Menu

af1.it

Uno che scrive

 

Tastiera Arctic Cooling K381-W ultra-slim bianca – english layout

2 minuti
aggiornato il
La tastiera per pc Arctic Cooling K381 ultra slim white risulta molto confortevole nel suo utilizzo e il rapporto qualità/prezzo risulta sicuramente molto interessante perché economica

Tastiera Arctic ultra slim

Scrivere con la tastiera, e digitare sulla tastiera, è un piacere per chi ama scrivere al PC.
Scrivere, anche sul proprio blog, anche senza avere nozioni superiori di dattilografia è possibile raggiungere buoni risultati, con un po' di pratica.
E poi, c'è tastiera e tastiera, non sono tutte uguali. La sensibilità dei tasti, la pressione necessaria da esercitare per scrivere i caratteri … ed il rumore, il suono dei tasti quando premuti.

Il layout della tastiera per PC Arctic Cooling K381

Il cavo USB è piuttosto sottile e morbido, piacevole al tatto, uno di quei piccoli particolari che si nota.

L'altezza relativamente bassa ho notato che permette ai polsi di rimanere in una posizione comoda, li posso anche appoggiare comodamente alla scrivanìa, lo spazio a disposizione per la tastiera non manca certo perché è particolarmente ridotta in profondità.

Niente a che vedere con le tastiere piuttosto alte (rispetto a questa) cui, almeno io, ero abituato. La prima sensazione è stata subito buona, confortevole, chi utilizza la tastiera molte ore al giorno sa bene quanto sia importante avere i polsi, l'avambraccio in posizione comoda.

Il layout inglese devo dire che si sta rivelando una piacevole sorpresa, avevo il timore di confondermi con i tasti a cui ero abituato con le tastiere dal layout italiano, invece dopo pochi utilizzi si prende una sufficiente confidenza e non è un problema, anzi, è piacevole.

La disposizione dei tasti mi era piaciuta e nonostante la mancanza delle lettere accentate non è affatto scomoda, anche perché sono sempre lì al solito posto anche se non si vedono. Quando si ha una certa esperienza nell'uso della tastiera e si digitano i tasti guardando lo schermo, istintivamente si azzecca quasi sempre il tasto giusto.

Trovo molto più confortevole la posizione, nel layout inglese, del punto e virgola, ha le parentesi graffe belle e pronte (invece che Ctrl + Alt + Shift), posizionate sopra le quadre, molto comodo anche il tasto dello / (slash), senza nemmeno digitare Shift (maiuscolo) posizionato sopra il numero 7 nel layout italiano, altrettanto comodi i simboli maggiore e minore ><, e il \ (backslash).

I tasti sono particolarmente attaccati allo spazio circostante, questo dovrebbe evitare che la polvere possa accumularsi, non sopporto le bombolette di aria compressa, quindi se il caso o soffio io oppure uso un piccolo pennello per rimuovere la polvere.

Sempre i tasti sono poco sviluppati in altezza, questo permette una leggera pressione per ottenere il carattere digitato, sono anche piuttosto sensibili e l'utilizzo della tastiera risulta piacevole.

Sono praticamente presenti tutti i tasti convenzionali, inclusi il tasto Start di Windows che porta il logo Arctic, ed è interessante il tasto F racchiuso in una sorta di freccia, ultimo in alto a destra nella sezione dei caratteri.

F sta per Function, e una volta premuto i tasti che vanno da F1 a F12 assumono il ruolo delle funzioni speciali, proprie di questi tasti:

F1 - Help, Guida

F2 - New, Nuovo documento

F3 - Open, Apre un nuovo documento

F4 - Save, Salva un documento (equivalente di Alt + F12)

F5 - Replace, Sostituzione caratteri (Ctrl + H)

F6 - Spell, Correttore ortografico

F7 - Undo, Annulla l'operazione più recente (Ctrl + Z)

F8 - Redo, Ripeti

F9 - Reply, Email di risposta

F10 - Reply All, Email di risposta a tutti i destinatari

F11 - Ward, Attiva la funzione trova sul browser (Ctrl + F)

F12 - Send, Invia email

Sopra il tastierino numerico sono presenti 4 tasti, 3 dei quali che regolano il volume (Alza, abbassa, Mute) ed il 4° tasto con il simbolo della mezzaluna (quasi uguale a ) che mette il PC nella modalità Spegnimento.

Sono contento di essere tornato alla tastiera USB, in questo caso lo wireless non fa per me. Quando è possibile semplificare qualcosa sono del parere che valga la pena. Il layout inglese lo trovo piacevole, anche se sono abituato ad utilizzare le entità HTML per i caratteri accentati, ovvero dei codici alfanumerici per la stampa a video dei caratteri diacritici (definiti caratteri speciali, HTML special chars).

Non tutti amano le tastiere ultraslim, essendo una tastiera a membrana il tasto dev'essere pigiato del tutto, sino a fine corsa per essere azionato, e dato che i tasti sono particolarmente bassi questo gioca a favore, devo però dire che come tastiera è interessante, e il prezzo vale il gioco che fa valere la candela …

Le tastiere per PC

Il suono prodotto dai tasti della tastiera per pc non può certo essere paragonato, non solo per la differenza di volume ma bensì anche di fascino, rispetto a quello della macchina per scrivere, sebbene le tastiere meccaniche ottengano ottimi risultati.

Ho sempre lavorato come operaio nella mia vita, il lavoro di ufficio, per così dire, lo svolgo da quando ho deciso di provare con internet, ma la macchina per scrivere (una Olivetti lettera 32 che conservo ancora) la utilizzavo per scrivere le domande di assunzione, in duplice o triplice copia con la carta carbone.

Eppure non è passato così tanto tempo, o forse sì. Però pochi mesi or sono ho deciso di cambiare stile di utilizzo del notebook (tastiera e touchpad), acquistare tastiera e mouse wireless, un'accoppiata economica; meglio dire un trio perché anche il ricevitore USB faceva necessariamente parte del pacchetto.

La tastiera ed il mouse ovviamente a batterie; la tastiera non era male, se non per il fatto di essere nera quindi troppo scura, ma le tastiere bianche sembrano ormai un lontano ricordo. Il mouse insopportabile, consumava batterie come un disperato, anche se la sera terminato di lavorare le toglievo (altrimenti sarebbe rimasta continuamente accesa la spia luminosa del tracciamento ottico) duravano circa 1 mese.

Passi 1 € da investire mensilmente per la coppia di batterie AA 1,5 Volt, ma illogico per il semplice motivo che tastiera e mouse e ricevitore wireless erano costati €19,90. Eliminato il mouse goloso di batterie sono tornato ad un piccolo USB ed ho mantenuto, ancora per un po' la tastiera wireless con il ricevitore.

Dal momento che sono un po' fissato con la logica (!!!) mi sembrava superfluo utilizzare tastiera wireless con batterie e ricevitore USB; a quel punto meglio tornare al passato ed utilizzare solamente una tastiera USB. Bianca magari, color bianco vero, ghiaccio, non come quelle “colore quasi beige bianco sporco stile ufficio” tanto in voga fino a 10 / 15 anni fa e anche prima.

Arctic Cooling K381-W Tastiera ultra-slim bianca - Layout inglese. Che figata !!! Ogni tanto basta poco per ravvivare la passione per il proprio mestiere, e scrivere con una tastiera nuova, è uno di quei piccoli piaceri che fanno cominciare, e proseguire bene, la giornata.

Ultra piatta, misure (L x P x A) 428 x 115 x 20 mm: 20 mm per via dei supporti che la alzano leggermente sul piano di appoggio della scrivania, perché lo spessore è di 8 mm: ok, sicuramente la tecnologia ha stupito oltre, anche con le tastiere flessibili in silicone, però la Arctic ha il suo perché.

A parte il fatto che il vecchio USB è una genialata, il layout inglese lo trovo decisamente bello. E poi la combinazione dei tasti Alt + Shift permette di cambiare impostazioni di layout (le impostazioni lingua del PC continuano ad essere in italiano).

È una tastierina sostanzialmente, lunga ma compatta, o meglio: priva di contorno come tante tastiere più o meno mastodontiche e ridondanti. Per € 14,70 sono soddisfatto del prodotto.

La corretta postura davanti al PC

Parlando con un conoscente medico qualche tempo fa, mi raccontava dell'esplosione di problemi al tunnel carpale diversi anni or sono, quando i PC hanno letteralmente invaso le abitazioni e gli uffici. L'importanza delle postura davanti al Personal Computer è importante per evitare problemi, vale la pena di ricordarlo sempre.

● Le spalle sufficientemente rilassate;

● La schiena deve risultare bene appoggiata e diritta allo schienale della poltrona, collo e schiena dritti;

● l'avambraccio appoggiato ed il polso e la mano in linea con l'avambraccio stesso: la mano non deve risultare piegata all'indietro forzando sul polso;

● il gomito leggermente più alto della mano in modo che l'avambraccio sia in leggera pendenza a scendere verso la mano di modo che la circolazione sanguigna sia ottimale anche nelle mani, soprattutto con la mano che è sempre sul mouse;

● l'altezza della poltrona deve permettere alle gambe una corretta posizione ad angolo retto durante la seduta;

● è consigliabile mantenere lo schermo ad una distanza di circa 60 cm dagli occhi, che devono guardare con una lieve angolazione dall'alto verso il basso, con il capo diritto.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi