Come scegliere un regalo perché sia originale e gradito

✎ aggiornato il
Come scegliere un regalo che sia sempre qualcosa di speciale
Regali incartati (photo by Lukasz Dec on StockSnap)

Come scegliere un regalo perché sia originale e gradito: i migliori requisiti per la scelta sono generosità e fantasia.


Se non sai cosa scegliere: regala del denaro

Un regalo, non necessariamente deve appartenere ad una categoria di prodotti prestabilita.
Cosa importante forse, si rivela quella di regalare il giusto articolo ogni determinata occasione, eh… se proprio non sai cosa regalare, se hai il timore che il regalo possa non essere usato o apprezzato, se non hai la certezza che sia indicato per la specifica occasione, una busta con denaro come regalo ha sempre il suo perché.

Fare un regalo

Fare un regalo, è un gesto che può assumere molteplici aspetti: buona cortesia, riconoscenza, altruismo.
Ci fermiamo ovviamente alla motivazione di voler fare un regalo per buoni fini, fare un dono per corrompere non è certo tra queste buone motivazioni.

Fare un dono comunque, può essere sempre un gesto importante, non solo per chi lo riceve, anche per chi lo regala.
Non necessariamente importa l'entità economica dell'oggetto in sé, conta il gesto e le motivazioni che ci portano a voler fare un regalo.

Non lesinare

Anche il costo del regalo ha il proprio peso: se ad esempio siamo invitati ad un matrimonio di amici, diciamo che il pranzo non costa meno di 100,00 € a testa, se doniamo loro del denaro, come si usa fare sovente nei matrimoni, inferiore al prezzo del pranzo, non si fa una gran bella figura, anzi, si fa esplicitamente una figuraccia, se regalo dev'essere almeno il doppio, per ogni singola persona invitata, del costo indicativo del pranzo.

Un'altra motivazione risulta essere particolarmente interessante quando si fa un regalo: la generosità.

Non è certo necessario contrarre dei debiti per fare un regalo, per usare un eufemismo.
Però non si può nascondere che anche l'entità economica ha la sua importanza, e si dovrebbe riferire ad alcuni aspetti basilari.

Ogni regalo, fermo restando quelle che sono le soggettive disponibilità economiche, deve essere commisurato e rapportato alla persona che dona, ed a quella che riceve: l'affetto che eventualmente si prova per questa persona, i rapporti più o meno stretti che ad essa legano, l'importanza dell'evento per cui si è deciso di fare un dono.

Sono regole semplicissime, ma possono fare la differenza tra essere ricordati una volta in più, per il regalo, invece che classificati come uno dei tanti.

A volte basta un pizzico di impegno per fare una buona differenza, in termini qualitativi.
E quando ci sono di mezzo i rapporti umani, un regalo anche di modesta entità economica, può assumere un valore enorme.

Quale regalo scegliere

La mossa migliore quando decidiamo di fare un regalo, è che questo possa avere una certa attinenza con l'evento per il quale decidiamo di farlo.

Non esistono limiti o imposizioni da rispettare, nessuno vieta di regalare anche gli oggetti o i prodotti più disparati in ricorrenze o avvenimenti cui poco ci azzeccano con l'evento stesso, purché sia rispettata una certa originalità.

Forse vale la pena di fermarsi un attimo e pensare:

1) A chi si intende fare il regalo?

2) In che rapporti si è con questa persona?

3) Se è un regalo che doniamo perché invitati ad un evento, di quale evento si tratta?

4) Stabiliamo un prezzo entro il quale possiamo essere certi, almeno dal punto di vista dell'entità economica, di avere fatto la nostra parte.

Allora non fermiamoci sulla porta della creatività, cerchiamo di farci strada trovando buone idee, non che debbano stupire a tutti i costi, ma che possano essere ricordate attraverso il dono che intendiamo fare.

Può bastare molto meno di quanto si possa immaginare, anche un regalo che non sia un pezzo unico può comunque trasformarsi in un oggetto personalizzato, da parte di chi lo dona.

Una scacchiera, un candelabro, possono essere idee originali, mai banali, che si inseriscono sempre bene nell'arredamento di casa.

Un orologio: ogni volta che la persona che lo ha ricevuto in regalo guarda le ore, forse si ricorda di chi glielo ha donato.

Regalare gioielli, implica invece di avere una forte intimità con la persona alla quale si intende donare.

Non cercare di stupire a tutti i costi

Se proprio non si riesce a districarsi, una busta con del denaro risulta sempre qualcosa di estremamente utile, che permette a chi lo riceve di poterlo spendere per acquistare quello che desidera; e non si sbaglia mai.

Ad esempio, in un matrimonio, invece della bomboniera, agli invitati potrebbe essere regalata un'acquaforte, con un bel soggetto, che fatta incorniciare potrebbe assumere un aspetto ancora migliore e collocata nel contesto dell'arredo di casa; un modo per far sì che il regalo di un avvenimento così importante, possa farlo ricordare, una volta di più.

Forse, una delle prerogative più interessanti di un regalo, è proprio questa: che non sia dimenticato, non solo il regalo, bensì anche la persona che lo ha fatto.

• E se si ha il timore, che il regalo scelto, o quello che si ha intenzione di fare, possa risultare qualcosa di banale, allora meglio denaro (cash, sempre in una busta chiusa), che fa sempre indiscutibilmente comodo.

E se, nella busta chiusa, ci scrivi poche parole, ma buone, il regalo sarà sicuramente ricordato, e farà piacere a chi lo riceve che probabilmente si conserverà anche la busta con le righe scritte sul biglietto all'interno.

Non devi stupire a tutti i costi, mettici affetto -:)