Menu

af1.it

Uno che scrive

Spray repellenti per zanzara

5 minuti
aggiornato il
Gli spray repellenti per zanzare possono essere una delle soluzioni maggiormente efficaci per combattere le punture di zanzara, come sempre occorre non abusare mai e scegliere prodotti effettivamente innocui per la pelle

Piano con gli spray …

Cosa contengono gli spray repellenti per zanzare e quanto sono efficaci ?
Chi è particolarmente sensibile alle punture di zanzara, ben conosce l'argomento, infatti gli spray repellenti sono solo uno dei rimedi usati per evitare quanto più possibile le fastidiose irritazioni dovute alle punture di questi insetti.

Piastrine, zampirone, zanzariere: e anche spray repellenti, perché chi è sensibile al problema è di fatto costretto ad utilizzare diversi rimedi.
Per proteggersi dalla punture di zanzara troviamo anche queste soluzioni.

Ma cosa contengono questi spray ?

Lo spray repellente per le zanzare: uno dei rimedi

Molto spesso a chi capita di arrivare all'esasperazione per le punture di zanzara, e a chi è sensibile al problema almeno una volta sarà capitato, spinti proprio dall'esasperazione si tende talvolta a prendere soluzioni drastiche e arrivare addirittura a trovare rimedi senza andare tanto per il sottile.

Questo comportamento non risolve il problema.

Calma, un bel respiro, e non dimenticare che la prevenzione è sempre la miglior cura.

Anni fa mi era capitato di trovare in farmacia una confezione contenente spray e roll-on al Ledum palustre, efficace contro le zanzare e profumato.

Non ho più trovato lo stesso prodotto, un po' caro a dire il vero, così quando mi serve ho scelto uno spray che contiene i seguenti ingredienti.

Ingredienti di uno spray antizanzare

● Acqua – e fin qui ci siamo.

● Menthanediol – Viene estratto in olio essenziale dall'Eucalypto.

● Paraffinum liquidum, paraffina liquida.

● Hexyldecanol – utilizzato come emolliente.

● PEG-40 Hydrogenated Castor oil – derivato dall'olio di ricino, usato come solubile.

● Cetyl alcol – Alcol cetilico, addensante, emulsionante.

● Ceteareth 12 – altro emulsionante.

● Cocos nucifera oil – olio di cocco.

● Stearyl alcohol, composto organico ricavato dall'acido stearico, a sua volta ottenuto da acidi e grassi della saponificazione.

● Citric acid, presente in molti vegetali, come limone e arancia.

● Potassium citrate, sale di potassio dell'acido citrico.

Considerazioni e prodotti fai da te

Si tratta di prodotti utilizzati in cosmetica, l'effetto repellente alle zanzare funziona, perché non sono mai stato punto nelle parti di pelle trattate con il prodotto.

Gli ingredienti sopra, a parte quelli di origine naturale sono ovviamente ottenuti per sintesi chimica, e per quanto riguarda questo spray il principio attivo repellente è dato dall'eucalipto e in parte dall'acido citrico, gli altri ingredienti servono come emulsionanti, addensanti, etc. in grado di poter nebulizzare il prodotto e spruzzarlo direttamente sulla pelle, e l'alcol per conservare oltre che rendere la lozione meglio utilizzabile.

Il prodotto cui gli ingredienti ho elencato sopra si trova tranquillamente nei in supermercati come LD, in confezioni da 100 ml al costo di circa 3 €, i flaconi non sono propriamente economici sebbene quelli di marca o acquistati in farmacia costano decisamente di più, facilmente anche il doppio e oltre.

Ci si può cimentare anche nella produzione fai da te, procurandosi:

● un flacone con nebulizzatore – da pulire per bene.

● acqua distillata (85%);

● alcol (15%);

● oli essenziali, come menta, geranio, lavanda, citronella: poche gocce cadauno.

Come tutti i prodotti non devono essere utilizzati quando non servono, o solo perché sono naturali; questo non significa che possano creare problemi.

L'alcol svolge anche il ruolo di conservante, oltre che dissolvere gli oli essenziali, tuttavia è sempre bene prepararne piccole quantità di modo che possa essere utilizzato in breve tempo.

Per eseguire comunque un buon acquisto per quanto riguarda lo spray, occorre confrontare gli ingredienti, eseguire una breve ricerca su di essi, comprendere quanto sia il principio attivo in percentuale quando possibile, e comunque la prova regina sulla bontà del prodotto rimane sempre l'efficacia concreta di azione repellente alle zanzare.

Se decidi per il fai da te, seleziona con cura gli oli che intendi acquistare, informati sulla provenienza e come sono ottenuti, non farti ingannare dalla moda del naturale.

INCI è la denominazione internazionale utilizzata per riportare le indicazioni degli ingredienti sull'etichetta dei prodotti cosmetici, usata dai Paesi membri dell'Unione Europea ma non solo.

Il database degli ingredienti può tornare utile per sapere a cosa servono determinati composti, di quelli che probabilmente sono presenti in prodotti che utilizziamo tutti i giorni, come shampo, sapone, etc.

Uno dei vantaggi rappresentati da internet è relativo alla possibilità di acquisire velocemente informazioni su molteplici prodotti e servizi, anche questo aiuta a fare buoni acquisti.

Come tutti i prodotti anche lo spray antizanzare può dare vita a fenomeni di sensibilità soggettiva, e comunque ancora una volta è bene ricordare che va usato solo quando serve, prevalentemente all'aperto, in quanto quando si è in casa è più semplice scegliere altre soluzioni, come le zanzariere ad esempio.

● La presenza di alcol negli spray antizanzara fa in modo che asciughi piuttosto velocemente a contatto con la pelle, e quando si spruzza è bene tenere lo spray ad una distanza di circa 30- 40 cm circa, di modo che possa distribuirsi uniformemente.

● Assicurasi che lo spruzzo possa nebulizzare bene, la soluzione non deve arrivare liquida sulla pelle, bensì quando nebulizzata.

● Dal momento che la nebulizzazione non è ottenuta con gas (sarebbe assurdo in questo caso e per questo utilizzo) è bene prestare la giusta attenzione quando si spruzza il prodotto.

In questo modo unge ancora meno e asciugano più velocemente, la lozione risulta distribuita in modo più uniforme aumentandone l'efficiacia contro le zanzare.

Precauzioni nell'utilizzo degli spray repellenti per zanzare

Quando si è costretti a dover utilizzare con una certa frequenza gli spray antizanzara, è sempre bene lavare spesso la pelle e poi se necessario riapplicare la soluzione, che deve servire per evitare sì le punture di zanzara, ma non deve in nessuna misura ledere la salute.

Anche se la diethyltoluamid, o dietiltoluamide, comunemente chiamata DEET è una sostanza con caratteristiche repellenti maggiori rispetto ad altri prodotti, sembra non essere così sicura per la salute.

È sempre opportuno accertarsi che gli spray antizanzara da utilizzare non abbiano potenziali effetti nocivi (anche a lungo termine) per la salute, e ricordarsi ancora di lavare spesso la pelle anche se poi occorre applicare nuovamente lo spray.

Se non si è sicuri dei prodotti cui si dispone, meglio evitare di usarli e ricorrere ad altri metodi meno comodi, come ad esempio coprire il più possibile le zone di pelle scoperte, piuttosto di usare prodotti che generano incertezze.

 

               

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!