Menu

af1.it

Uno che scrive

 

La soddisfazione di utilizzo della tastiera meccanica Leopold FC660C

8 minuti
aggiornato il
La Leopold FC660C è la migliore tastiera in assoluto tra quelle che ho provato: anche dopo mesi di utilizzo, ogni volta è come se fosse la prima, una grande emozione

La tastiera migliore che abbia mai provato

Ho già scritto un articolo riguardo la tastiera 60 percent Leopold FC660C equipaggiata con i “magici” Topre switch e mi piace talmente che ne scrivo un altro.
Perché? Perché se hai intenzione di comprare una tastiera 60 percent come Dio comanda ti posso garantire che questa è una scelta davvero azzeccata: costa qualcosa, ma sono soldi investiti bene.

Leopold FC660C: una tastiera speciale: anzi unica

Se ho scritto che la HHKB Professional 2 è Sua Maestà la tastiera, l'ho scritto anche per un motivo romantico, se vogliamo.
La HHKB Professional 2 rappresenta per i più intransigenti appassionati una sorta di elite da avere, nella propria collezione di tastiere (lascio a te decidere se si tratta di una tastiera meccanica oppure no, come la Leopold FC660C del resto, ma questo, credimi, è un dettaglio irrilevante, “e poi ti ripeto il perché”).

La HHKB P2, davvero è qualcosa di speciale, di unico, e fino a pochi mesi fa anche di piuttosto raro; da poco infatti è commercializzata anche in Europa; non che un appassionato vero si lasci abbattere da oneri doganali e spese di spedizione di tutto rispetto, per farla arrivare dagli U.S.A. o dal Giappone, tuttavia oggi è disponibile anche appena fuori casa.

Qualcosa di speciale, in quanto davvero è una tastiera particolare, per tanti motivi, se vuoi approfondire l'argomento ti invito a leggere l'articolo che ho scritto a riguardo (linkato sopra).

Tuttavia, se la HHKB P2 è Sua Maestà la tastiera, per dirla tutta, io la Leopold FC660C la preferisco, sebbene le ami entrambe e mai rinuncerei a 2 piccole, grandi, enormi, tastiere di questo tipo.

Se ami le tastiere meccaniche, che siano quelle con switch lineari e morbidi da premere, invece che rigidi e rumorosi e tattili, oppure se preferisci la macchina per scrivere, non puoi non innamorarti di una tastiera come questa: provare per credere.

Il fatto che la Leopold FC660C abbia il backplate, ovvero si tratta di una tastiera plate-mounted in quanto gli switch sono montati su di un pannello metallico, invece che direttamente sul circuito stampato come nel caso della HHKB P2.
Non sono poi così tante le tastiere con gli switch PCB in commercio, almeno a quanto mi è dato di sapere, e la HHKB è tra queste.

Si tratta sicuramente di una scelta particolare, c'è a chi piace e a chi no.
Gusti a parte, sia con switch montati direttamente sul circuito stampato, invece che sul pannello metallico, parliamo di progettazioni specifiche, differenti ed uniche per ciascuna tastiera, ed ognuna fa storia a sé.

Dopo essermi da poco concesso anche la KBParadise V60 equipaggiata con gli Fukka switch, qualche tastiera meccanica l'ho provata, e ti posso garantire che quelle che ho le amo tutte, indistintamente, in quanto diverse anche quando simili, e ciascuna con una tipologia di feedback ben diverso e sempre soddisfacente.

Ho sempre cercato di documentarmi parecchio prima di acquistare una tastiera, e non mi sono mai trovato pentito degli acquisti fatti, tutt'altro, devo dire che le informazioni che ho trovato su internet sono ottime e abbondanti, e mi hanno guidato correttamente nelle scelte che volevo.

Così come ancora oggi, dopo avere provato tastiere ben più costose e precise, ed avendo ormai definitivamente scelto le tastiere 60 percent, sono sempre convinto che la Motospeed CK104 sia una tastiera dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, e sono altrettanto convinto che la miglior tastiera in assoluto che potevo desiderare è proprio la Leopold FC660C.

Se la scelta fosse obbligata: una su tutte

Se dovessi essere costretto, tra le tastiere che ho, a sceglierne una soltanto, sceglierei istintivamente proprio la Leopold FC660C.
Con grande rammarico e dispiacere per le altre; chi è appassionato di tastiere meccaniche sa bene di cosa parlo.

Mi sono sempre trovato molto, ma molto soddisfatto di tutte le tastiere che ho acquistato, e con la Leopold ancora di più, e soprattutto col senno di poi, dopo avere provato anche tastiere con maggiore rinculo dei tasti, ed anche una tastiera più costosa come la HHKB P2 equipaggiata oltretutto con gli stessi switch.

Il gentile rimbalzo, per non dire rinculo, dei tasti della Leopold FC660C non ti stanca nemmeno dopo ore e ore di scrittura; risulta sempre gradevole come una piacevole novità, anche dopo mesi di utilizzo della tastiera, tempo intervallato anche dall'utilizzo di altre tastiere, poi quando torno alla Leopold FC660C, è sempre come tornare a casa, anche se da un lungo e piacevole viaggio: e la casa è sempre la casa, “home sweet home.”

Il percorso emotivo nell'utilizzo delle tastiere meccaniche, è qualcosa di inevitabile; se così non fosse non proveresti passione per questi oggetti di culto per i più appassionati, e puoi tranquillamente scrivere con tastiere molto meno costose e comunque pratiche, che il loro dovere lo fanno lo stesso.

Però se hai letto quello che sto scrivendo fino a questo punto, significa che l'argomento tastiere meccaniche ti interessa, e forse ti appassiona.
Per chi lavora con la tastiera, quella meccanica è qualcosa di speciale, di unico e irripetibile ogni volta che la utilizza.

Quando all'inizio di questo articolo ho definito “magici” gli switch Topre, l'ho fatto espressamente in quanto oggetto di diatriba tra i più oltranzisti, per via del fatto che questi switch utilizzano anche una membrana in gomma per ogni tasto, quindi non sarebbero da considerare meccanici.

Non me può fregare di meno, parola mia.
Più o meno come tutti, nella vita ho preso le mie tranvate, quella del fanatismo però l'ho sempre schivata, in ogni interesse che ho avuto.

Ergo, non me può fregare di meno della fantomatica elucubrazione mentale del voler classificare a tutti i costi una tipologia di switch, se a membrana o meccanici, quello che invece mi interessa profondamente e appassionatamente, è quello che gli switch mi restituiscono quando uso la tastiera, in termini di soddisfazione, emozione (sissignore), divertimento, praticità, concretezza.
E ti ho ripetuto il perché: riguardo gli switch Topre…

Bando: alle ciance…
Sfido chiunque, a non trovare almeno molto interessante la tastiera Leopold FC660C, e dopo averla provata penso che non se ne dimenticherà più.

Durante il mio viaggio nelle tastiere meccaniche, a questo punto mi piacerebbe provare una sana tastiera 60 percent equipaggiata con le mitiche Bucking Spring, non so se questo sogno sia prossimo a realizzarsi, ma continuerò ad inseguirlo.

Per uno come me, a cui piacciono le tastiere 60 percent con switch decisamente tattili, rigidi, rumorosi, penso che le celeberrime IBM Buckling Spring potrebbero completare, quella sorta di cerchio magico, che ho iniziato a disegnare quando ho acquistato la mia prima tastiera meccanica.

E sono comunque certo che, estremamente soddisfatto del sano rinculo dei tasti prodotti dalle mitiche molle deformanti, qualcosa che probabilmente di più meccanico non c'è per quanto riguarda le tastiere, continuerei comunque ad amare la mia piccola, grande, immensa tastiera Leopold FC660C.

Vuoi comprare la Leopold FC660C? Ti faresti un grande regalo

Come se non bastasse, il bellissimo viaggio emotivo che fai ogni volta che utilizzi la Leopold 60 percent con gli Topre switch, ciliegiona sulla torta, questa splendida tastiera è dotata anche delle 4 frecce direzionali. Figata.
Sono una di quelle cose che quando ci sono, tornano sempre molto utili, forse, ma solo forse, anche per i più oltranzisti e puristi appassionati che mai, o quasi, lo ammetterebbero.

Al di là di tutti i dati tecnici, sempre interessanti, e di cui internet risulta zeppo, ciò che più mi interessa di una specifica tastiera, è quando mi restituisce in termini di soddisfazione durante l'utilizzo, tutto il resto sono chiacchiere.

L'accoppiata vincente secondo me nella Leopold FC660C, quella che concretamente fa la differenza, è data dal backplate sul quale sono montati gli storici switch Topre, che fanno della Leopold FC660C una tastiera dalla struttura particolarmente robusta, degna di ogni amante delle vere tastiere meccaniche con responso tattile.
Oh yeah.

Ti piacciono le tastiere meccaniche?
Vuoi farti un regalo e provarne una speciale?
Compra la Leopold FC660C.
Non te ne pentirai.

Se vuoi comprare la Leopold FC660C con gli switch elettrostatici capacitivi Topre, queste sono le offerte più interessanti, nonché uniche, che ho trovato sul mercato italiano, e precisamente su eBay:

● Questa è quella che ho trovato al prezzo più conveniente, dal venditore widebasket (dove l'ho comprata io) che ha un feedback positivo del 100%):

Leopold FC660C Electrostatic Capacitive Topre Switch Keyboard PBT Grey Blue
Prezzo (senza i centesimi) : € 211+13 di spese di spedizione

Se desideri la tastiera di un colore differente, contatta il venditore, non credo abbia problemi a soddisfare la tua richiesta, al limite ti chiederà di aspettare qualche giorno, ma penso che sia ben contento di accontentarti.
Anche nel caso la tastiera non sia momentaneamente disponibile, si tratta solo di un'attesa di poco tempo, ed anche in questo caso puoi tranquillamente, e senza impegno contattare il venditore per sapere quando, questa meravigliosa tastiera, è disponibile.

Si tratta certamente di una spesa importante, ma se ami le tastiere, cosa te lo dico a fare…

Keep good & stay in touch.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi