Connettori Hi-Fi di qualità: perché i cavi non bastano

Aggiornato:
Connettori cavi impianto Hi-Fi
Adamantios, CC BY-SA 3.0, attraverso Wikimedia Commons

Connettori Hi-Fi, servono a terminare i cavi e collegare le sorgenti audio e le casse all'amplificatore, e Pre+Finale tra loro.


Connettori Hi-Fi: per esaltare qualità e prestazioni dei cavi

Presto o tardi, chi si appassiona di Hi-Fi, inevitabilmente ci cade, andando a cercare quelle che possono essere le soluzioni migliori per terminare i cavi Hi-Fi, ed esaltarne al massimo le qualità, e le prestazioni.

Cavi di segnale, di alimentazione, cavi di potenza: sono presenti sul mercato specifiche soluzioni per ogni cavo.

Connettori Hi-Fi di qualità

I cavi di collegamento sono parte integrante di un impianto Hi-Fi, e i connettori lo sono per i cavi, che lo si voglia o no.

Il semplice connettore RCA presente in molti cavi, sovente in dotazione, spesso non risulta sufficiente, tanto il cavo, quanto le sue terminazioni, per esaltare al meglio le qualità acustiche di un componente o di tutto l'impianto.

Rispetto ai tradizionali connettori, RCA rosso e nero per intenderci, i connettori di qualità superiore risultano di dimensioni maggiori, talvolta parecchio maggiori: anche queste hanno il loro peso, tanto dal punto di vista fisico, quanto su quello qualitativo.

Connettori Hi-Fi oversized

I connettori oversized hanno la capacità di migliorare, ampliare la superficie di contatto tra componente, e connettore.

Resistenza di contatto

L'intensità della corrente, è dipendente dal percorso, e dalla resistenza di contatto.

Quando si vanno a collegare due superfici, il contatto che si viene a creare, non è ottimale, bensì è effettuato su un dato spazio delle due superfici.

L'aria circostante le superfici in oggetto, crea dispersione, tutta l'area che, pur esistendo un collegamento, comprende spazi vuoti, è definita resistenza di contatto.

Il lavoro dei connettori

Il compito arduo dei connettori Hi-Fi, è minimizzare questa resistenza, garantendo al segnale una migliore capacità di trasferimento.

Il materiale che compone i connettori, deve avere notevoli capacità di conduzione.

Il rame LF OFC (Linear Crystal Oxygen Free Copper), è un buon esempio di materiale usato per costruire connettori, e cavi, di qualità.

Essendo particolarmente puro, aumenta le capacità conduttive; un pezzo di rame pieno, tornito e fresato a dovere, spesso rivestito in oro a 24 kt, rivestimento in oro che magari va ad essere sopra un substrato di argento.

O ancora, viene impiegato argento rivestito di platino.

Sono pezzi di gioielleria, in molti casi connettori di notevoli dimensioni, sovradimensionati, a tal punto che non in tutti i componenti audio possono essere usati, dato che necessitano di uno spazio necessario adeguato dove presenti le entrate per poter essere collegati.

• Se il connettore ha un diametro di 20 mm, quindi oltre lo standard di 8, 9 mm circa, la sede di collegamento deve avere lo spazio necessario per ospitare i connettori oversized, che altrimenti non si potrebbero usare; e non tutti i componenti audio dell'impianto sono dotati di default di una sede così ampia.

Su questa pagina di TNT-Audio puoi approfondire questo aspetto.

Il progetto dei connettori oversized

Questi progetti dove i connettori Hi-Fi sono sovradimensionati, rispondono ovviamente a specifiche caratteristiche che il costruttore intende dare al prodotto, per migliorare la qualità del segnale.

Esistono, anche tra i costruttori, diverse scuole di pensiero; chi sostiene il rame OFC, e chi non lo giudica capace di rimanere a lungo concretamente privo di ossigeno, e per questo va a rivestire il rame di stagno, ovviamente di buona qualità, isolando quindi il rame dall'esterno.

Talvolta, viene utilizzato rame che contiene tellurio (vocabolario Treccani), per migliorarne la lavorabilità.

Tutto questo al fine unico di migliorare il segnale trasmesso, e riprodurre nel miglior modo possibile il suono prodotto dall'impianto Hi-Fi.

Connettori RCA

I connettori RCA, sono quelli con tutta probabilità maggiormente usati, per collegare tra loro le diverse unità audio; Pre+Finale, sorgenti audio.
Si trovano in commercio connettori capaci di ospitare cavi di notevole diametro.

Ottimi prodotti si possono trovare nella gamma di connettori offerti dalla WBT, il cui meccanismo di chiusura, progressivo e ad avvitamento, è senza dubbio una delle migliori soluzioni ottenibili (dai un'occhiata al sito).

Il bariletto esterno (in rutenio: metallo, leggi sull'Enciclopedia Treccani) che racchiude al suo interno il connettore, si avvita andando ad allargare progressivamente lo spinotto inserito nel componente audio, massimizzando l'area di contatto.

Questo sistema brevettato, resiste alle sollecitazioni quali calore e vibrazioni, ed è capace di permettere un contatto ottimale e stabile nei collegamenti.

Il cavo spellato, viene ospitato in ampia sede, deve essere saldato alla presa del connettore, e serrato saldamente da vite con chiavetta in dotazione.

La saldatura deve essere eseguita con materiali di alta qualità, come stagno con buona percentuale di argento, per non vanificare la bontà del connettore.

Connettori a banana

Anche i connettori a banana prevedono un serraggio progressivo, per avvitamento, il cavo spellato viene saldamente serrato senza però la necessità di essere saldato.

A detta di diverse persone appassionate di elettroacustica, questa soluzione è preferibile alla saldatura, in quanto quest'ultima, se non eseguita come si deve, può deteriorare la conducibilità, ed essere soggetta a sollecitazioni meccaniche.

Una buona tecnica utilizzata, è quella dell'aggraffatura, con un'apposita pinza che deve serrare i manicotti, anche questi solitamente in rame puro e placcati in oro, dotati di isolante nella parte terminale.

Connettori a forcella

Anche in questo tipo di connettori, il cavo spellato può essere saldato, oppure aggraffato, grazie a particolari capacità meccaniche del serraggio.

Dispongono di un'ottima capacità di contatto, ben distribuita sull'area stessa.

Naturalmente, come in ogni connettore, è possibile combinare saldatura e aggraffatura, ma un buon serraggio a (com)pressione, spesso risulta sufficiente.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.