Come scegliere il cancello automatico

aggiornato il  
Immagine vettoriale di cancello automatizzato: il cancello automatico per funzionare sempre a dovere in totale sicurezza deve essere realizzato con ottima strumentazione elettronica ed essere sottoposto per legge a periodica revisione
Cancello automatico

Per far sì che il cancello automatico non diventi un incubo sceglilo con cura e attenzione: e pensa alla sicurezza.
Può davvero essere una grande comodità, ma qualità e sicurezza non possono che essere senza compromessi.

 

Primo requisito del cancello automatico: la completa sicurezza

Come prima cosa è sempre bene ribadire che è necessario rivolgersi a venditori specializzati con personale qualificato.

Affinché si possa installare il cancello automatico, e godere appieno della sua comodità in tutta sicurezza, senza alcun patema d'animo che inevitabilmente sorge quando uno strumento elettronico e meccanico, non funziona come si deve.

Praticamente un incubo: arrivi con l'auto dopo averla tolta dal garage, e il cancello non si apre.
Oppure si apre e rimane aperto.

La qualità e velocità dell'assistenza deve essere al primo posto nei requisiti dell'acquisto, se decidi di acquistare il cancello automatico.

Controlli periodici obbligatori

I controlli periodici sono obbligatori per legge, non dimenticare, almeno ogni sei mesi.

Che dell'assistenza se ne occupi la stessa azienda venditrice, o che lo faccia un'azienda esterna, la qualità del servizio deve essere ottima.

Le prerogative di sicurezza con rispetto delle normative europee e funzionalità non devono mai essere messe in discussione; e fatto questo, puoi pensare a quale tipologia di cancello è da preferire secondo le specifiche esigenze.

Controlli frequenti

Oltre alle normative di legge, è bene fare dei controlli frequenti, semplici, che puoi fare anche tu, assicurati sempre del corretto funzionamento di:

  • luci lampeggianti che segnalano quando il cancello è in movimento;
  • corretto funzionamento dei sensori (fotocellule), che impediscono al cancello automatico di urtare oggetti o persone in caso qualcuno o qualcosa dovesse attraversarlo mentre in movimento;
  • adeguato spazio sempre libero davanti alle fotocellule, in caso contrario il funzionamento potrebbe essere compromesso.

Apertura del cancello automatico: scorrevole, a battente, verticale

La tipologia di apertura tiene conto dello spazio disponibile dove in cancello automatico viene installato.

Apertura scorrevole in lunghezza

Scorrevole ovviamente, solo dove è presente lo spazio necessario per l'alloggiamento del binario, dove il cancello possa scorrere in tutta sicurezza, quando si apre o chiude.

Quindi, a lato del cancello serve uno spazio più lungo.

Sono quei cancelli che si vedono spesso in molte aziende, dove lo spazio è particolarmente ampio anche per scarico e scarico merci, dove lunghi cancelli scorrevoli si aprono e chiudono grazie al binario su cui sono alloggiati.

Apertura verticale

Alternativa interessante allo scorrevole, è il cancello automatico con apertura verticale: la buona, ottima idea di sfruttare lo spazio in altezza, permette di avere cancelli di questo tipo anche nel caso non sia disponibile spazio libero ai lati per lo scorrimento.

Battenti

L'apertura e la chiusura possono essere esercitate con un solo battente, o su entrambi quando i battenti sono due.

Si possono anche aprire ad alzata verticale bilanciata, dove un battente si apre verso l'alto contrapposto all'altro.

Questa tipologia di cancello, è particolarmente indicata anche dove sia presente una pavimentazione in pendenza, oppure con terreno sconnesso, e rappresenta realmente una soluzione molto comoda e funzionale.

La buona e vecchia apertura del cancello a battente, comunque rappresenta in molti casi la soluzione più semplice e idonea.

Perché le soluzioni che possono sembrare, o lo sono davvero, più avveniristiche, non servono a niente se fatte solo per stupire: devono essere funzionali e facili da utilizzare, dove le condizioni lo richiedono.

Quale cancello automatico scegliere per valutare l'acquisto

Risposta semplice: quello che meglio soddisfa le tue esigenze.

Comodo, pratico, funzionale, sicuro; e perché no, anche esteticamente bello da vedere, qualcosa che ben si integra nel contesto dell'edificio.

Del resto è un piacere pensare anche allo stile, al design di un oggetto quando tutti i requisiti fondamentali sono stati soddisfatti, ovvero sicurezza e praticità.

Altra soluzione interessante nella scelta, è il meccanismo interrato che viene così nascosto in un apposito vano sotto la superficie della pavimentazione, incluso il braccio per l'automazione.

Il radiocomando, che quasi ormai è il passato, è un accessorio pressoché insostituibile e irrinunciabile per aprire e chiudere il cancello con comodità, quando si è in automobile.

La chiave di emergenza serve solo ad aprire e chiudere meccanicamente il cancello nel caso la corrente elettrica fosse mancante, a meno che non si siano predisposti altri sistemi alternativi per l'erogazione di energia.

Alcune automazioni tra le più evolute, permettono lo sblocco radio anche quando la corrente elettrica manca, grazie ad una riserva di energia dell'automazione.

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.