Mouse pad con poggiapolso: comodo per l’avambraccio

🕐 5 minuti @ Condividi via Email
Aggiornato:
Mouse pad con poggia polso
(Photo by Grovemade on Unsplash)

Mouse pad con poggiapolso può essere molto utile per una corretta postura dell'avambraccio per chi usa il mouse molte ore al giorno.


Quando la scrivania non è abbastanza spaziosa in profondità, potrebbe essere un problema fastidioso utilizzare il mouse: meglio evitare, e risolvere subito il problema, per evitare potenziali danni al tunnel carpale, che possono verificarsi più facilmente di quanto si pensi.

Mouse pad con poggiapolso: occhio al polso…

Se ti accorgi che il polso è affaticato, che il movimento risulta fastidioso non aspettare oltre: risolvi subito il problema, per non pentirtene poi.

Sembra quasi una sciocchezza preoccuparsi di questo, ma non lo è affatto; la posizione scomoda dell'avambraccio, nell'utilizzo di tastiera e mouse, può creare problemi: meglio evitare.

La sindrome del tunnel carpale, è una neuropatia per niente piacevole, e diversi anni fa quando mouse e tastiere iniziavano a spopolare, parlando con un amico medico, mi disse: non hai idea di quante persone hanno problemi con il carpale, da quando utilizzano il PC.

Si tratta di una cosa da non sottovalutare mai.

Diverse ore al giorno davanti al PC

Questo aspetto, lo conosce molto bene chi passa diverse ore al giorno, utilizzando mouse e tastiera, dove la corretta posizione di seduta e avambraccio rivestono qualcosa di fondamentale per lavorare bene, evitando problemi all'avambraccio, e non solo.

Non sempre si ha la possibilità di avere una scrivania sufficientemente spaziosa e sviluppata in profondità, per poter appoggiare comodamente l'avambraccio, senza affaticare il polso.

In questi casi, il mouse pad, il tappetino per il mouse, può risolvere il problema, lo so per esperienza, avendo poco spazio disponibile per lavorare al PC.

Massima comodità quando si usa il mouse

Per molto tempo, ho utilizzato un'ampia scrivania, alta 75 cm, larga 160 cm e profonda 80 cm.

Non sapevo nemmeno cosa fosse il mouse pad, semplicemente perché non mi serviva.

Quando poi per motivi di spazio, ho dovuto accontentarmi di una scrivania meno profonda (50 cm), la musica è completamente cambiata; non sarei riuscito a lavorare serenamente, concentrandomi sul lavoro da fare, e accusando il fastidio al polso avrei potuto avere problemi.

L'importanza della seduta mentre si lavora al PC, e la comodità dell&#39avambraccio, permettono di lavorare serenamente: al punto che non devi nemmeno ricordarti di sistemare bene il polso e sentire dolore alla schiena, o al collo.

La massima comodità quando si lavora al PC è data da una buona seduta e dalla facilità di lavorare con mouse e tastiera, e gli avambracci non devono in nessuna misura accusare fastidio o dolore.

Il mousepad con poggiapolso può essere un ottimo supporto, e come sempre mai affidarsi a offerte fin troppo convenienti per essere vere.

A parte il fatto che il semplice pad, il solo tappetino, allunga notevolmente la durata del mouse, che se movimentato su superfici non perfettamente lisce, il mouse rischia di danneggiarsi nella parte inferiore, e non riuscire più a rilevare correttamente i movimenti, specialmente quando è importante la massima e accurata precisione del movimento.

Inoltre, eventuale polvere, anche particolarmente minuscola, o piccoli detriti, presenti sulla superficie della scrivania, o su quella del supporto, potrebbero compromettere l'efficacia del mouse, quindi pulire quotidianamente risulta molto importante.

Quale prodotto comprare

Anche se si potrebbe sottovalutare questo supporto, quelli con poggiapolso non sono affatto tutti uguali.

Vengono offerti in commercio diversi supporti, a prezzi davvero minimi; tuttavia, non si tratta solo del tappetino per il mouse, bensì anche, e soprattutto, del poggiapolso.

Personalmente mi trovo bene con il Kensington Tappetino poggiapolsi in gel regolabile, che utilizzo da oltre 4 anni.

Qualità del prodotto

Per fare un semplice esempio, una volta, ancora non avevo avuto il problema di una scrivania meno profonda, ho ricevuto in omaggio un mouse pad con poggiapolso; il gel dove appoggiare il polso era sufficientemente confortevole, ma il tappetino era coperto da una pellicola trasparente che si sollevava, faceva qualche bolla, spostandosi, e impedendo al mouse di lavorare correttamente.

Prodotti di questo tipo, ne vengono offerti in commercio, costano poco, perché valgono meno.

Quindi per fare un buon acquisto, occorre valutare bene sia il tappetino, che il poggiapolso, che siano ben realizzati con materiali di qualità, antimicrobici e confortevoli.

Il mouse deve scorrere liberamente sul tappetino, e il poggiapolso deve offrire un efficace supporto, molto spesso è in gel, e ci sono prodotti che permettono la regolazione dell'altezza; questo può essere un parametro importante per eseguire un acquisto azzeccato.

Ci sono anche quelli da attaccare alla scrivania, in rigida superficie metallica ricoperta da materiale idoneo, per lo scorrimento del mouse.

Secondo le regolazioni, il mouse può rimanere sotto il piano di appoggio della scrivania, non affaticando il polso; anche se non ha lo specifico appoggio per il polso, questo rimane comunque meno affaticato.

In questo caso si risparmia spazio sul tavolo, in quanto il mouse pad viene applicato, e poi resta leggermente sotto il piano di lavoro.

Prezzo medio per un mouse pad con poggiapolso di qualità

Il prezzo indicativo di un mouse pad con poggiapolso di buona qualità si aggira intorno ai 30 €.

Si tratta comunque di un oggetto destinato a durare per lunghi periodi, se ben utilizzato, quindi spendere qualche € in più, rimanendo nella logica di un prodotto simile, può fare la differenza in meglio: il comfort del mouse pad con poggiapolso dev'essere massimo durante il prolungato utilizzo.

Oppure, si possono acquistare i soli poggiapolsi se preferisci; il gel, molto denso, offre buone prestazioni, in quanto capace di supportare bene il polso quando questo esercita la pressione, per poi tornare nella forma originaria quando si termina l'utilizzo.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.