Orologio Patek Philippe: i modelli tra i più conosciuti

Orologio Patek Philippe
(Photo by Chris Lutke on Unsplash)

Orologio Patek Philippe: alcune collezioni tra quelle maggiormente conosciute che hanno scritto la storia della Maison di Ginevra.


Come già accennato nella storia di Patek Philippe, è azienda che produce tutti i pezzi da sé, vigilando al massimo, come è ovvio che sia, sulla massima qualità della produzione.

Calatrava: un tributo all'Ordine omonimo?

Non si può non ricordare la famosa collezione Calatrava, introdotta nel 1932.

La Croce di Calatrava, è formata da quattro gigli, disposti in direzione dei quattro punti cardinali.

Calatrava, è una località della Castella – La Manxa (esadir․cat), e nel periodo del Medioevo, fu teatro di scontri e cruenti combattimenti, tra Cristiani e Musulmani.

Per una migliore difesa della postazione, anche strategica da un punto di vista geografico, l'Abate Raymond Serrat diede vita, nel 1158, all'Ordine di Calatrava, e scelse come simbolo dell'Ordine, la ormai famosa Croce gigliata.

Questo Ordine, che seguiva l'esempio di quello dei Templari, fondato nel 1119 da Ugo Di Payns e Goffredo Di Saint Omer, aveva il fine di difendere dalle invasioni musulmane il territorio.

Si presume quindi, che i modelli di questa collezione di orologi, possano essere un tributo all'Ordine.

Orologio Patek Philippe: la collezione Calatrava

Sia da uomo che da donna, questi orologi si contraddistinguono per lo stile, che ha caratterizzato al meglio Patek Philippe, tanto che il Calatrava, rappresenta l'orologio classico per eccellenza nell'alta orologeria.

Il Calatrava, firma la storia della Maison, che parte dal 1932 per questa collezione.

È il risultato di una concezione estetica di avanguardia, linee sottili di un'eleganza esclusiva, una fine espressione artistica.

Realizzati sia in oro bianco che giallo, sono il simbolo della massima espressione stilistica di Patek Philippe.

Un orologio essenziale, senza eccessivi decori, caratterizzato da un quadrante di discrete dimensioni, due sottili lancette a indicare le ore e anche i secondi, secondo i vari modelli, datario, numeri arabi o romani.

Lo stile

Molto sottile, in alcuni modelli ultrapiatto, come il Calatrava Reference 5120, simbolo dell'aristocrazia orologiaia.

Numeri romani, lancette nere molto sottili, su quadrante splendidamente bianco di porcellana, la lunetta Clous de Paris, particolare decorazione e lavorazione, dona ulteriore risalto alla semplicità estetica dell'orologio.

Staatliches Bauhaus, nota come Bauhaus, è stata una scuola d'arte e di pensiero stilistico che ha operato in Germania dal 1919 fino ai primi anni del 1930.

Questa scuola, veniva considerata per molti aspetti il pensiero moderno dello stato dell'arte, la concezione secondo cui lo stile del disegno, deve essere consono all'oggetto e alla sua funzionalità.

Sin dal primo modello di Calatrava, questo pensiero stilistico veniva fatto proprio dall'azienda, nel concepire un orologio che, dalla sua creazione in poi, non ha mai smesso di essere un punto di riferimento importante per l'alta orologeria.

Anche nei modelli delle collezioni più recenti, questa concezione stilistica non è mai andata perduta, al contrario; ha cercato di seguire l'evoluzione del gusto, e dello stile contemporaneo.

Collezione davvero ricca di modelli, sia da uomo che da donna, che spaziano dai meccanismi più sofisticati alle indicazioni più ricche (data, ora, secondi, etc.) non perdendo però mai di vista lo stile, ormai classico, di questo orologio.

Il look

Questo look, che punta a un'essenzialità dell'oggetto, tende a essere privo di tutti quegli orpelli che potrebbero mettere in secondo piano la massima funzionalità ed estetica dell'orologio, concentrando al massimo la visibilità sulle lancette, ed a questi livelli, prodotto inteso anche come piccola (per dimensioni) opera d'arte, come per ogni prodotto relativo all'alta orologeria.

Partendo dunque dalla semplice ed essenziale forma a moneta del quadrante, in tutti questi anni dal 1932 in poi, Patek Philippe ha implementato la collezione Calatrava con movimenti ed estetica che continuano a essere un punto di riferimento importante.

Patek Philippe Nautilus

Altro storico modello è il Nautilus, introdotto sul mercato dalla Maison ginevrina nel 1976.

Fino a quel momento, Patek Philippe aveva prodotto orologi dallo stile inconfondibilmente classico, elegante, decise così di cimentarsi nella produzione di un nuovo orologio sportivo di lusso, che potesse diventare un ulteriore punto di riferimento, negli strumenti di misurazione del tempo di elevato lignaggio.

La forma del quadrante è chiaramente ispirata agli oblò delle navi, o dei sottomarini: il Nautilus era, nelle avventure fantastiche, il sottomarino di Capitano Nemo, nei romanzi di Jules Verne.

Non solo, ma il Nautilus fu il primo sommergibile funzionante progettato dall'americano Robert Fulton.

Un orologio da uomo, sportivo, elegante, che Patek Philippe decise di produrre, e ancora una volta il clock risultò apprezzato dagli appassionati.

Il modello originale

Il primo è stato il Reference 3700/1, realizzato in acciaio, robusto, che secondo il desiderio dell'azienda, doveva risultare come nuovo riferimento di segnatempo sportivo di lusso, dallo stile ben preciso.

Il disegno del quadrante reinterpretava al meglio quelle che erano le forme degli oblò nei primi modelli dei mezzi di navigazione: finestre rotonde, con montatura in acciaio chiuse ai lati rispettivamente da una cerniera e da viti di fissaggio per comprimere al meglio le guarnizioni.

Otto semicerchi disposti a ottagono, formano il quadrante del Nautilus, impermeabile, Patek Philippe ha trasferito la linea di eleganza che sempre ha contraddistinto gli orologi della Maison anche in un segnatempo sportivo.

La grande cassa del primo esemplare, venne denominata Jumbo, definizione ancora utilizzata dagli appassionati, per riferirsi a questo segnatempo sportivo di lusso.

Qualche anno più tardi, la produzione venne anche implementata con modelli da donna, che anche in questo caso, sono oggetto di ricerca da parte dei collezionisti.

Il look sempre attuale

La linea del Nautilus è rimasta pressoché invariata, fedele all'originale, e non potrebbe essere altrimenti.

Quando prende vita un prodotto stilisticamente interessante, e innovativo, è destinato a durare nel tempo, pur correggendo le linee al gusto e al design più attuale.

Oro bianco, rosa, fasi lunari, anche per il Nautilus è possibile spaziare in una buona gamma di scelta, orologi sempre ovviamente contraddistinti da elevata, minuziosa e pregiata fattura.

Ellisse d'Oro

Altro segnatempo importante della Maison, è l'elegante Ellisse d'Oro, con cassa di forma ellittica, fine incrocio tra cerchio e rettangolo sapientemente proporzionati.

Quando fu introdotto nel mercato nel 1968, stupì piacevolmente per la sua forma anche artisti e architetti, che trovarono affascinante l'equilibrata disposizione delle linee che formano l'orologio, per le proporzioni che lo contraddistinguono.

Il concetto del disegno è basato infatti sullo studio della sezione aurea, meglio ancora sulla regola aurea, ovvero la giusta ed equilibrata proporzione delle forme, e delle dimensioni.

Regola che è oggetto di studio sin dai tempi più antichi, basilare per ottenere un buon lavoro architettonico, o figurativo.

Modello estremamente elegante, sobrio, più che mai degno del nome che porta: Ellisse d'Oro.

Gondolo

Altro segnatempo che non si può non citare, è il Gondolo, che anche nei modelli più recenti e attuali, è comunque una moderna reinterpretazione dello stile Art Déco.

Cassa rettangolare, o quadrata, o ancora linee dritte nelle parti superiore e inferiore, ed ellittiche ai lati come nel Reference 5098.

Particolarmente apprezzabile anche il 4981 da donna, dove le linee ellittiche sono quelle superiore e inferiore, e diritte ai lati, altro innovativo modello di introdurre un elegante orologio nella gioielleria destinata alla donna.

Altre collezioni

Per poi arrivare ai modelli che appartengono alla collezione Grande Complication, calendario perpetuo, time zones, ore del mondo, cronografi, dove la sobria eleganza è sempre la regola, meccanismi e movimenti sofisticati, contraddistinguono ogni singolo pezzo.

Ci sono anche interessanti modelli di orologio da tasca, con e senza coperchio.

Il Lepine e l'Hunter, Grandi complicazioni per eccellenza, che racchiudono al loro interno tutto il sapere orologiaio della Maison di Ginevra.

Tutti i modelli Patek․com.

Patek Philippe orologio: dove comprare

Come per ogni acquisto di un orologio di alto lignaggio, rivenditori autorizzati e competenti sono la regola dove rivolgersi per effettuare le scelte migliori.

Se possiedi una certa esperienza, puoi anche comprare on line (Amazon․it), da venditori affidabili, dove la garanzia è parte integrante della loro serietà.

Questi oggetti che, anche per il prezzo, sono a tutti gli effetti delle opere d'arte dell'alta orologeria, in caso di revisione e manutenzione, necessitano di operatori altamente qualificati, e nessuno meglio dello stesso produttore, può garantire questa prerogativa.

Anche nel caso di acquisto di usato, serve avere competenza adeguata, conoscere il prodotto specifico, e la garanzia è regola da seguire obbligatoriamente.

Sia per certificazione di originalità dell'orologio, il suo perfetto funzionamento, e la sicurezza che non vi siano state manomissioni, che andrebbero indelebilmente a deteriorare la qualità di funzionamento, e il valore.