Depuratore aria: uso, tipi, controindicazioni

@ Condividi via Email
Aggiornato:
Depuratore aria
(photo by Asi24 on Pixabay)

Depuratore aria: utile dove l'inquinamento ambientale non permette le finestre aperte per aerare i locali, ma ci sono possibili controindicazioni.


Vi possono essere situazioni, dove mantenere aperte le finestre per lungo tempo, per aerare la casa, non è possibile, quindi questo prodotto può, almeno parzialmente, risolvere il problema.

Utilità

Sono fermamente convinto, credo come tutte le persone di buon senso, che una corretta e prolungata aerazione dei locali contribuisca in modo determinante a mantenere sana e pulita l'aria che respiriamo nei locali chiusi, anche nelle abitazioni.

Un depuratore d'aria purificatore d'aria, può trovare un valido impiego nel quotidiano, laddove sia problematico mantenere aperte, per lunghi periodi di tempo, le finestre.

Zone di elevato inquinamento atmosferico

Ovviamente, l'uso del depuratore aria, non dev'essere in alcuna misura un incentivo a non aerare i locali per un periodo di tempo sufficientemente prolungato; a meno che si viva in luoghi particolarmente pregni di inquinamento atmosferico, tale da impedire un'adeguata aerazione dei locali.

Anche, e proprio perché, se si tratta di situazioni limite, non vanno sottovalutate.

In qualunque caso, l'utilizzo di un elettrodomestico come questo, va eseguito correttamente.

Dev'essere un supporto per la salute, e non, al contrario, risultare nocivo a causa di un utilizzo improprio.

Depuratore aria: caratteristiche

Esistono differenti tipologie di prodotto, ma una cosa è certa: necessitano di manutenzione periodica e costante, nonché attenta.

È molto semplice, potrebbe essere costituito da una ventola che aspira l'aria, la pulisce la depura, con l'ausilio di un filtro, e la rilascia nuovamente nei locali.

Il filtro

Gioca un ruolo essenziale, com'è logico supporre, in tutte le apparecchiature predisposte a depurare, pulire, purificare.

Ci sono anche differenti tipi di filtri, ciascuno dei quali può trovare buona applicazione, secondo le necessità.

Filtri HEPA

I filtri HEPA (High Efficiency Particulate Air filter), presentano un'efficienza piuttosto elevata, per questo sono usati spesso.

Utilizzano strati di microfibre, e si rivelano particolarmente efficienti nel trattenere il particolato, che può essere grossolano, o particolarmente fine; questo articolo, disponibile in formato PDF sul sito salute.gov.it approfondisce l'argomento.

Filtri ULPA

I filtri ULPA (Ultra Low Penetration Air), vengono denominati filtri assoluti, perché hanno un'efficienza filtrante appena inferiore al 100%.

Efficienza dei filtri

Per la precisione, presentano un'efficienza filtrante che va dal 99,97% al 99,99%: questo per i filtri HEPA; addirittura, con i filtri ULPA si raggiunge un'efficienza che va oltre il 99,99%; per approfondire puoi guardare su Wikipedia, oppure in un corposo documento, ancora in formato PDF, sempre sul sito salute.gov.it.

Sembra dunque ancora opportuno ribadire quanto sia importante una corretta manutenzione dei filtri, affinché questi possano mantenere un'efficienza così elevata.

Filtro ai carboni attivi

Altra tipologia interessante di filtro, praticamente il cuore dal depuratore, è quello ai carboni attivi, grazie alla loro porosità sono in grado di trattenere sostanze più grossolane, e migliorare la qualità dell'aria.

Filtro elettrostatico

Altro tipo è quello rappresentato dal filtro elettrostatico.

L'aria da purificare, in un primo momento passa attraverso un materiale spugnoso, che trattiene le impurità più grossolane.

In un secondo momento, l'aria è indotta a passare attraverso un filtro metallico, dove praticamente si concretizza l'azione elettrostatica.

Ovviamente, anche in questo caso, l'aria dev'essere spostata da ventole che si muovono elettricamente.

Quando il particolato viene sottoposto all'azione del campo elettrico, viene attratto e catturato dalle superfici metalliche che costituiscono il filtro elettrostatico.

Generatore di ozono

Troviamo inoltre depuratori con generatore di ozono, sebbene siano spesso esaltati dalla pubblicità, che spesso gioca con le parole; l'impiego di questi depuratori, dimostra determinate lacune, delle problematiche.

L'ozono ha una grande capacità di rompere il particolato, specialmente le particelle che risultano più grossolane.

Tuttavia, l'ozono prodotto dal depuratore, raggiunge con facilità concentrazioni molto elevate, oltre 50 ppm (Parti Per Milione), trovando quindi contrasto con il limite FDA (Food and Drug Administration), per quanto riguarda le tolleranze delle apparecchiature medicali.

Il suo utilizzo prolungato quindi, potrebbe anche provocare problemi sulla salute di chi respira.

Dato che con la salute non si scherza, ti suggerisco quest'altro articolo, se desideri approfondire l'argomento, presente su inquinamento-italia.com

Ionizzatore

Lo ionizzatore invece, produce ioni negativi; dal momento che gli ioni positivi sono capaci di attrarre e catturare il particolato, e gli ioni negativi neutralizzano gli ioni positivi, questo contribuisce a rendere l'aria più pulita.

Si trovano anche apparecchiature dotate di lampade UV, cosiddette germicide, che grazie alla luce dei raggi ultravioletti, sono in grado di eliminare un'altissima percentuale di batteri, potenzialmente nocivi alla salute, quando inspirati.

Manutenzione dei depuratori d'aria

Non dimenticare un aspetto molto importante relativo all'utilizzo dei depuratori, quello della manutenzione: che dev'essere periodica, eseguita con scrupolo e attenzione.

Importanza della pulizia del filtro

Abbiamo ben compreso, al di là del funzionamento meccanico, quanto il filtro si possa considerare come il cuore pulsante del depuratore aria: se il filtro è sporco, non è più in grado di pulire nulla, concetto tanto semplice quanto chiaro.

Tanto che si sia noi stessi a eseguire la manutenzione, quanto questa venga affidata a uno specialista, è sempre bene accertarsi della bontà dell'operazione: in caso contrario, non solo risulterebbe inutile utilizzare un apparecchio come questo, ma addirittura potrebbe risultare dannoso alla salute.

Operazioni di manutenzione semplici ma importanti

Non si tratta certo di operazioni complesse, ma devono essere eseguite con zelo, puntualità, scrupolo.

Sarà dovere dell'installatore, mettere velocemente al corrente il cliente sulle procedure da eseguire relative alla manutenzione, se si tratta di depuratore aria con installazione fissa, come un comune climatizzatore.

Nel caso fosse il cliente stesso a comprare e installare il prodotto, oppure se l'apparecchio è portatile, avrà premura di seguire le istruzioni della casa produttrice, dal momento che informazioni dettagliate sull'installazione, e sull'utilizzo, non devono mancare.

Considerazioni sull'acquisto

Quando si ha intenzione di usare questo prodotto, sarebbe probabilmente opportuno puntare su quello elettronico, alimentato dall'impianto elettrico della casa, e ovviamente installato da personale specializzato.

Se invece hai la necessità di usarlo in una sola stanza, risulta più logico ricorrere a modelli portatili, che comunque possono essere usati con una certa semplicità, esempio ionizzatore con carboni attivi, o ancora un modello elettrostatico.

Dal momento che i modelli con generatore di ozono possono risultare dannosi alla salute di chi respira, e aggravare patologie respiratorie in soggetti predisposti, o laddove in questi soggetti siano presenti patologie, quello elettronico sembra essere la soluzione migliore.

Se dovessi comprarlo, io farei così

Siccome questo è un parere soggettivo di chi scrive, anche se il risultato di ricerche comparative,

se dovessi installare nella mia abitazione un depuratore aria, non avrei dubbi in merito: domanderei il parere del mio medico di fiducia in primo luogo, e poi il parere di un installatore professionista specializzato, con esperienza in materia, forte delle indicazioni acquisite dal medico.

Questo perché non ci si improvvisa in nessun campo, dal momento che ritengo il dovere di chi scrive un articolo, sia soprattutto quello di sollevare dubbi, non regalare certezze; chi in primo luogo meglio del medico ci può consigliare in materia?

Dopodiché, con le idee certamente più chiare in base a quelle che sono le nostre esigenze, potremo richiedere nello specifico, per soddisfare le nostre necessità, a un installatore.

Le controindicazioni dovute all'utilizzo non corretto, o non idoneo per taluni soggetti, non devono essere affatto sottovalutate, perché potrebbero causare danni alla salute.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.