VOIP: quasi per tutti…

🕐 10 minuti @ Condividi via Email
Aggiornato:
VOIP: Voice Over Internet Protocol
(Image by Elf-Moondance from Pixabay)

VOIP: Voice Over Internet Protocol, ovvero usare la rete internet per comunicare con la voce invece della telefonia tradizionale.


Per comunicare ovunque

Comunicare con internet, ormai è cosa acquisita, rappresenta una delle soluzioni in assoluto più convenienti, e lo fa praticamente chiunque, senza fili, anche l'Wi-Fi ormai è acquisito da chiunque.

Grazie alla tecnologia Voice Over Internet Protocol, che permette di sfruttare la potenzialità di internet, o comunque di una rete, possiamo comunicare a prezzi vantaggiosi, con qualunque località nel mondo.

Non si va ad usufruire della rete telefonica tradizionale, bensì del protocollo IP, su internet, e la connessione a banda larga risultava ottimale per questo scopo, ora, con la fibra, non ci fa quasi più caso nessuno, un po' come il telecomando del televisore: ai suoi tempi, è stato una grande novità.

Oggi, è considerata una cosa normale, scontata, comunicare in Wi-Fi, ovunque nel mondo, pagando solo la connessione ad internet, e usando applicazioni che sfruttano la tecnologia VOIP; WhatsApp, Telegram, Signal, etc.

Cos'è VoIP

Con un adattatore, qualche anno fa era possibile risolvere i problemi relativi ai costi della telefonia tradizionale; si andava a collegare il telefono di casa, alla linea ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line).

Per VOIP, si intende la tecnologia capace di convertire il segnale relativo alla fonia, la voce, in un segnale digitale.

Questo segnale viaggia sulla rete internet, con l'utilizzo della tecnologia TCP/IP, usando appunto il sistema di comunicazione su cui si basa il web: una rete di computer, collegati tra loro.

Come funziona

Ogni dispositivo, grazie al software permette di trasmettere in forma digitale i dati vocali, che vengono codificati in tali, proprio quando stiamo effettuando una conversazione.

Una vera e propria rivoluzione della comunicazione, a tutto vantaggio dell'economia di spesa.

L'utilizzo di questa tecnologia, risulta utilizzata pressoché ovunque, sia nell'impiego domestico, che in quello aziendale, dato che ormai ogni dispositivo mobile ne è dotato.

C'era una volta… ma c'è ancora

Tempo fa, diverse aziende avevano iniziato ad utilizzare questa tecnologia realizzando reti telefoniche specifiche, per comunicare con le diverse sedi, sparse in diverse località.

La creazione di queste reti telefoniche, rendeva necessario installare delle stazioni di commutazione, per trasformare i dati analogici in protocolli IP, e rendere quindi possibile comunicare grazie alla rete, ovvero internet.

Il lavoro di queste stazioni, si svolgeva tanto sui segnali in entrata, quanto su quelli in uscita.

Metodologia di comunicazione come ad esempio la videoconferenza, la condivisione del desktop (application sharing), che consentono di interagire con persone, e unità, PC e altri dispositivi, collocate in località distanti tra loro anche in modo ragguardevole.

Il risparmio che risultava, e risulta ancora oggi in questi casi, è davvero notevole.

Un esempio, era la possibilità di navigare in internet con l'ADSL, la banda larga, così definita quando non inferiore ai 2 MB di velocità, a costi fissi, indipendentemente dalle effettive ore di navigazione.

Potevamo usare la tecnologia VoIP, che permetteva di comunicare (chiamate, videochiamate, etc.), sfruttando al massimo il costo sborsato per il pacchetto di offerta relativo alla navigazione in internet con ADSL.

Telefonia tradizionale

Con la telefonia fissa, si viene a creare un collegamento costante tra le parti, indipendentemente che si comunichi, oppure no.
A differenza della tecnologia TCP/IP, che si limita a trasmettere informazioni, e anche i dati relativi alla fonia solo quando necessario.

Ovvero, va a sfruttare la quantità necessaria di banda quando richiesto: nel caso si voglia comunicare dei dati, viene utilizzata la banda necessaria, se si desidera anche comunicare vocalmente nello stesso momento, la banda utilizzata aumenta quando risulta opportuno.

Uno degli svantaggi della comunicazione con TCP/IP, che permetteva anche la compressione dei dati per facilitarne la comunicazione, era l'invio, dato che la qualità dei dati trasmessi, non era così elevata.

Il segnale infatti, viene ricomposto allo stato originale, così come risultava essere in partenza, questo spesso causava, e talvolta accade ancora in diverse zone scarsamente coperte dalla rete Wi Fi, un rallentamento della comunicazione, o la perdita di qualche dato.

Tutto sommato, è possibile ottenere una qualità di trasmissione più che soddisfacente, grazie alla continua evoluzione del software che permette la comunicazione TCP/IP.

Qualità del segnale

In parole povere, la qualità offerta dalla comunicazione IP risulta chiara e comprensibile tanto quanto quella effettuata su di una linea telefonica tradizionale, e certamente non inferiore a quella del vecchio telefono cellulare, che si occupava “solo” di fare, e ricevere chiamate, a differenza dei moderni dispositivi come Iphone e Smartphone, che in pratica sono PC portatili.

Si rendeva però necessario, per fruire di una buona qualità, avere a disposizione una connessione ADSL, in grado di veicolare una maggiore quantità di informazioni in un tempo breve, una banda sufficiente per trasmettere e ricevere, anche insieme, dati relativi alla trasmissione, e alla fonia.
Parlare e condividere un documento nel medesimo tempo per intenderci.

Comunque, per quanto riguarda la fibra ottica, in Italia nel 2021 non siamo ancora così capillari, cosa che ormai dovrebbe essere una realtà ovunque.

Number portability

Se si acquistava un servizio VoIP, veniva assegnato un numero di telefono in base alla collocazione geografica, addirittura era possibile ottenere un number portability, cosa che si può fare ancora oggi del resto, e si poteva usare in qualsiasi momento, ed era l'equivalente di un numero univoco della rete telefonica tradizionale.

Ai giorni nostri, con i recenti dispositivi, anche questo è ormai alla portata di tutti.

La sicurezza

Visto che i dati trasmessi utilizzano la tecnologia di internet, dal punto di vista della sicurezza è bene però tenere presente che si è potenzialmente esposti ai rischi legati ad internet, rispetto alla vecchia telefonia: spam, virus, intrusioni, etc.

Diverse aziende di telecomunicazione, attente alla sicurezza informatica, hanno dato vita alla VOIPSA (Voice Over IP Security Alliance, techopedia.com), che si preoccupa di fornire ai propri clienti, forme di comunicazione il più sicure possibile, usando al meglio la loro esperienza nel campo informatico, e in quello della telecomunicazione.

Accessori VoIP

Per sfruttare al meglio la tecnologia VoIP, apparecchi specifici rendevano possibile una migliore qualità delle comunicazioni, andando a trarre il maggior vantaggio possibile dalla potenzialità offerta dalla tecnologia stessa.

Gli adattatori ad esempio, permettevano di collegare il telefono analogico tradizionale alla rete VoIP, andando a convertire il segnale analogico, in digitale.

In questo caso ovviamente, era comunque necessario disporre di una rete ADSL, l'adattatore veniva collegato alla rete internet, e il telefono all'adattatore; è praticamente la stessa cosa che accade oggi con la fibra ottica, che però in velocità è ancora piuttosto scarsa in molte zone d'Italia.

Risulta possibile il collegamento anche di telefono cordless, fax, il ruolo del router è quello di convertire gli apparecchi analogici collegati, in dispositivi IP, che si prestano alla connessione ad internet, e quindi alla rete VoIP.

Telefono IP

Il Telefono IP, era esattamente come un comune telefono tradizionale, esteriormente, che includeva però al suo interno un adattatore, anche con questo dispositivo era possibile utilizzare la rete VoIP, anche se non si possedeva un PC.

I dispositivi all in one invece, sono apparecchi che svolgono più funzioni insieme, quali modem, router, adattatore per apparecchi analogici, in questo modo era possibile selezionare per ciascun dispositivo collegato, la rete che si preferiva, VoIP, oppure la rete telefonica tradizionale.

Il Softphone, è un software da installare sul PC, che utilizza la rete VoIP, e permette di convertire dati relativi alla fonia, in dati digitali.
L'interfaccia del software, può essere più o meno ricca di opzioni, secondo il prodotto che scegli di installare.

Il servizio VoIP

Fattori che possono deteriorare la qualità del servizio IP, prima ancora che VoIP, sono dovuti al ritardo della trasmissione IP, alla presenza di eco nella conversazione, e scarsa disponibilità di banda; siamo sempre a quello.

Per ridurre al minimo questi inconvenienti, sono state introdotte nel mercato tecnologie utilizzate dai gestori per risolvere il problema relativo alla perdita di dati trasmessi, e alla qualità del servizio offerto, problemi che si creano per l'immensa quantità di dati presenti sulla rete, che vengono trasmessi in ogni momento.

I dati trasmessi, vengono instradati dai router, che si occupano di inviare a destinazione i dati inviati dall'utente.

In caso di congestione di dati, come sempre vale la regola First in First out, ovvero il primo segnale che arriva al router, è il primo a essere servito, e via a seguire in ordine cronologico.

Questa modalità è denominata best effort, dove si cerca di garantire a tutti i pacchetti di flussi in entrata, il modo migliore per smistarli alle rispettive destinazioni.

Perdita di dati

Per ridurre al minimo la perdita di dati, sono state studiate diverse modalità di trasmissione, per istruire in modo ottimale il router.

A questo proposito, vengono adottate diverse soluzioni: IntServ che equivale a Integrated Service, è una soluzione che praticamente va a prenotare delle risorse di rete, ogni qualvolta l'utente ne fa richiesta, cioè quando utilizza il servizio.

In pratica, questa soluzione prenota uno spazio sul router, per un tempo prestabilito, nel quale l'utente può comunicare trasmettendo i dati, informazioni, voce, o entrambi.

Ogni flusso di dati, può ricevere una determinata qualità nel servizio, non più Firt In First Out, grazie al protocollo RSVP (Resource Reservation Protocol), e prima di iniziare la trasmissione dei dati, l'applicazione deve costruire il percorso, e prenotare le risorse necessarie, al fine di garantire la stessa qualità per ogni flusso di dati.

Differentiated Service

DiffServ, ovvero Differentiated Service, risulta più ottimale, in quanto non utilizza il protocollo RSVP non supportato da tutti i router, evita di memorizzare sullo stesso le caratteristiche di servizio, ad ogni pacchetto viene assegnato un codice di comportamento (PHB, Per-hop behaviour), che determina il modo in cui i pacchetti vengono gestiti all'interno della rete.

La modalità di adottare entrambe le soluzioni insieme, ha portato migliorie nel servizio offerto, dove i vantaggi di una, colmano gli svantaggi dell'altra, e viceversa.

Si evince quindi che, per trarre maggiore qualità della tecnologia VoIP, è necessario avere disponibilità di una sufficiente banda sulla linea che si usa.

In base alla quantità di informazioni scambiate, si rende necessario disporre di una banda superiore, nel caso di un'azienda ad esempio, che dovrà effettuare molte più comunicazioni, rispetto a un privato.

Le tariffazioni, sono strettamente legate a ciascuna offerta, sia per le chiamate nazionali e internazionali, verso rete fissa, o cellulare.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.