Impianto CO2 acquario senza bombola

Aggiornato il  🕢 4 min.
Impianto CO2 senza bombola per acquario Zac Carbo Plus
(Image by OpenClipart-Vectors from Pixabay)

Impianto CO2 acquario senza bombola: comodo, un prodotto che ho usato per diversi anni con ottimi risultati per le piante e gestione della vasca.


Zac Carbo Plus

Nel 2002 venni a conoscenza, girovagando su internet, di un rivoluzionario impianto per l'erogazione di CO2 per acquario, che non necessitava di bombola.

Figuriamoci se la notizia non mi ha incuriosito.

Così ho scoperto questo prodotto, certamente innovativo, anche se devo dire che l'impianto di CO2 con bombola dell'azienda torinese TFJ, era sempre andato più che bene: unico problema, dalle mie parti, una certa scomodità nel reperire persone disposte a ricaricare bombole di CO2 per una così esigua quantità.

Come funziona

Il suddetto Carbo Plus, prodotto da un'azienda tedesca, non so se altre hanno seguito l'esempio, anche se mi auguro sia brevettato, è costituito praticamente da un potenziometro, dalle seguenti dimensioni di 20 cm di altezza, 7 cm di larghezza, e 5 cm di profondità.

Potenziometro che viene collegato alla presa di corrente, e i 220 Volt li trasforma in 12 V.

Elettrolisi

Un cavo elettrico che parte dal potenziometro, è collegato ad un elettrodo di acciaio inox, dentro il quale viene collocata una piastra di carbone, lunga 20 cm circa, larga 6 cm e alta 1 cm.

Il potenziometro, invia corrente a 12 Volt all'elettrodo posizionato nell'acquario, il passaggio della corrente in acqua (o comunque in soluzione liquida), da luogo all'elettrolisi, che divide nell'acqua l'idrogeno, dall'ossigeno.

L'idrogeno diviso, risale verso la superficie dell'acqua, e l'ossigeno si lega al carbonio prodotto dalla lastra di carbone, formando diossido di carbonio (CO2), in gran parte utilizzabile, e assimilabile, dalle piante.

Erogazione CO2

Il potenziometro è facilmente regolabile attraverso una manopola, facendola ruotare in senso orario aumenta la potenza di corrente da inviare all'elettrodo, e girando in senso antiorario, ne diminuisce l'intensità.

Il tutto è facilmente verificabile tramite 10 led luminosi verdi, che si accendono in sequenza, via via che la potenza di corrente erogata aumenta.

In un acquario da 200 litri, io avevo impostato il potenziometro a metà circa della sua potenza, 4 o 5 led luminosi accesi: acquario che risultava colmo di piante, con acqua tenera (4 dGH, 3 dKH), e acida (pH 6,0).

Nell'ottimo impianto TFJ che usavo, avevo due gruppi erogatori posizionati nell'acquario, e per ciascuno una valvola che permetteva una precisa regolazione per ogni gruppo diffusore.

Con lo Zac Carbo Plus, ho trovato altrettanta precisione nell'erogazione della CO2, che è un aspetto di fondamentale importanza, per ogni impianto di questo tipo.

Sarebbe un notevole problema il contrario; ovvero, non avere un controllo accurato di erogazione dell'anidride carbonica in acquario.

Lastra di carbone

La durata della piastra di carbone, utilizzando come sopra, era di circa 6 mesi, dopodiché, nel potenziometro si accende un led rosso, che indica il momento di sostituire la placca di carbone, ormai esausta.

Le piante crescevano molto bene (punto uno), i pesci continuavano a vivere come solito e riprodursi; dico questo se avessi dubbi a riguardo.

Misurazione di CO2 nell'acqua

Io utilizzavo un indicatore di CO2 Dennerle, sempre presente in acquario, cui spesso sostituivo la soluzione, per avere sempre parametri il più affidabili possibile, e la quantità di CO2 non era mai inferiore ai 30 mg per litro.

Il prezzo

Attualmente, il costo del Carbo Plus è intorno agli 80,00 €, quello della piastra 17,00 €: nel mio caso, la durata di 6 mesi, ammortizzava discretamente la spesa, tenendo conto del fatto che il suo impiego è di estrema comodità.

La gestione dell'impianto

Mi piaceva l'idea di abbandonare le bombole, che comunque ogni tot anni sono da revisionare, oltre i 5 anni di utilizzo del Carbo Plus, non avevo ancora avuto bisogno di sostituire l'elettrodo di acciaio inox.

In commercio, è presente comunque ogni singolo pezzo da sostituire, dalle ventose su cui appoggia l'elettrodo, agli alloggiamenti in gomma dove inserire la piastra di carbone.

Quando sostituivo questa, visto che c'ero cambiavo anche il piccolo conduttore metallico che fa da tramite tra elettrodo e piastra di carbone, per mantenere sempre buona l'efficienza di CO2 erogata.

Con l'impianto CO2 per acquario senza bombola Zac Carbo Plus (se vuoi valutare l'acquisto), io ho trovato solo vantaggi dal suo impiego, molto comodo da usare, e facile da gestire, senza l'impegno delle bombole, dalle ricariche, alla manutenzione periodica, per mantenerle in sicurezza.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho scoperto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.