Menu

af1.it

Uno che scrive

 

Come preparare la pelle del volto alla rasatura

4 minuti
aggiornato il
Preparare la pelle del volto alla rasatura è un momento particolarmente importante, che se trascurato può creare irritazioni fastidiose alla pelle e creare disagi da risolvere con l'aiuto del dermatologo

Set completo per la rasatura

Preparare la pelle del volto alla rasatura non dovrebbe mai essere sottovalutato onde evitare spiacevoli irritazioni e rasature incomplete e mal riuscite.
Troppe volte la rasatura viene associata a qualcosa da fare in fretta, cui non si dedica troppo tempo: è sbagliato.
Si tratta sicuramente di un gesto ripetuto tante e tante volte ma che merita le giuste attenzioni, e comunque non richiede un tempo prolungato.

Procedimento pre-rasatura

● Lavarsi e asciugarsi bene le mani.

● Lavarsi e pulirsi bene la faccia con acqua tiepida e sapone per liberare la pelle da eventuali impurità e batteri.

● Se i peli sono abbastanza lunghi, tagliali con una forbice ben affilata, sarà più semplice poi radersi con la lametta.

● Una volta pulita e asciugata, inumidire la pelle con acqua tiepida, oppure con un panno riscaldato con vapore.
Lasciare agire qualche minuto il tepore sulla pelle.

È un passaggio importante perché il calore favorisce l'apertura dei pori della pelle, i peli fuoriescono e sono più facili da tagliare.

● Con le mani pulite, procedere con la stesura della schiuma da barba; meglio se risulta preparata qualche attimo prima, è un particolare importante.

● È ideale utilizzare un buon pennello da barba per la stesura della schiuma: arriva meglio anche nei punti più difficili e la stesura è senza ombra di dubbio più omogenea e ben fatta, rispetto ad usare le mani.

● Anche la schiuma da barba va lasciata agire qualche minuto una volta stesa.

● Poi si procede con la rasatura, con una lama pulita e bene affilata.

Eseguire la rasatura sempre con attenzione

È proprio questo che talvolta crea problemi in determinate azioni: considerare qualcosa per scontato, una cosa che tanto la si fa spesso, la si è fatta tante e tante volte che figurati se me ne devo preoccupare.

Nulla di più sbagliato.

È vero che radersi è un'azione che si ripete tantissime volte e che da tantissime volte la si mette in pratica, ma deve sempre essere messa in pratica con particolari attenzioni che sono irrinunciabili per una buona ed efficace rasatura ed una corretta igiene.

Proprio perché si tratta di un'operazione realizzata con tanti gesti ripetitivi, questi gesti devono essere ripetuti bene, con cura e scrupolo.

Anche perché è un momento di relax da decidere a sé stessi, radersi di fretta provoca solo arrabbiature.

Il dopo … barba …

Appena terminata la rasatura, con acqua fredda si procede a risciacquare la pelle del volto: l'acqua fredda aiuta i pori della pelle a richiudersi, dopo essere stati aperti, dilatati dal tepore prima della rasatura.

Una bella ed energica risciacquata con acqua fredda, pulisce la pelle del volto e sistema il suo equilibrio.
È un'operazione da svolgere con cura e attenzione, risciacquare bene da ogni residuo di schiuma.

Con una spugna pulita e morbida, solo tamponando e mai sfregando si procede ad asciugare la pelle del volto, asciugarla bene, accuratamente.

Aspettare qualche minuto per lasciar riprendere la pelle dal trattamento subito, e poi, solo dopo si applica il dopobarba: e anche in questo caso a ciascuno il suo.

Chi ha particolari problemi di irritazione, ipersensibilità alla pelle, è ovviamente opportuno che si rivolga ad un medico dermatologo per risolvere il problema, e seguire le eventuali indicazioni sui prodotti da usare.

Personalmente io da una vita utilizzo una lozione a base alcolica perché mi trovo bene, ha sempre un'azione antibatterica e disinfettante, astringente per i pori della pelle, anche se è doveroso non utilizzarlo in caso di ferite o piccole abrasioni: in questo caso occorre cambiare lozione ed utilizzarne una specifica.

Io mi sono sempre trovato bene con questa semplice lozione a base alcolica come dopobarba, lascia la pelle ben tesa, e pur avendo provato (per curiosità) altre soluzioni senza alcol, lenitive, come balsamo, gel, tuttavia non mi hanno mai procurato lo stesso piacere e lo stesso benessere della soluzione che uso abitualmente.

A ciascuno il suo: non c'è ombra di dubbio, utilizzare specifiche lozioni è sempre frutto di personale esperienza e difficilmente qualcuno cambia abitudini solo perché ognuno dice la sua.

Applicare la lozione dopobarba diventa anch'essa una di quelle azioni ripetute tante volte, che però sono sempre frutto di attenzione e cura a come le si svolge, uno di quei gesti che sono sempre un piacere.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi