Come scegliere il congelatore per uso domestico

aggiornato il
Ampio frigorifero con capiente congelatore in una cucina bene arredata, semplice ma con elettrodomestici con finiture di qualità: il congelatore in ambiente domestico si dimostra senza dubbio di grande utilità
Grande congelatore combinato al frigo (photo by Pattie OLoughlin on Pixabay)

Congelatore a pozzo o verticale: elettrodomestico per congelare il cibo e conservare quello surgelato o già congelato.


Può avere grandi dimensioni, al contrario di quello parecchio più piccolo presente nel frigo.
Può tornare molto utile per conservare scorte di cibo, sia cibo acquistato che fatto in casa, per lunghi periodi di tempo, non necessariamente solo per famiglie numerose.
Oltre che a pozzo, orizzontale, e dotato di cestelli, il congelatore può essere verticale, si apre come il frigo e si trovano diversi cassetti dove conservare il cibo.

Caratteristiche e dati tecnici del congelatore

Un aspetto particolarmente interessante nelle specifiche tecniche di un congelatore, come nel frigorifero, è quello relativo alla classe climatica, cioè la condizione di temperatura ideale, entro la quale il congelatore può raffreddare senza problemi, e restando nel consumo di energia controllato.

Mediamente, nelle abitazioni la temperatura è di circa 20°C quando il riscaldamento è acceso nelle stagioni fredde, mentre d'estate in case prive di climatizzatore la temperatura arriva anche intorno ai 30°C con facilità.

Classe climatica

Insieme alle altre caratteristiche tecniche, la classe climatica, che si trova su una delle etichette applicate sul congelatore, è una di queste:

SN, classe temperata estesa, che corrisponde al funzionamento alla temperatura ambiente che oscilla tra i 10 ed i 32°C;

N, temperata, dai 16 ai 32°C;

ST, subtropicale, dai 18 ai 38°C;

T, tropicale, dai 18 ai 43°C.

Si trovano poi quelle che vengono definite classi climatiche allargate, ovvero:

SN/ST, dove la temperatura ambiente oscilla dai 10 ai 38°C;

SN/T, dai 10 ai 43°C.

Questi dati sono importanti, e da tenere in considerazione, in base a quella che sarà la collocazione del congelatore: in casa, in cantina, sul balcone, etc.

Locali diversi, con temperature diverse: occorre quindi scegliere l'elettrodomestico più in linea con quello che sarà l'ambiente in cui dovrà funzionare.

Inutile ad esempio acquistare un congelatore con classe climatica SN/T se verrà collocato in casa, dove la temperatura non arriverà mai a 10°C, così come non se ne acquista uno di classe N se si ha intenzione di metterlo in cantina, o sul balcone, dove quando fa freddo la temperatura sotto i 16°C scende molto facilmente.

La corretta scelta della classe climatica

Per lo più, ogni Paese vende elettrodomestici adeguati al clima presente; tuttavia, il posto in cui hai intenzione di collocare il congelatore, trovo non sia da sottovalutare.

La scelta sbagliata della classe climatica in base alla temperatura ambiente in cui verrà sistemato, non farà che aumentare il consumo di energia e l'usura dell'elettrodomestico, che se in ambiente non adeguato per temperatura, farà fatica a raffreddare il cibo all'interno, facendo lavorare oltre misura il motore, compromettendo la durata complessiva del prodotto.

Sebbene oggi quasi tutti i freezer sono contraddistinti dalle 4 stelle, simboli simili a fiocchi di neve presenti sull'etichetta, è bene ricordare il perché, e ricordare anche che i prodotti surgelati necessitano di una temperatura non superiore ai -18°C per conservarsi in maniera ottimale:

1 stella
1 stella, indica che la temperatura di esercizio è di -6°C

2 stelle

2 stelle -12°C

3 stelle

3 stelle -18°C, conserva prodotti surgelati, ma non quelli freschi, e la temperatura non è indicata per congelare.

4 stelle

4 stelle, temperatura dai -24 ai -30°C

Meglio ovviamente scegliere un congelatore capace di arrivare a -30°C in grado di congelare, conservare cibo fresco, e prodotti surgelati anche per 1 anno.

La classe energetica

Specificata sul cartellino energy label (questa la pagina sul sito dell'Unione Europea), meglio sia almeno A, o A+ e sapere qual è il consumo annuo in kWh, dati presenti sul cartellino, come nell'esempio seguente dov'è specificata:

● la classe energetica A+++;

● un consumo annuo di 153 kWh;

205L sta per 205 litri di capienza del congelatore;

70L sta per 70 litri, relativi alla capacità di congelamento nelle 24 ore;

31 decibel di rumore:

Esempio di etichetta energy label per il congelatore
Etichetta energy label

Tecnologia NO FROST

Impedisce la formazione di brina, pertanto non c'è la necessità di sbrinare. Una ventola permette la circolazione costante dell'aria fredda, in modo che non si formi la brina, e il ghiaccio sulle pareti.

Quando il congelatore viene aperto, la ventola, o più d'una, interrompe il funzionamento per riprendere una volta chiusa la porta.

Modelli come quelli semiautomatici che invece prevedono lo sbrinamento, quando necessario comportano di dover staccare l'energia elettrica di alimentazione, interrompere la catena del freddo nel cibo, a meno che si disponga di altro freezer, e poi pulire il vano cibo dal ghiaccio.

I congelatori a pozzo, orizzontali, hanno il grande coperchio nella parte superiore, occupano un discreto o abbondante spazio, in base alla capienza, e quando particolarmente profondo può essere scomodo sistemare e prelevare il cibo all'interno.

Diversi prodotti sono dotati di ruote che permettono di spostarli piuttosto facilmente, mediamente hanno il vantaggio della grande capienza rispetto ai verticali. Il tipo di apertura permette di disperdere meno freddo rispetto a quella in verticale.

Congelatori verticali

Sono fatti né più né meno come un frigorifero, quindi molto comodi da gestire, e occupano meno spazio perché si sviluppano in altezza.

Una volta aperti, sono presenti numerosi cassetti estraibili, il cibo lo si può sistemare con la massima facilità, trovandolo subito senza doverne magari spostare grosse quantità per cercare quello desiderato che è rimasto sotto, come può accadere con il congelatore a pozzo.

La capienza del congelatore verticale, è mediamente inferiore rispetto ai modelli orizzontali, ha il vantaggio però della comodità.

Con quello a pozzo si possono raggiungere più facilmente capienze più grandi, occupa però più spazio ed è meno comodo da gestire del verticale, che occupa meno spazio, anche se meno capiente.

Manutenzione

● Modelli di congelatore il cui spessore delle pareti e del coperchio, o portiera, risultano sottili, potrebbero non essere coibentati come si deve, ed essere magari anche un po' fragili; la capacità di mantenimento della temperatura, espressa in ore, è un parametro importante da ricordare.

● Nelle specifiche tecniche, è riportato anche quanto tempo impiega ad alzarsi la temperatura nel caso la corrente elettrica smetta di funzionare, e anche da questo valore si può comprendere la qualità del prodotto.

Ricorda inoltre di controllare il valore relativo ai dB di rumore; si tratta di un elettrodomestico che resta acceso 24 ore su 24 per 365 giorni l'anno, praticamente sempre; quindi a meno che non sia collocato in cantina dove non dovrebbe dare fastidio a nessuno, è bene che non sia rumoroso.

Anche i modelli che non richiedono lo sbrinamento, 1 volta l'anno almeno è bene svuotarli completamente, e pulirli accuratamente all'interno, o con prodotti specifici, oppure come faceva la nonna con acqua aceto.

Come per il frigorifero, il mantenimento del buono stato delle guarnizioni sulle chiusure, è di estrema importanza.

Mantenere il dissipatore di calore, prodotto dal motore, pulito, è un'operazione che va fatta ogni qualche mese, di controllo almeno, per favorire un minore consumo, meglio dire dispersione, di energia, in quanto se il dissipatore non riesce a raffreddare il motore, questo consuma di più per mantenere la temperatura.

Dati da ricordare quando si acquista il congelatore

Mantenere la catena del freddo è di fondamentale importanza per la corretta ed inalterata conservazione di cibo surgelato e congelato; inoltre, il congelatore dev'essere semplice da gestire.

Il pannello dei comandi solitamente prevede un pulsante per accelerare la fase di congelamento, la manopola per regolare la temperatura, tre spie luminose: verde, gialla, rossa.

Quando si inseriscono nel congelatore già in funzione notevoli quantità di cibo, azionando il pulsante si avvia la congelazione rapida, e si accende la spia arancione.

La spia verde indica l'accensione, e quella rossa che sta lavorando per portare la temperatura ai valori impostati.

Da verificare:

● Coibentazione ottimale delle pareti del congelatore, portellone apertura/chiusura incluso;

● Classe climatica più appropriata in base a dove verrà collocato il congelatore;

● Quanti dB di rumore produce;

● Che sia NOFROST;

● e 4 stelle capace di arrivare a -30°C.

Non deve mai essere stracolmo, per funzionare correttamente e mantenere il cibo congelato, così come se vuoto per più della metà, si spreca energia per niente.