Accessori acquario dolce

Accessori per acquario dolce
(Foto di Irina_kukuts da Pixabay)

Accessori acquario: dalla loro efficienza dipende la salute di pesci, piante, ecosistema della vasca.


Acquario Ciclidi Africa orientale

Acquario Ciclidi Africa Orientale: dovrebbe avere una vasca con capienza minima di 150 litri netti, e dimensioni abbondanti della vasca, non inferiore a 120 cm: hanno bisogno di esprimere la loro territorialità anche se l'allevamento prevede una sola specie
Bellissimo esemplare di Ciclide dell'Africa Orientale (photo by Kevin McIver on Pixabay)

Acquario Ciclidi Africa Orientale: per allevarli la vasca di almeno 120 cm di lunghezza e non inferiore ai 150 litri netti di capienza.


Acquario dolce habitat

Acquario dolce habitat (biotopo)
(Image by OpenClipart-Vectors from Pixabay)

Acquario dolce habitat: ricreare un biotopo il più fedele possibile a quello in Natura per determinate specie di pesci e piante.


Acquario tropicale dolce

Come allestire la vasca per l'acquario tropicale: non è difficile ricreare un buon habitat per pesci e piante
Acquario tropicale (Foto di Emir Kaan Okutan da Pexels)

L'acquario tropicale dev'essere in grado di riprodurre il più fedelmente possibile l'habitat naturale dei pesci e delle piante che ospita.


Alghe in acquario dolce: come eliminarle

Alghe in acquario dolce
(Image by OpenClipart-Vectors from Pixabay)

Alghe in acquario dolce: prevenire è sempre la miglior soluzione per evitare una difficile e complessa gestione della vasca.


Alimentazione dei pesci in acquario

Alimentazione dei pesci in acquario
(Photo by Chevanon on StockSnap)

Alimentazione dei pesci in acquario: la corretta somministrazione di cibo è di fondamentale importanza per gli animali in cattività.


Acquario di acqua dolce…

Acquario di acqua dolce
(Image by Hans Braxmeier from Pixabay)

I libri mi hanno aiutato

Se tanti anni fa, quando cominciai la mia passione per gli acquari di acqua dolce, avessi saputo più cose, non sarei incappato negli errori dovuti alla mancanza di esperienza, e dal fatto che non trovavo molte informazioni utili.

Comprai diversi libri al tempo, circa 25 anni fa, internet non era di casa come oggi.

Libri specifici, anche costosi, i libri scientifici del resto costano maggiormente rispetto allo standard, anche perché spesso corredati con tante fotografie, di pesci, e piante, fatte negli habitat naturali.

Avevo praticamente passato in rassegna tutti i negozi di acquari della mia provincia, chilometri e chilometri con la macchina, tra tutti i venditori, ne ricordo 2; davvero esperti, appassionati, dai quali ho imparato molte cose, e furono proprio loro i miei punti di riferimento per quanto riguarda i negozi di fiducia.

La passione ripaga

La prima volta che ho avuto un acquario, un 30 litri che mi comprarono i miei genitori dopo le mie insistenti richieste, avevo 10 anni, mi appassionai da subito.

Nella piccola vasca, avevo delle alborelle (Alburnus arborella su Wikipedia), e compresi allora quanto fosse importante prendersi cura dei pesci in acquario, che dipendono totalmente da chi li ospita.

Un acquario piccolo ma vero

Questo primo acquario che ho avuto, sebbene piccolo, aveva il suo filtro, attaccato all'interno della vasca con due ventose, alla base era presente una spugna filtrante, ed era collegato ad un aeratore per farlo funzionare.

Facevo regolari e periodici cambi di acqua; usavo acqua del rubinetto, con il biocondizionatore.

Nelle bocce di vetro, mi sono sempre chiesto sin da piccolo, come facessero i pesci a vivere, o meglio, a sopravvivere con un minimo di tranquillità, senza nessuno spazio per appartarsi, in penombra, un ambiente piccolo fino oltre i limiti di sopportazione; non mi hanno mai dato l'idea di acquario.

Osservare il comportamento di pesci e piante

I pesci, come le piante, non possono manifestare come fanno cani, gatti, uccelli, cavalli e altri animali, il loro disappunto; sta a chi li ospita comprendere quali sono le loro necessità, osservandone il comportamento.

Ti rendi conto facilmente come rispettare le loro esigenze vitali; guardare l'acquario, spesso è molto più interessante che guardare la TV.

Nel preventivo della spesa

In base a quello che è il tuo denaro disponibile per comprare un acquario, metti nel preventivo della spesa accessori come l'impianto di osmosi inversa, e l'erogatore di CO2, quest'ultimo utilissimo se decidi di coltivare molte piante, anche esigenti.

Hanno ormai prezzi abbordabili per tutte le tasche.

Questa sezione del sito

Il contenuto presente in questa sezione del sito, è stato presente per tanti anni sul dominio acqua-dolce.it quando era di mia proprietà, dal 2006 al 2015, poi non l'ho più rinnovato per problemi di tempo.
Ma gli archivi li ho mantenuti, e sto aggiornando, articolo dopo articolo, tutto quanto presente sul database.

Ho deciso di aggiornare per primi tutti gli articoli relativi all'allestimento della vasca, la gestione completa, l'acqua da usare e i parametri chimico-fisici, gli accessori essenziali, l'illuminazione, la gestione del filtro, e mi auguro possa tornare utile a chi si avvicina per la prima volta all'affascinante mondo dell'acquario d'acqua dolce, per cominciare nel modo giusto.

Il proverbio, chi ben comincia è a metà dell'opera, rispecchia molto bene quello che riguarda l'allestimento dell'acquario.

Cominciare bene da subito, evita tantissimi problemi poi nella gestione della vasca.