Menu

af1.it

Scrivo sul mio blog

 

Quale impianto di riscaldamento fa al caso tuo ?

5 minuti
aggiornato il
Smart home controllabile anche dallo smart(i)phone anche per quanto riguarda l'impianto del riscaldamento, che va scelto con cura soprattutto in caso di nuove costruzioni o importanti ristrutturazioni

Smart home tecnology

Non esiste a prescindere un impianto di riscaldamento migliore di un altro ma va scelto in base a elementi ben precisi.
Esposizione dell'edificio rispetto ai punti cardinali, coibentazione, zona climatica, differenza tra temperatura esterna/interna, utilizzo medio giornaliero dell'impianto…
Va pensato su misura.

Impianti di riscaldamento ed energia

Se hai intenzione di rifare l'impianto di riscaldamento o devi realizzarne uno nuovo, hai già deciso come procedere ?
Vuoi puntare sul tradizionale o cercare altre soluzioni ?

Ormai parlare di tradizionale per gli impianti di riscaldamento non ha più senso, così come non ne ha definire determinate fonti combustibili con i loro impianti energie alternative, in quanto alternative ad un monopolio che per tanti anni ha fortemente limitato la scelta, alternative che comunque già c'erano già anche se per niente pubblicizzate.

La maggiore quantità di informazioni di cui il consumatore dispone, ha sicuramente ampliato la possibilità di scelta dei diversi prodotti, secondo le proprie esigenze soggettive.

Fonti energetiche e relativi impianti che fino a qualche decennio fa sembravano improponibili o avveniristiche, oggi sono cosa normale.

Anche perché le aziende produttrici ed i venditori hanno compreso che per offrire al cliente quello che effettivamente cerca, devono necessariamente ampliare la scelta dei prodotti.

Per quanto riguarda il riscaldamento, non credo ci siano a prescindere impianti di riscaldamento e relativo combustibile migliori di altri, sono diversi gli elementi in gioco per poter determinare quale impianto risulta ideale in un preciso contesto climatico e soggettivo.

Quale combustibile per l'impianto di riscaldamento ?!

Appunto: il contesto climatico.

Palermo o Courmayeur ?!
Contesti, zone climatiche completamente differenti, anche gli impianti di riscaldamento dunque possono differire in modo notevole.

In base a diversi criteri.

Ore giornaliere in cui mediamente il riscaldamento viene utilizzato.
Mediamente quando fa freddo quante ore tieni acceso l'impianto di riscaldamento ?
Se lo usi solo poche ore al giorno e per un periodo di tempo limitato ai soli mesi invernali perché abiti in una zona dal clima temperato, la caldaia a gas metano con tutta probabilità è la scelta più idonea.

Funzionale, manutenzione minima, costo contenuto anche per quanto riguarda il gas naturale, che nonostante le oscillazioni dei prezzi ha un'ottima resa.

La differenza tra temperatura esterna e interna di uno specifico edificio.

• Esposizione dell'edificio rispetto ai punti cardinali;

• livello di coibentazione dello stesso;

possibilità di sfruttare la luce solare con il suo calore grazie alle finestre.

La possibilità di utilizzare la luce solare in modo abbondante è uno dei metodi più semplici per avere calore in casa e risparmiare energia.

• Grandi vetrate che catturano la luce del sole che arriva in casa con tutto il suo calore durante l'inverno, è davvero sorprendente e piacevole.

La differenza tra una casa buia che non riceve la luce del sole, e tra una che invece la lascia entrare copiosamente, è notevole sotto diversi punti di vista:

risparmio energetico concreto su riscaldamento e illuminazione;

• vivibilità molto più piacevole che influisce inevitabilmente sul benessere delle persone che ci vivono.

E non è poco.
Ecco perché quando si ha la possibilità di creare finestre, porte-finestra, lucernari, sono ottimi investimenti per migliorare la qualità della vita e incidere realmente sul risparmio in bolletta.

Mq da riscaldare.
Anche i mq da riscaldare incidono sulla scelta di un impianto, oltre ai fattori già citati.

Impianti di riscaldamento che necessitano di grandi investimenti iniziali, come fotovoltaico e pompa di calore sono indicati per edifici in cui il riscaldamento dovrà essere prodotto per lunghi periodi giornalieri.

L'energia geotermica rappresenta sicuramente molti vantaggi:

• sfrutta risorse naturali senza estinguerle usando il calore della terra;

• non inquina perché produce energia pulita;

• ha un'ottima resa.

• L'ingente spesa iniziale dell'impianto sicuramente viene ammortizzata nel tempo; per ammortizzarla prima occorre che il tempo sia più breve, un impianto di questo tipo che funziona 13, 14 ore al giorno permette di risparmiare sui consumi giustificando l'investimento.

Impianti a gasolio e GPL sono utilizzati o dove non arriva la rete di alimentazione del gas naturale, o dove esistono impianti preesistenti il cui rifacimento sarebbe oltremodo oneroso.

Non è raro comunque che sempre più edifici con impianti di riscaldamento centralizzato decidano di sostituire le vecchie caldaie con quelle a gas metano, anche per ridurre l'inquinamento ambientale.

● La legna può essere una soluzione interessante per essere utilizzata anche con una stufa ad accumulo o altra già in uso.
Interessante anche la resa del cippato (piccole scaglie di legna).
Buoni i prezzi rapportati alla resa calorica sviluppata.

● Anche il pellets ha una resa interessante, più caro però della legna.

Carta e matita: fai 2 conti

Carta e matita alla mano, fai 2 conti.

● Quanto spendi ora per il riscaldamento in un anno ?

● Quanto costa il nuovo impianto che desideri installare ?

● Quanto costa il combustibile annuo del nuovo impianto ?

● Quanti anni servono per recuperare la spesa ?

● Pensaci: conviene ?

In zone dal clima temperato, dove il riscaldamento lo si utilizza pochi mesi l'anno per qualche ora al giorno, è possibile anche utilizzare le moderne stufe che sono una buona soluzione.

Inevitabilmente gli impianti più impegnativi dal punto di vista economico e che producono energia pulita sono indicati dove il freddo è compagno di vita per tanti mesi l'anno, anche se molto dipende sempre dalla coibentazione degli edifici da riscaldare.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi