Menu

af1.it

Scrivo sul mio blog

 

Rasoio DE: la rasatura che mi mancava

5 minuti
aggiornato il
Che bellezza avere finalmente provato il rasoio di sicurezza tradizionale, una rasatura così la aspettavo da tanto tempo, tutti i giorni, e il contropelo non è più un ossessione

I miei rasoi DE

Meglio tardi che mai è bellissimo: ho scoperto da poco il piacere della rasatura con il rasoio di sicurezza con le lame a doppio filo: figata.
Non rinnego nulla delle esperienze passate, in generale, errori inclusi: non rinnego nulla nemmeno del multilama, specialmente il five-blade, ma la rasatura con il rasoio DE è tutta un'altra storia: rifigata.

La rasatura dolce: una piacevole sorpresa

Per necessità virtù mi sono trovati pochi anni or sono a dover fare mio il concetto “meglio tardi che mai”, ed è vero che non tutto il male viene per nuocere.
Meglio tardi che mai equivale a non sprecare più malamente il tempo disponibile.

Ma veniamo al rasoio di sicurezza: da tempo ci pensavo, meditavo, mi dicevo: non ho ancora provato a radermi con questo affascinante, vecchio e sempre attuale rasoio.
E mi sono deciso, ed è stata una piacevole sorpresa, anche perché poi quando qualcosa mi piace mi ci appassiono davvero.

Così ho iniziato con questi 2 rasoi:

Edwin Jagger DE89BL closed comb;

Parker 63C open comb.

Non mi aspettavo una rasatura così dolce, che quasi pensare nuovamente al multilama mi fa rabbrividire, specialmente nel contropelo, che non è assolutamente tassativo da fare ogni volta che ti radi.
Provare per credere.

Rasoio DE closed comb e open comb: la differenza sostanziale

La differenza sostanziale tra un rasoio di sicurezza a pettine chiuso (closed comb) e pettine aperto (open comb) è la maggiore efficacia dell'open comb in quanto permette una rasatura più profonda, a detta di alcuni più aggressiva, ma onestamente adesso che ho provato questi rasoi (e sto imparando ad usarli, perché un po' di training è dovuto ed è anche molto piacevole), l'aggettivo “aggressivo” lo vedo molto meglio sul multilama, assolutamente no sul rasoio DE, classificato come rasoio di sicurezza tradizionale, tuttavia anche il multilama è un rasoio di sicurezza, anche se il DE viene definito così proprio per distinguerlo dal multilama.

Con il rasoio closed comb tagliarsi è praticamente impossibile, a meno che ti impegni parecchio per questo; non mi è mai successo fortunatamente di tagliarmi con nessun tipo di rasoio, nemmeno con il multilama, la cui rasatura è decisamente più aggressiva, mi è capitato, col multilama, qualche piccolo taglietto dove la pelle era più irritata.

Mentre con il rasoio di sicurezza open comb, la rasatura è più efficace, a differenza del closed comb dove il pettine è chiuso, e risulta proprio come una barriera sotto la lama, che impedisce di tagliarsi accidentalmente; la rasatura è meno efficace dell'open comb, ma se ti radi tutti i giorni, non dovresti avere nessun tipo di problema, specialmente se come me sei un neofita e ti stai appassionando all'uso di questo tipo di rasoio che è intramontabile.

Quando io ho iniziato a radermi, oltre 30 anni fa, anche probabilmente per mancanza di zelo da parte mia, mi sono accontentato, anche per pigrizia forse, del bilama, poi il trilama, ma non ho mai ottenuto grandi soddisfazioni dalla rasatura; avevo persino provato il rasoio elettrico ma per poco, l'ho ancora ma lo uso solo per tagliare i peli dietro al collo quando regolo i capelli.

Per chi è stato un po' pigro come lo sono stato io, all'epoca il multilama rappresentava una sorta di evoluzione del rasoio di sicurezza, o meglio questo lo diceva la pubblicità, e la scelta sembrava più limitata di quanto fosse in realtà, come ha detto anche il simpatico e bravo Mauro Di Lernia sul suo canale YouTube

Nemmeno tantissimo tempo fa, ho provato il 5 lame: una rasatura decisamente molto più piacevole rispetto al bilama e al trilama, un altro pianeta per quanto mi riguarda, ho rivalutato il multilama che avevo sempre guardato con poca ammirazione, per via dei risultati poco soddisfacenti.

Fino a qualche anno fa, l'unica rasatura che mi dava davvero soddisfazione era quella del mio amico barbiere: panno caldo sul volto, crema, o olio pre-rasatura, sapone da barba col pennello, e poi la rasatura con il mitico rasoio a mano libera, quello che si affila sulla cintura di cuoio.

Non ho mai voluto imparare la tecnica del rasoio a mano libera, non vorrei che in un momento di rabbia mi venisse la tentazione di usarlo con qualcuno.
Battutaccia politicamente scorretta a parte…
E allora, una volta riscoperto, o forse addirittura scoperto, il piacere della rasatura con il five-blade, mi sono detto: adesso devo togliermi questo pensiero che mi insegue da anni e finalmente provare questo rasoio molto affascinante anche nella progettazione, nella realizzazione e nell'estetica.

La rasatura tradizionale: e la luce fu…

Come ho sentito dire dal bravo Douglas Mortimer (alias Fabio Bernieri), una volta “armato” il rasoio con la lametta, bellissima definizione, è pronto per essere usato: e ti fai un bel regalo, oh uomo cresciuto radentoti con il multilama.

Questi bellissimi rasoi, hanno il peso sulla testina, e grazie al peso di questa la rasatura ha il suo perché.
Anche quando impugni il rasoio, ti accorgi subito che è qualcosa di speciale, peso a parte, sono realizzati in modo da essere solidi, robusti, personalmente dopo essermi documentato un po', ho capito che prediligo il 3 parti, invece di quello a farfalla o 2 parti.

E poi c'è il capitolo delle lame: oh yeah…
Attualmente sto usando le Personna Platinum con il closed comb Edwin Jagger DE89BL, mentre con il Parker 63C utilizzo le Feather Platinum coated, e mi trovo bene, nonostante l'apprendistato in corso.

Quando ho comprato l'Edwin Jagger, incluse nel prodotto c'erano 5 lame Derby Extra, che non mi hanno soddisfatto parecchio, ma riproverò.
Ho ancora parecchie cose da raccontati a riguardo, meritano approfondimenti appassionati, ci sto lavorando.

So, keep well your shaving & stay in touch.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi