Friggitrice, caratteristiche, guida alla scelta

Aggiornato:
Friggitreice
(photo by FGMsp on Pixabay)

Friggitrice e diversi tipi di frittura, scegliere la giusta friggitrice, elettrica o a gas, per ottenere la frittura migliore.


Caratteristiche della friggitrice

Meglio sia in acciaio inox, anche perché più semplice da pulire, e la facilità di pulizia del recipiente che contiene l'olio, è molto importante per avere sempre cibo fritto come si deve, sano, e gustoso.

È un involucro, che quando lavora è totalmente chiuso, deve essere munito di filtro anti-odore, in alcuni casi provvista di un vetro trasparente anti-appannamento, che permette di vedere il cibo al suo interno, durante la frittura.

Capacità del cestello

La capacità del cestello della friggitrice varia secondo il modello, il termostato permette diverse regolazioni di temperatura cui l'olio deve raggiungere, e una spia luminosa indica quando è alla temperatura desiderata.

Un cestello eccessivamente capiente, richiede molto olio per funzionare, e probabilmente non è indicato per l'uso domestico, a meno che non si abbiano spesso medie, o grandi quantità di cibo da friggere.

Il cambio dell'olio di frittura dev'essere frequente

Il piccolo cestello di un prodotto di alta qualità, richiede poco olio, a tutto vantaggio dei cambi che devono essere molto frequenti, per ottenere fritture salutari.

Non bisogna aspettare che sia esausto, tutt'altro: andrebbe cambiato a ogni frittura, sarebbe una buona, ottima, sana abitudine: meglio mangiare una frittura in meno, ma preparata come si deve, invece che mangiarne una in più, fritta male, con olio già usato in precedenza.

Tipi di frittura
Tecniche differenti, anche quando la modalità è simile: perché friggere bene, è un'arte.

Non temere di usare olio extravergine di oliva per friggere; ricorda, meglio una frittura in meno, ma sana e appetitosa.

Il cestello in acciaio inox

Questo tipo di cestello è preferibile, sempre per via della facile pulizia, e dell'igiene, di fondamentale importanza, anche, e soprattutto, per quanto riguarda il cibo e i supporti usati per cucinare.

Che si tratti di friggitrice elettrica, o a gas, le caratteristiche cui sopra devono essere basilari, per entrambi i modelli.

Il recipiente dell'olio, è bene sia smontabile, se non risulta dotata di tubo di scarico dell'olio.

Importanza del rivestimento interno

Il rivestimento interno, sempre in acciaio inox, è più igienico, e permette di durare nel tempo molto più a lungo, di un rivestimento antiaderente.

Il cestello rettangolare, è probabilmente preferibile a quello rotondo, per comodità.

Accessori utili

Il termostato che indica la temperatura è indispensabile, il rubinetto per scolare l'olio esausto è molto comodo.

La frittura la si vede quando è pronta, il timer può servire nel caso stai cucinando altro cibo, e temi che possa sfuggire il controllo del fritto.

• L'olio va sostituito ogni volta, i rabbocchi non sono mai consigliati, nonostante la presenza di un filtro.

• La capacità di mantenere le pareti esterne fredde è importante, e la presenza di una coibentazione, anche aria, come nelle thermos, e una zona fredda che raccoglie le impurità dell'olio e le scorie del cibo durante la cottura, è un'altra caratteristica importante, per impedire il formarsi di frammenti carbonizzati nocivi alla salute, se lasciati friggere.

La praticità di utilizzo

L'uso della friggitrice deve risultare agevole, pratico, senza essere potenzialmente soggetti a scottature.

Attenzione quindi al manico, o ai manici del cestello, che siano sicuri da usare; nel caso di friggitrice elettrica, evita di acquistare modelli troppo economici, che non dispongono delle basilari misure di sicurezza, o dove queste sono parecchio limitate.

Sempre nel caso di apparecchio elettrico, bene acquistare un prodotto con adeguata potenza.

Sicurezza durante l'utilizzo

È accaduto che qualche prodotto sia stato ritirato dal mercato perché risultato incompatibile con le norme di sicurezza; questo è un caso, puoi leggere l'articolo su ilsalvagente.it

Difetti elettrici, temperatura interna che andava oltre i limiti stabiliti, surriscaldamento della parti esterne, malfunzionamento del termostato, messa a terra insufficiente.

Per questo, se decidi di comprare questo prodotto, fa che sia di alta qualità; in alcuni casi, se non si dispone nell'immediato della disponibilità economica che si vorrebbe, meglio rimandare la spesa a un secondo momento.

Tipi di friggitrice

Ne esistono due tipi: elettrica, e a gas.

Esiste anche quella ad aria, ammesso che la si voglia definire friggitrice. Il fritto, da che mondo è mondo, va fatto cuocere nel condimento; olio, strutto, etc.
Oggi, quasi tutti i forni elettrici in commercio hanno questa funzione.

Qualunque sia delle due, se completamente in acciaio inox, è certamente più igienica, e meglio si presta alla pulizia.

Si possono ridurre gli odori del fritto, rispetto a una padella, è bene che il prodotto che intendi comprare sia munito di filtro anti-odore, collocato sotto il coperchio, che dovrebbe ridurre in modo notevole il sentore del cibo fritto.

• La cappa di aspirazione in funzione, e la finestra aperta non guastano mai, aiutano a mantenere l'aria più pulita mentre friggi il cibo.

Come pulire la friggitrice
In modo semplice ed efficace, per ottenere un buon cibo fritto, apprezzabile, leggero e digeribile passa anche dal modo corretto quando la usi.

Friggitrice: quale scegliere

Ricapitolando, le cose più importanti sono:

1) acciaio inox per tutta la struttura;

2) che sia dotata di tubo di scarico dell'olio, e che il cestello sia facilmente asportabile per la pulizia;

3) massima sicurezza di impiego: per evitare possibilità di scottature, e assicurati della presenza di una zona fredda dell'olio;

4) termostato indispensabile per mantenere sotto controllo la temperatura dell'olio.

Domande frequenti

Qual è la friggitrice migliore?

Indipendentemente dai marchi, quando di qualità questo prodotto ha raggiunto ottimi livelli di utilizzo, in grado di friggere il cibo con tutti i criteri del caso. Come scritto sopra, l'acciaio inox ti permette di partire con il piede giusto, il termostato per controllare la temperatura dell'olio è importante e non dovrebbe mancare, e la facilità di pulizia è indispensabile.

È meglio la friggitrice elettrica o a gas?

Quella elettrica personalmente la preferisco, porta velocemente l'olio alla temperatura desiderata, e una volta terminato di friggere il cibo, stacchi la presa dalla corrente, o comunque interrompi il collegamento con l'interruttore, e il gioco è fatto.
Quella a gas è sempre collegata alla conduttura di metano, quindi di fatto fa parte della cucina, non è una sorta di elettrodomestico esterno come quella elettrica che risulta più semplice da gestire.

L'olio va cambiato dopo ogni frittura?

Mi ripeto, ma penso sia opportuno: . Un conto è un'attività di ristorazione che frigge di continuo per diverse ore, l'olio ovviamente ha una resa maggiore, in quanto non viene usato solo per 20 minuti, ma rimane sempre a temperatura controllata, e si può friggere il cibo per diverse ore di seguito.
Totalmente diverso è quando si frigge a casa, le quantità di cibo da friggere non sono paragonabili, e, tutto sommato, l'olio usato per 1 ora o poco più, anche meno, magari sembra ancora bello, guardando il colore.
Ma non è così: cosa risparmi concretamente usando olio già esausto?
Ti consiglio di leggere questo interessante articolo: Riusare l'olio di frittura fa male alla salute? su cibosicuronelpiatto.com

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.