Menu

af1.it

Uno che scrive

 

Grattugia elettrica o manuale ?

5 minuti
aggiornato il
La grattugia manuale penso possa dare maggiore soddisfazione, anche perché il cibo lo lavori con le mani

Cioccolato grattugiato

La grattugia manuale forse è meglio di quella elettrica perché più semplice, veloce e facile da pulire rispetto a quella elettrica.
Non sempre un elettrodomestico è migliore a prescindere rispetto all'operazione manuale, e per quanto riguarda la grattugia questo è uno di quei casi.

L'importante è grattugiare bene il cibo

Senza ombra di dubbio grattugiare il formaggio dev'essere un'operazione semplice, veloce e ben fatta.
Qualcosa che dia soddisfazione, come grattugiare del buon formaggio su un piatto di pasta fumante.

Alcune grattugie manuali sono davvero quanto di più semplice, efficace e veloce per grattugiare del buon formaggio a pasta dura stagionato; ma non solo, pensa al cioccolato fondente grattugiato, che meraviglia.

Il cibo viene così utilizzato quando serve, cosa che ovviamente è possibile anche con una grattugia elettrica.

Quale grattugia scegliere ?

Grattugia piatta

Per le grattugie manuali è meglio preferire materiali come acciaio e legno, evitare quelli plastici a meno che non siano utilizzati per realizzare robuste impugnature.

Una grattugia manuale piatta con la robusta superficie di acciaio inox dotata di manico o comunque di solida e comoda impugnatura è probabilmente la miglior tipologia di grattugia per il formaggio.

Non deve essere ovviamente troppo piccola, altrimenti si fatica e non si riesce bene nel lavoro.
È sicuramente la più veloce e semplice da pulire.
Oltre che piatta la superficie può essere a semicerchio.

Grattugia a 4 lati

Formata a parallelepipedo in quanto ha 4 superfici (facce), ciascuna con fori e tagli diversi, per differenti tipi di formaggio.
Ve ne sono anche con 6 lati, magari anche oltre, importante una comoda impugnatura.

Grattugia rotante

Dotata di un vano dove inserire i pezzi di formaggio, il cilindro sottostante che quando viene azionato manualmente tramite una manovella oppure elettricamente dal motore, grattugia il formaggio inserito nel contenitore sopra.

Vanno tenute in mano durante l'utilizzo.
Il formaggio va tagliato in piccoli pezzi che vanno inseriti via via che viene grattugiato, a differenza delle altre dove se ne può tenere in mano un pezzo (esempio una bella fetta da 1 kg).

E allora quale grattugia scegliere ?!

Quella piatta è sicuramente la più sbrigativa a parità di efficacia, e come quella con più lati permette di grattugiare il formaggio direttamente da un bel pezzo della forma.

Pezzi medio-grandi di formaggio permettono di mantenere le dita lontane dalla grattugia permettendo così di lavorare in tutta sicurezza.

Igiene della grattugia e facilità di pulizia

L'igiene della cucina, dell'attrezzatura e di tutti gli utensili è imprescindibile.
Una semplice grattugia in acciaio, piatta, con manico robusto o comunque agevole impugnatura, con una sola e robusta superficie di appoggio di buono spessore, risulta molto più semplice e veloce da pulire.

È indicata solo per essere utilizzata con formaggio a pasta dura stagionato, in caso contrario ovviamente non è possibile grattugiare ma al contrario il formaggio verrà malamente triturato, spezzettato.

I piccoli fori presenti sulla superficie li si può pulire piuttosto facilmente.

Talvolta capita di sentire: le mani puzzano di formaggio, di cipolla, di pesce, etc.

Acqua e sapone dopo che si è grattugiato il formaggio risolvono il problema, oppure il succo di limone che si usa anche quando si maneggia il pesce, o ancora si utilizzano dei guanti in lattice, o semplicemente in plastica sottile e trasparente, sempre comunque usa e getta.

Non vedo il problema, anzi, sembra assurdo avere a che fare con il cibo (che va necessariamente preparato con le mani), e pretendere che le mani non sentano di nulla; sebbene usando dei guanti è possibile anche questo.

È vero che talvolta non ci si formalizza con il linguaggio ed istintivamente si usano gli stessi verbi che si usano di frequente specialmente quando si parla con qualcuno con cui si ha una certa confidenza; tuttavia il verbo puzzare non lo trovo per niente appropriato al cibo, a meno che questo non sia andato a male e allora mi chiedo cosa ci faccia in una cucina, o in una dispensa.

Precisazione a parte, di sicuro le condizioni igieniche della grattugia sono importanti come quelle di un qualsiasi altro utensile di cucina.

Alcune persone trovano degli svantaggi nell'utilizzare la grattugia manuale, che sinceramente fatico a comprendere.

A meno che non si abbia l'esigenza di grattugiarne parecchio dove quella elettrica può tornare comoda per chi magari ha l'abitudine di conservare per qualche giorno in frigo il formaggio grattugiato.

La pulizia può sempre essere eseguita in modo accurato e correttamente igienico per qualsiasi attrezzo di cucina, talvolta richiede più tempo altre meno.

La grattugia piatta (o semicircolare) essendo composta da una sola superficie è inevitabilmente più facile e veloce da pulire.

Come pulire la grattugia dal formaggio residuo ?!

Ci sono diverse opzioni disponibili, scegli quella che ti risulta più pratica ed efficace in base alla tipologia di grattugia che utilizzi.

● È sempre meglio lasciare che i residui del formaggio sulla grattugia siano essiccati, soprattutto se il grattugiato non è particolarmente stagionato e tende ad appiccicare.

1) Con un limone tagliato a metà puoi strofinare la superficie della grattugia; oltre che ripulire dai residui rilascia il profumo del limone.
La si può passare sotto l'acqua calda e poi è importante farla asciugare per bene.

2) Lasciare la grattugia in freezer per 15 minuti circa e poi sotto l'acqua calda.

3) E utilizzare uno spazzolino ?!
Funziona sicuramente se con setole molto rigide e dure, ma poi devi ripulire lo spazzolino in modo minuzioso, lavarlo, farlo asciugare molto bene, altrimenti siamo da punto accapo se il supporto che serve a pulire non è perfettamente pulito.

Le grattugie rotanti devono potersi smontare, quindi vanno pulite pezzo per pezzo, e ovviamente particolare attenzione dev'essere riposta negli eventuali residui di formaggio, che devono sempre essere rimossi dopo ogni utilizzo, in modo da evitare il formarsi di muffe, cattivi odori, e mancanza di igiene.

Per questo motivo è importante pulire bene anche eventuali contenitori che raccolgono il formaggio grattugiato affinché si mantengano sempre puliti e igienicamente corretti.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi