Menu

af1.it

Uno che scrive

Qisan Magicforce typewriter retro keycaps

5 minuti
aggiornato il
Qisan Magicforce Key Typewriter keycap set Retro: keycaps in chiaro stile retro per switch tipologia Cherry MX Technology: il prezzo è più alto della qualità del prodotto

Keycaps Retro

Qisan Magicforce typewriter retro keycaps tasti per tastiere meccaniche con switch tipologia Cherry MX technology: onestamente pensavo fossero meglio.
Il rapporto qualità/prezzo non lo trovo buono, se avessi valutato meglio l'acquisto non li avrei comprati, per questo prezzo mi aspettavo di più.
Se questo fosse stato inferiore, allora il discorso sarebbe diverso, ma così stanno le cose.

Magicforce retro keycaps: pensavo fossero meglio

Erano poche settimane che avevo comprato la mia prima tastiera meccanica, e dal momento che mi ci sono subito appassionato, ho deciso di provare a cambiare i keycaps per vedere come fosse.
Ho visto questi tasti, Qisan Magicforce retro, che si rifanno esplicitamente a quelli delle più vecchie macchine per scrivere; tasti rotondi, con l'anello cromato, e ho voluto provare ad acquistarli andando a spendere 37,00 € per questi 108 tasti.

Sono rimasto contento ?
No, sapevo benissimo che non erano predisposti per la retroilluminazione, ma non è questo il problema, e li ho acquistati per provarli esclusivamente sulla Inflictor, anche se allora avevo solo quella di tastiera meccanica, le compatte che prediligo sono arrivate poi ma onestamente sono OEM e mi trovo benissimo così, e devo dire che apprezzo molto anche i keycaps con cui sono equipaggiate.

Col senno di poi ritengo di averli pagati troppo per la qualità offerta, e proprio per questo livello qualitativo, col senno di poi non li comprerei più.

I Qisan Magicforce 108-Key Tipewriter Keycap set Retro sono realizzati in ABS di sufficiente qualità, sono abbastanza gradevoli da vedere, tuttavia pensavo fossero meglio e mi aspettavo decisamente di più per il prezzo pagato, parto subito ad elencare i contro.

Qisan Magicforce typewriter keycap set: pro e contro

Contro:

● non tutte le lettere sono ben allineate, centrate, sul tasto;

● la pecca più grave è che i tasti più larghi come shift tab CapsLock Backspace spacebar sono privi dei supporti laterali, dato che lo switch è uno sotto ogni tasto, nei tasti più larghi sono necessari i supporti specifici, sempre ad incastro, ho dovuto utilizzare quelli della Inflictor dato che non sono inclusi nel prodotto.

Parte sottostante dei keycaps: a sinistra quelli montati sulla Motospeed CK104, a destra il Qisan Magicforce key typewriter keycap Retro

Parte sottostante dei keycaps

Anche nella parte sottostante dei tasti originali della Inflictor, si nota come la realizzazione sia di gran lunga migliore di questi stile retro, che non sono male, tuttavia non abbastanza.

Questo spiega perché ho sostituito solamente i tasti delle lettere praticamente, per riprovare questi keycaps, dato che le altre volte che li avevo provati sostituendo tutti i 104 tasti della Inflictor, e devo dire che preferisco di gran lunga i keycaps originali della Motospeed CK104 invece di questi, mi sono effettivamente lasciato tentare dallo stile retro, ma onestamente non mi ritengo soddisfatto, niente, cose che succedono.

In un tasto, mentre lo stavo smontando, si è tolto l'anello cromato, anch'esso in materiale plastico, tuttavia l'ho rimesso e a quanto pare rimane; un dettaglio che comunque non depone a favore della bontà della costruzione.

Pro:

● va detto che la precisione è buona, sempre però per quanto riguarda solo i tasti piccoli, il fatto che misurano 17 mm di diametro fa in modo che le dita vadano a premere con una certa sicurezza, ovviamente anche per via del fatto che i tasti sono rotondi si è agevolati durante la scrittura.

● a parte il fatto che ho potuto provare tasti diversi, esperienza sempre utile, non mi viene in mente altro, a tal punto che il prezzo pagato non mi sembra adeguato per questa qualità, ma potrebbe anche essere una questione di gusti soggettivi per quanto riguarda il feedback, limiti costruttivi a parte.

● I keycaps sono venduti sopra un pratico supporto dove ogni keycap viene posizionato ad incastro, sicuramente una soluzione molto comoda per posizionare i keycaps che vengono intercambiati, avendoli subito tutti a portata di mano.

p.s. la retroilluminazione presente nella Inflictor risulta comunque gradevole sebbene i tasti non siano backlit, ma questo è ben specificato nella descrizione del prodotto sui siti che vendono questi keycaps.

Qisan magicforce keycaps retro set 104 tasti: il semplice pannello plastico sotto i tasti permette di mantenerli ordinati anche mentre si cambiano quelli della tastiera

Qisan magicforce keycaps retro set 104 tasti

Il responso tattile e uditivo dei keycaps Qisan Magicforce retro

Gli switch in stile Cherry MX sono piuttosto semplici da togliere, anche con un semplice keypuller in plastica, di quelli corti; ben diverso è il discorso con tasti stile Alps, Matias, dove sono molto ben ancorati, la tipologia costruttiva è completamente diversa.

Preferisco di gran lunga gli switch di default montati sulla Motospeed CK 104, meglio realizzati, ottimi nel fissaggio, una volta assemblati sembrano un tutt'uno con la tastiera, piacevoli al tatto, questi Magicforce invece non rendono più di tanto l'idea di essere saldamente attaccati agli switch.
Possono essere gradevoli da vedere, ma non oltre.

Anche per quanto riguarda il responso tattile, molto meglio gli OEM della Inflictor, per ottenere un responso tattile migliore con i Qisan Magicforce Retro ho dovuto estrarre i supporti posteriori della tastiera per alzarla leggermente nella parte posteriore, in modo da avere un maggiore riscontro, amplificando un po' il rumore prodotto, cosa che con i keycaps di default non è necessaria in quanto la tastiera risponde comunque bene anche con i supporti chiusi.

Nonostante i keycaps Qisan, una volta montati risultino più alti di 3 mm circa rispetto agli OEM della Motospeed CK104, il feedback, sia tattile che uditivo è nettamente inferiore per quanto mi riguarda, nella parte sottostante dei keycaps si può anche chiaramente notare la differenza.

Anche quando sono montati non restituiscono quella sensazione di solidità che dimostrano altri keycaps, ad esempio come quelli di default su altre tastiere meccaniche, particolarmente piacevoli al tatto.

Per togliere questi Magicforce retro non serve nemmeno il keycap puller, con le dita vengono via tranquillamente, a differenza degli switch in stile Cherry MX dove si rende necessario il keycap puller, quello in plastica è sufficiente, mentre addirittura negli Alps la solidità di montaggio è ancora maggiore e per non rischiare di danneggiare il keycap è meglio utilizzare un puller di metallo, che sono quelli anche più lunghi per facilitare la leva di estrazione.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per offrire pubblicitĂ  contestualizzata, per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa. Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi