Menu

af1.it

Scrivo sul mio blog

 

Congelatore verticale per sfruttare lo spazio in altezza

5 minuti
aggiornato il

Il congelatore verticale permette di risparmiare spazio pur avendo ottima capienza e si può integrare bene nell'arredo.
Dove lo spazio è limitato sfruttare quello verticale è una necessità, sempre con un occhio di riguardo alle prestazioni che devono essere ottime, il congelatore verticale ben si può integrare con l'arredo.

Caratteristiche generali

Il congelatore verticale può essere un&#39interessante soluzione quando lo spazio disponibile è limitato e si ha comunque la necessità di congelare il cibo e conservare quello già congelato o surgelato.

Si presenta come un frigorifero, sviluppato in altezza invece che in larghezza e profondità come nel congelatore a pozzo.

Pensare all'acquisto di un congelatore verticale colorato, oltre che sfruttare spazio in altezza utilizzando così quello lmitato disponibile sul pavimento, permette di integrarsi in modo divertente nell'arredo, magari in modo più congeniale rispetto ad uno di colore bianco o acciaio inox.

Ovviamente il colore vivace o comunque gradevole può rappresentare la ciliegina sulla torta dell'elettrodomestico, le cui prestazioni però, come sempre, devono essere adeguate per qualità di refrigerazione domestica, caratteristiche in generale e classe di efficienza energetica.

Electrolux congelatore statico RUF2241AOW
Electrolux congelatore statico RUF2241AOW – Classe A+

fonte immagine: electrolux.it

Cosa valutare prima dell'acquisto

● La funzione fast freeze (congelamento rapido) permette di abbassare più rapidamente la temperatura per poter congelare più facilmente il cibo.
Potrebbe anche essere attivata circa 24 ore prima di introdurre il cibo fresco che si intende congelare.
Un apposito scomparto è dedicato a questa funzione.

● Il congelatore verticale presenta il vantaggio di poter avere buona capienza e sistemare facilmente sui ripiani il cibo da conservare, che può essere trovato con facilità quando serve.

● La classe di efficienza energetica come risaputo incide notevolmente sul risparmio energetico e su di un consumo adeguato al lavoro del congelatore, A+ rappresenta già una buona soluzione per un elettrodomestico di questo tipo, il cui lavoro certo non manca in quanto in funzione h24 a temperature basse.

● Quando si ha intenzione di acquistare il congelatore solitamente si punta a capienze medie di 150 – 200 litri, di modo che se si decide di affrontare una spesa si abbia almeno uno spazio a disposizione più ampio per conservare il cibo, di quanto strettamente necessario.

● Mediamente per un 200 litri circa il consumo annuo è di 220 – 250 kWh per la classe A+.

● Le specifiche tecniche del congelatore sono sempre da valutare attentamente: non dimenticare mai che il compito di questo elettrodomestico è quello di mantenere temperature basse, nell'acquisto meglio investire sulla qualità dei componenti e su funzioni che userai concretamente, non fronzoli di cui non ti servirai mai.

● Anche il motore dei congelatori ormai ha raggiunto buoni livelli di silenziosità in quanto anche l'utilizzo di materiali isolanti adeguati fa la differenza in meglio, oltre alla notevole riduzione di rumore rispetto ai motori più obsoleti.

● Il controllo esercitato dai sensori elettronici permette di calibrare l'energia erogata a favore dell'ottimizzazione dei consumi.

● La presenza di sensori acustici per la porta aperta ed eventuale surriscaldamento della temperatura è una sicurezza ulteriore.

La garanzia. Sfortunatamente accade ancora che grandi gruppi talvolta facciano storie quando si tratta di rispondere di eventuali difetti di fabbricazione, o comunque siano troppo zelanti nell'applicare la loro politica a sfavore del consumatore.

● Controllare attentamente l'integrità del congelatore quando viene consegnato, internamente ed esternamente sulle parti visibili.

A scanso di equivoci, quando si è certi di non avere in nessuna misura rovinato il prodotto, ma questo presenta difetti e sorgono problemi con la garanzia, è bene rivolgersi ad una associazione di consumatori, questo ovviamente vale per qualsivoglia prodotto, non solo per il congelatore che comunque è un elettrodomestico destinato a funzionare 24 ore al giorno 365 giorni l'anno, quindi è opportuno che sia sempre al massimo dell'efficienza.

Congelatore Smeg CVB20RNE1 Classe A+
Congelatore Smeg CVB20RNE1 Classe A+

fonte immagine: smeg.it

Statico o no-frost ?!

La caratteristica più importante di un refrigeratore, che sia frigorifero o congelatore, è quella di distribuire in maniera uniforme il freddo.

Alcune tecnologie a detta di alcuni si comportano meglio di altre, anche se ad onor del vero dipende da diverse cose:

● utilizzo che si fa del congelatore (perché in questo caso di congelatore stiamo parlando), pieno, mezzo vuoto, colmo, troppo colmo ?!

● Temperatura esterna all'elettrodomestico; se il caldo si fa sentire il motore aumenta il suo lavoro, e se il congelatore è parecchio pieno il compressore deve forzare di più con lo svantaggio di perdere potenzialmente quelle che sono le ideali condizioni di raffreddamento:

1) Temperatura ambiente non eccessiva.

In alcune cucine la temperatura può aumentare in modo considerevole, per lo spazio limitato, surante l'utilizzo di forno, fornelli, aerazione non adeguata, etc.

2) Comparti pieni in giusta misura.

In questo modo il compressore lavora meglio.

3) Pulizia dei comparti e corretta conservazione del cibo in appositi contenitori.

Almeno ogni 6 mesi svuotare il congelatore, anche se apparentemente non ha bisogno di nulla, e pulire il vano interno e i ripiani è buona consuetudine, igienicamente corretta.

Il corretto utilizzo di frigo e congelatori incide anche sul risparmio energetico perché i compressori non sono chiamati ad eseguire lavori straordinari perché non si utilizzano correttamente gli elettrodomestici.

Detto ciò la qualità tecnologica raggiunta oggi dai (frigo)congelatori è di buono se non ottimo livello, quindi la distribuzione uniforme del freddo in ogni parte del vano refrigerazione può far stare tranquilli.

Raffreddamento statico

Questa tipologia di raffreddamento (definito anche canalizzato) garantisce una distribuzione uniforme del freddo conservando gli alimenti ad un livello di umidità ideale.

Raffreddamento no-frost

L'umidità viene controllata in modo che lo sbrinamento si esegua da solo e il freddo forzatamente distribuito con una ventola.

Al di là dei diversi nomi attribuiti dalle aziende ai loro prodotti, il funzionamento a grandi linee è quello.

Sia con sistema no-frost che statico sono disponibili congelatori con ottimi livelli qualitativi di refrigerazione, fermo restando che, per quanto robusti ed evoluti siano questi elettrodomestici, il loro corretto utilizzo ne migliora notevolmente le prestazioni e la durata.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi