Allestimento vasca acquario di acqua dolce: partire bene significa essere oltre la metà dell'opera.

Partire bene con l'allestimento della vasca per l'acquario, è di fondamentale importanza, per evitare parecchi problemi poi, particolarmente complessi da risolvere; nulla è impossibile, ma richiede tempo, pazienza, tanta, e talvolta spreco di denaro.


Accessori acquario dolce

Accessori acquario dolce
(Foto di Irina_kukuts da Pixabay)

Accessori acquario dolce, dalla loro efficienza dipende la salute di pesci, piante, ecosistema della vasca.


Acquario Ciclidi Africa orientale

Acquario Ciclidi Africa Orientale: dovrebbe avere una vasca con capienza minima di 150 litri netti, e dimensioni abbondanti della vasca, non inferiore a 120 cm: hanno bisogno di esprimere la loro territorialità anche se l'allevamento prevede una sola specie
Bellissimo esemplare di Ciclide dell'Africa Orientale (photo by Kevin McIver on Pixabay)

Acquario Ciclidi Africa Orientale: per allevarli la vasca di almeno 120 cm di lunghezza e non inferiore ai 150 litri netti di capienza.


Acquario tropicale dolce

Come allestire la vasca per l'acquario tropicale: non è difficile ricreare un buon habitat per pesci e piante
Acquario tropicale (Foto di Emir Kaan Okutan da Pexels)

L'acquario tropicale dev'essere in grado di riprodurre il più fedelmente possibile l'habitat naturale dei pesci e delle piante che ospita.


Come scegliere la vasca per l’acquario

Come e quale vasca scegliere per l'acquario: di forma rettangolare, sufficientemente spaziosa, alta non oltre i 50 cm
(photo by Daniel Corneschi on Unsplash)

Come scegliere la vasca per l'acquario di acqua dolce: forma rettangolare (parallelepipedo), capienza idonea, altezza non oltre 50 cm.


Guida acquario acqua dolce

Guida all'acquario di acqua dolce passo passo per partire da subito con il piede giusto
Un ottimo esempio di acquario ben allestito e funzionante (photo by Seagul on Pixabay)

Guida acquario acqua dolce: tutto quello che ho imparato in anni di gestione degli acquari, dalla scelta della vasca al suo allestimento.


Posizionare acquario

Posizionare correttamente l'acquario significa che poi non lo devi spostare più: quindi cerca un supporto robusto, stabile, in bolla, e se è un mobile che sia molto resistente
Posizionare l'acquario sopra un robusto supporto (photo by OpenClipArt-Vectors on Pixabay)

Posizionare acquario: prima di procedere con l'allestimento, significa collocarlo sopra un supporto robusto, stabile, in piano, con superficie adeguata per appoggiare la vasca.


Prima di allestire l’acquario

Allestire l'acquario: partire bene da subito
Acquario ben allestito (Photo by Huy Phan on Unsplash)

Prima di allestire l'acquario: ricorda che serve partire bene dall'inizio per evitare possibili e noiose seccature: partendo bene, sei a metà dell'opera: ecco come.


Scegliere acquario: come, quale

Scegliere acquario, vasca, posizionamento
(Photo by Nolan Krattinger on Unsplash)

Scegliere acquario: sebbene sia popolato da pesci e piante che vivono e si riproducono può a tutti gli effetti essere considerato come elemento di arredo.


Vasca acquario dolce…

Allestimento vasca acquario dolce
(Photo by Hobi industri on Unsplash)

Dagli errori si impara

Quando ho comprato il mio primo acquario, era già allestito, ho svuotato quasi tutta l'acqua, ne ho lasciato poca per i 3 pesci che c'erano (Portaspada), e una volta portato a casa ho messo nuovamente l'acqua.

Era di 100 litri di capienza netta, realizzato artigianalmente, molto bello, con il coperchio in opale, e un robusto, massiccio mobile di supporto.

Quando poi ho deciso di coltivare piante in modo intensivo, ho trasferito i pesci nella vasca di quarantena, che poi era una vasca di 30 litri di capienza, il primo acquario in assoluto che ho avuto, me lo comprarono i miei genitori quando avevo 11 anni.
Poi, ho dovuto rifare tutto daccapo.

Quando lo avevo comprato, complice la mia inesperienza, aveva il fondo in materiale calcareo, che contribuisce a far alzare il pH, e non è idoneo per coltivare le piante, inoltre, il substrato, era completamente privo di fertilizzante.

Solo quando l'ho svuotato, mi sono accorto che le poche piante presenti erano ancora nel vaso in plastica che contiene quella fibra spugnosa con la quale vengono vendute: non sarebbe mai da inserire nella vasca, perché inquina l'acqua.

Le piante

Le piante, vanno piantumate dopo avere accuratamente lavato le radici, e potate, poi inserite nel substrato che ovviamente deve contenere il fertilizzante.
Dato che nel frattempo, mi ero documentato a dovere, ho iniziato ad apprezzare ancora di più questa passione.

Dato che avevo deciso di coltivare anche la bellissima Glossostigma elatinoides, mi sono reso conto che l'unico modo per piantumarla era a vasca vuota, posizionare le piccole radici nel substrato, e coprire per intero le piccole piante con qualche millimetro di terriccio, per tenerle ancorate una volta presente l'acqua;, contrariamente, le farebbe salire a galla.

Allestire la vasca dell'acquario, è uno dei momenti più belli per chi ha passione, e puoi evitare tanti problemi iniziando a fare le cose nel modo giusto da subito.