Acquario tropicale: come allestire la vasca

aggiornato il
Come allestire la vasca per l'acquario tropicale: non è difficile ricreare un buon habitat per pesci e piante
Acquario tropicale (Foto di Emir Kaan Okutan da Pexels)

L'acquario tropicale dev'essere in grado di riprodurre il più fedelmente possibile l'habitat naturale dei pesci e delle piante che ospita.

Temperatura e illuminazione

A cominciare dalla temperatura e dall'illuminazione, in quanto nel clima tropicale si raggiungono facilmente temperature elevate, e l'intensità luminosa è notevole.

Le differenze con l'acquario mediterraneo

L'acquario tropicale, non può avere le stesse necessità dell'acquario mediterraneo: le temperature sono ben diverse, ed in alcuni casi addirittura si rende necessario l’utilizzo di un refrigeratore, per mantenere la temperatura dell'acqua entro e non oltre determinati limiti.


Temperatura mai inferiore ai 25°C

Al contrario, nell'acquario tropicale si provvede di far avere all'acqua una temperatura difficilmente inferiore ai 25°C, secondo le differenti esigenze di pesci, e piante, tuttavia una temperatura inferiore, soprattutto per i pesci, potrebbe farli ammalare.

Pesci come lo scalare o il discus, potrebbero avere problemi non indifferenti con temperatura sotto i 28°C.

Il termoriscaldatore per l'acqua

È sufficiente un affidabile termoriscaldatore, oppure il cavo riscaldante applicato sul fondo della vasca prima dell'allestimento, meglio ancora entrambi, in quanto si dividono il lavoro.

Lavoro alternato dei riscaldatori

È anche possibile farli funzionare alternativamente; il calore sale verso l'alto, quindi il cavo riscaldante nel fondo crea un'importante, seppure lieve, circolazione di acqua nel substrato.

Invece, il termoriscaldatore nella vasca, alloggiato in genere prima de comparto filtrante, provvede a riscaldare l'acqua.

Da tanti anni gli appassionati di acquari coltivano questa passione, e le aziende specializzate hanno notevolmente ampliato l'offerta dei prodotti.

Gli strumenti che servono al funzionamento della vasca, hanno raggiunto livelli qualitativamente molto elevati, e la loro affidabilità non desta preoccupazioni di sorta.

Potenza del riscaldatore

Per quanto riguarda il termoriscaldatore, è preferibile sceglierne uno con maggiore potenza di quella richiesta: in questo modo non lavorerà al massimo della capacità a tutto vantaggio dell'usura sicuramente inferiore.

Indicativamente, ci si può azzardare nel dire che per ogni litro di acqua, ` necessario almeno 1 Watt di potenza del riscaldatore; meglio se 1,5 Watt, per i motivi sopra citati.

Le lampade

Anche la scelta delle lampade per la giusta illuminazione riveste particolare importanza nell'acquario tropicale.

È necessaria una radiazione di luce particolarmente intensa, per riprodurre quella che è la luce naturale dei tropici, dal quale arrivano, sebbene da generazioni in cattività, i pesci e le piante che ospitiamo nell'acquario.

Il calore prodotto dalle lampade

Un altro aspetto importante, è che le lampade per l'illuminazione dell'acquario tropicale, siano esse lampade al neon, lampade HQL, oppure HQI, o LED, producono molto calore.

Inevitabilmente, riscaldano ulteriormente la temperatura dell'acqua, andando a togliere parte del lavoro al termoriscaldatore; tuttavia, un acquario tropicale non teme il caldo, semmai il contrario.

La naturale dispersione di calore delle lampade, necessaria per il loro corretto funzionamento, favorisce la vita della vasca.