Menu

af1.it

Uno che scrive

Frigo cantina per conservare il vino in bottiglia

5 minuti
aggiornato il
Importanza di mantenere le bottiglie di vino in ambiente climatizzato con temperatura e umidità controllata, il frigo cantina può essere la corretta soluzione

Bottiglie di vino da conservare e preservare

Se ami conservare le bottiglie di vino ma non hai una cantina adeguata il frigo-cantina può esserti utile ?
Non è da tutti avere una cantina come quella di Adrian Carsini, alias Donald Pleasence nell'episodio del Tenente Colombo intitolato “L'uomo dell'anno”.
Allora che fare ?! il frigo cantina può tornare utile.

Il vino va protetto…

Il vino lo devi amare se lo vuoi conservare, va protetto e custodito.

Il buon intenditore di vino non eccede mai, sarebbe contrario ai suoi principi in quanto non si gusterebbe più nulla.

Al contrario il buongustaio desidera centellinare, sorseggiare, meglio un sorso di vino buono che un bicchiere di vino mediocre, quando non addirittura guasto.

Perché il vino si guasta se non viene conservato come si deve.
E se il vino è buono (e non potrebbe essere diversamente, altrimenti cosa lo conserveresti a fare ?!) va conservato e protetto da tanti fattori esterni alla bottiglia che lo potrebbero guastare, rovinare, rendere imbevibile.

Il vino va protetto dall'ossidazione, dal caldo, dal freddo, da sbalzi di umidità, perché anche il tappo di sughero si può guastare, e se accade non è più in grado di preservare il vino, insomma va mantenuto a temperatura e umidità controllate con una leggera ma costante aerazione.

Solo così può riposare, dormire, in attesa che la bottiglia venga stappata.

Alcuni vini necessitano esplicitamente di un periodo di affinamento in bottiglia, come qualche vino rosso robusto, corposo.

La conservazione del vino

● Conservare la bottiglia di vino in orizzontale permette al tappo di sughero di essere a contatto con il vino, questo contribuisce a mantenere il sughero bagnato evitando il rischio che si possa restringere, cosa che potrebbe accadere se l'umidità non fosse adeguata, date le caratteristiche del sughero che è morbido, elastico, poroso.

● La temperatura non idoena è un altro importante fattore da considerare.

Se troppo calda potrebbe far fuoriuscire il vino tra collo della bottiglia e tappo perché il calore spingerebbe l'aria verso l'esterno e l'unica via di uscita è attraverso il tappo.

Se la temperatura risultasse troppo fredda invece che espandersi, il liquido (il vino) si comprime e tende ad aspirare aria e, sempre attraverso il sughero del tappo, ossidare con l'ossigeno.

Questo si nota in bottiglie dove il contenuto di vino è calato per via del deleterio effetto espansione/contrazione del liquido dovuto a sbalzi di temperatura freddo/caldo.

● Scarsa umidità potrebbe far seccare il sughero del tappo.

● Umidità troppo elevata provoca muffe.

In ambi i casi il vino si andrebbe a deteriorare.

● Anche la luce potrebbe danneggiare il vino, il buio di specifiche cantine prive di finestre, non fa che bene.
Si può coprire la bottiglia avvolgendola in un foglio di carta di giornale, o di alluminio, per mantenere il vino al buio.

Le bottiglie in vetro scuro del resto hanno proprio la funzione di filtrare la luce.

● La ventilazione dell'ambiente in cui il vino viene conservato è importante, così come l'essere privo di odori (specialmente forti) che inevitabilmente andrebbero ad alterare le caratteristiche organolettiche del vino.

● Non è così semplice e scontato avere in casa propria un locale idoneo dove conservare il vino, un locale letteralmente in grado di:

● proteggere il vino da sbalzi di temperatura e di umidità;

● avere una corretta ventilazione che sia costante e la luce non entri che in piccole quantità;

● disporre di adeguate scaffalature o ripiani dove conservare le bottiglie in modo orizzontale, stabile e sicuro;

● evitare qualsiasi scuotimento o vibrazione alle bottiglie per impedire che eventuale sedimento del vino venga distribuito;

● evitare di spostare le bottiglie per problemi di spazio, etc.

Se non si dispone di un locale simile si può valutare il frigo-cantina.

Caratteristiche del frigo cantina

Tra le caratteristiche più importanti cui fare attenzione se si pensa all'acquisto del frigo cantina conviene valutare le seguenti caratteristiche.

● La capienza di un frigo cantina può cominciare dalle 18 bottiglie (da 0,75 lt cadauna) per arrivare a 1000 ma è solo una cifra indicativa perché aziende specializzate realizzano anche modelli su misura delle capienze desiderate, anche cabine molto grandi.

● La coibentazione ottenuta con materiali isolanti efficaci posizionati nei pannelli laterali.

● Il cristallo a filtri UV nella porta frontale (l'unica trasparente quando non è anch'essa chiusa come le pareti laterali) è importante per proteggere dalla luce le bottiglie di vino.

● Il filtro con carboni attivi permette di mantenere l'aria pulita.

● Facile regolazione di temperatura e umidità (14 – 15°C, umidità del 70% circa) attraverso il display LCD.

● Ventilazione lieve e costante.

● Classe di efficienza energetica.

● Consumo annuo in kwh per calcolare approssimativamente ma con una certa precisione i costi del dispendio energetico.

● Rumorosità (40 db circa).

I prezzi.

Da qualche centinaia di € per le cantinette frigo da 18 – 36 bottiglie a migliaia di € per frigo a colonna capaci di ospitare 200 bottiglie circa, alle cabine climatizzate che arrivano a circa 1000.

Considerazioni

Valutazioni che vanno fatte in base allo spazio disponibile, al denaro da spendere, ed alla quantità di bottiglie che mediamente si intende conservare.

Non tutto il vino è adatto ad essere conservato per lunghi periodi, ma anche in questo caso deve comunque essere conservato bene.
Il frigo cantina può essere un prezioso alleato se non si dispone di un locale adeguato in casa propria.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari, per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa. Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi