Come pulire le lamette da barba

🕐 4 minuti @ Condividi via Email
Aggiornato:
Come pulire le lamette da barba
(photo by Rioja83 on Pixabay)

Come pulire le lamette da barba: è importante per la corretta igiene e prevenire possibili irritazioni della pelle.


Lamette pulite e sempre efficienti

Può capitare di andare di fretta quando ci si rade, e si tende a sottovalutare l'importanza di una lametta sempre efficiente, capace di lasciare la pelle appena rasata, morbida e fresca.

Come pulire le lamette da barba con semplice ma corretta igiene

Anche le lamette usa e getta, quando di buona qualità durano diverse volte, sempre tenendo conto della barba, che non è mai uguale per ognuno, una barba più dura da radere, incide sulla durata della lametta.

Lamette da barba delle testine intercambiabili

Quando hai finito di raderti, la lametta va risciacquata sotto abbondante acqua corrente, per togliere i residui più grossolani.

Risultando inevitabilmente umida, si crea il posto preferito per la proliferazione di batteri, e di muffa; anche quando questa non fosse presente in modo visibile, potrebbe esserci comunque, e di certo non sarebbe igienico utilizzare nuovamente la lametta in quelle condizioni.

Quando hai terminato di usarla, prima la scuoti qualche volta, energicamente, sul lavabo per farle perdere l'acqua residua, ed è bene lasciarla asciugare per diverse ore, in un luogo dove ci sia una buona circolazione di aria che provvede all'asciugatura dell'umidità; l'ideale sarebbe di lasciarla esposta al sole, la stessa cosa vale per il pennello da barba una volta pulito.

Pulire bene le lamette delle testine intercambiabili, dei multilama specialmente, non è così semplice: le bombolette di aria compressa ti aiutano a pulirle con maggiore facilità.

Una volta ben asciutta, la si può sistemare nel contenitore dove la si custodisce di solito; come la custodia in plastica, dove sono contenute le lamette nuove.

Andando a inserire in queste custodie una lametta perfettamente asciutta, si evita che nella plastica si possa trasferire ulteriore umidità.

Lamette da barba tradizionali DE

La pulizia della tradizionale lametta da barba DE, è molto pi` semplice rispetto alle noiose testine multilama.

Una volta pulita e risciacquata sotto l'acqua corrente, si asciuga facilmente sopra un pezzo di carta igienica.

La semplice genialata di passare un attimo sulla fiamma la lametta prima di radersi, la disinfetta in modo facile e veloce; per questo uso lo Zippo.

Più che altro si tratta(va) di una mia mania, passare la lametta sulla fiamma, sebbene una disinfettata brutale e semplice in questo modo, sia oltre ogni ragionevole dubbio.

Una pulita con cotone idrofilo imbevuto di disinfettante, può anche andare.

Riepilogando

La rasatura, dovrebbe sempre essere un piacere, indipendentemente dal fatto che talvolta si può essere presi dalla fretta; meglio alzarsi magari più presto la mattina, per avere più tempo a disposizione, e fare in modo che la sia sempre un momento piacevole.

Proprio per questo, è sempre bene avere lame pulite e affilate, sceglile con attenzione quando le compri, le Feather gialle sono quelle che preferisco, oltre alle Kai, molto affilate e piuttosto rigide, le uso con un rasoio DE open comb.

Sebbene questi due marchi, siano praticamente i più cari per quanto riguarda le lamette DE, sono sempre molto più economiche rispetto alle testine intercambiabili del rasoio multilama, e l'affilatura, nonché il risultato della rasatura, non ha eguali.

Il rasoio di sicurezza, creato appositamente per permettere a più persone possibili di radersi con facilità, riducendo notevolmente i rischi dovuti a tagli, può offrire una rasatura molto piacevole.

Terminata la rasatura con rasoio con lamette DE:

• energica sciacquatura della lama, e del rasoio, sotto acqua corrente;

• asciugatura;

• asciugatura anche per il rasoio, privo delle lame.

Prima della rasatura con lame che hai già usato, ma ancora buone, dato che almeno un paio di volte si possono usare:

• veloce passata sulla fiamma delle lame ben pulite.

Buona rasatura.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.