a situazioni potenzialmente pericolose, non si scherza.

Allenamenti con il personal trainer or by yourself ?!

Dipende da te.
Se sei in grado di darti una disciplina e di seguire da te le indicazioni del medico sportivo puoi provarci.
In caso contrario, se temi di non avere sempre la giusta motivazione, se temi di cedere negli allenamenti, se non hai la certezza di eseguirli come si deve, forse è bene rivolgersi alla figura professionale del personal trainer.

Almeno per i primi tempi, perché un valido professionista ti può dire come fare per mantenere (o ritrovare) la giusta concentrazione, come ottenere il massimo dagli allenamenti, e ti ricorda quanto sia importante seguire alla lettera i consigli del medico per ottenere lo stato di forma desiderata.

Non dimenticare mai che devi sempre e comunque metterci del tuo, il medico sportivo ed il personal trainer ti sanno dare sicuramente le indicazioni del caso, ti mostrano la strada da seguire: miracoli però non ne possono fare, devi impegnarti tu e nessun altro.
Le figure professionali di medico e allenatore ti possono sicuramente sostenere, motivare, ma la fatica la devi fare tu se intendi raggiungere buoni risultati.

Non strafare mai.

Il medico sportivo ti dà le indicazioni su quale allenamento intraprendere e quale dieta seguire (solo il medico lo può fare), ma se ti risulta troppo faticoso e ritieni che la dieta non sia adeguata parlane ancora con il medico.
Il fisico necessita di tempo, più o meno tanto, per abituarsi ad una nuova situazione, sia per quanto riguarda l'alimentazione quanto per gli allenamenti.

Quindi se pensi di spendere troppo in energia e non ti senti bene come dovresti, il medico può allentare la tabella di marcia per permettere al tuo fisico di abituarsi a questa nuova situazione.
Ogni individuo fa storia a sé.

Ciò che può andare bene per una persona può non andare per un'altra.

Queste percezioni le devi avere tu se hai deciso di allenarti da solo.
Se invece ti fai aiutare negli allenamenti dal personal trainer, sicuramente tra i suoi compiti c'è anche quello di essere costantemente informato su come ti senti, come ti comporti in base a dieta e allenamenti, quindi anche lui ti potrebbe consigliare di ridurre i carichi di lavoro.

Molti consigli possono sembrare banali, ma non lo sono affatto.
Ci si accorge quando si fa fatica, quando non si trova la motivazione per fare allenamento dopo una giornata di lavoro, o quando gli allenamenti non rendono come vorresti e come dovrebbero.

Ricorda poi che il recupero, cioè il riposo che fa da intervallo tra le diverse sessioni di allenamento, è fondamentale per perseguire i risultati, sia il medico sportivo che il personal trainer te lo faranno notare.

In base allo specifico allenamento, turni di riposo infrasettimanali sono preziosi tanto quanto gli allenamenti.

Trovare le motivazioni per fare le cose bene, con calma, concentrazione, disciplina, è forse la parte più difficile, ancora più della fatica da fare.
Ma una soddisfazione di fare le cose per bene, in tutta sicurezza e nel pieno rispetto della salute.

Buon allenamento.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi