Come scegliere la carta di credito e usarla in sicurezza

@ Condividi via Email
Aggiornato:
La carta di credito offre il vantaggio di non portarsi appresso denaro contante ed è praticamente accettata ovunque
(photo by Steve Buissinne on Pixabay)

La carta di credito presenta notevoli vantaggi: sceglila bene e usala in sicurezza con un pizzico di logica e del buon vecchio buon senso.


Carta di credito con spese di gestione conto corrente rimborsate

E le spese gratuite di gestione, sono bene accette.
Le spese, già si pagano sul conto corrente associato alla carta.
Anche quando una banca fa pagare tot, esempio 20,00 € annui per l'uso della carta, solitamente rimborsa tot €, ad ogni utilizzo, oltre le spese di gestione del conto.
In questo modo, conviene.

Guarda i vantaggi della carta di credito

Oggi, è prassi, che le banche offrano gratuitamente diversi servizi associati al conto corrente, come la credit card.

è facile da usare, veloce, non serve portarsi appresso troppi contanti, evitando così i rischi che ne conseguono.
E ancora, non comporta nemmeno i potenziali rischi legati agli assegni, e le carte sono accettate ormai ovunque, o quasi.

Quale scegliere

• Come prima cosa, guarda i costi.

Indipendentemente dal fatto che tu intenda farne un uso frequente o saltuario, trovarsi addebitati costi per ogni operazione eseguita (acquisti, prelievi, etc.) può aumentare anche in modo considerevole le spese del canone del conto corrente al quale risulta associata la carta.

Plafond

• Se viaggi spesso all'estero, assicurati sempre che la carta che intendi acquisire sia accettata con facilità.

Il plafond: quello che puoi spendere in 1 mese, per ogni acquisto (tetto massimo spesa), e quanto puoi avere per ogni prelievo giornaliero.

Anche se hai un tot mensile devi sapere, quanti prelievi puoi eseguire ogni giorno, e di quanto.

Quindi informati sempre con precisione, su quali e quanti prelievi e pagamenti in generale puoi fare.

Ovviamente, le spese possibili sono sempre e comunque correlate alla disponibilità economica presente sul conto corrente.

Con 20.000,00 € sul conto, certamente puoi disporre di un plafond mensile di 10.000,00 €, anche meno, se decidi di rateizzare le spese eseguire con la carta di credito.

Esempio: hai 20.000,00 € sul conto corrente, e vuoi fare una spesa di 30.000,00 € pagando a rate.
La transazione dei 30.000,00 € avviene nel momento in cui fai la spesa, la rateizzazione mensile, che funziona come un vero e proprio prestito, un finanziamento, avviene ogni 30 giorni.

1) Prima di affrontare la spesa che esce dal budget del conto corrente, devi attivare l'opzione della rateizzazione, che prevede gli interessi del caso.

2) Ad ogni scadenza, devi avere sul conto la somma necessaria per pagare la rata mensile.

Funzione Bancomat

La funzione Bancomat, ti permette di prelevare contanti agli sportelli, e che sia una carta idonea per effettuare prelievi gratuiti da qualunque sportello, indipendentemente dalle diverse banche; in caso di commissioni, informati.

Se la tua banca è la PincoPallino, dagli sportelli presenti in tutta Italia i prelievi sono sicuramente gratuiti, ma se la banca è un'altra, potresti pagare il costo del prelievo.

Quindi assicurati anche di questo aspetto.

Piano di rimborso

In quanto carta di credito, una spesa, o un prelievo, vengono addebitati il mese successivo, a differenza del Bancomat dove il prelievo è immediato, e in pratica spendi denaro contante dal tuo conto corrente.

Quindi tu decidi se usare la card, come carta di credito, o come Bancomat; ti viene chiesto sia dal software touch screen degli sportelli automatici, che dagli addetti alla cassa dei negozi, quando paghi.

Se usi la credit card, in base alle opzioni offerte dalla tua banca, puoi anche decidere un rimborso rateale, come nell'esempio sopra, e non il saldo al mese successivo la spesa.

Si tratta di un prestito a tutti gli effetti, con interessi da pagare, in base al plafond disponibile, in quanto puoi effettuare una spesa e poi pagarla a rate mensili; devi assicurarti che ogni giorno del prelievo, ci sia contante sul conto.

Incentivi

Negli ultimi anni, complice anche la crisi economica, diverse banche hanno iniziato ad offrire conti correnti e servizi a prezzi più agevolati rispetto a un tempo, per incentivare l'apertura di nuovi conti, acquisire nuovi clienti, e incentivare l'economia.

Per incentivare i potenziali nuovi clienti ad aprire un conto corrente, vengono quindi offerti anche servizi associati senza spese aggiuntive, come appunto la credit card, i bonifici a costo 0, etc.

Prudenza nell'utilizzo

Utilizzare questo strumento è semplicissimo, anche per prelevare contanti agli sportelli Bancomat, o agli ATM evoluti (Automatic Teller Machine), dove puoi anche versare denaro sul conto.

Il buon senso, e la logica, aiutano sempre.

Quando ti viene consegnata, o recapitata per posta, il PIN arriverà in un secondo momento, separatamente, per ovvi motivi legati alla sicurezza.

• Una volta ricevuto il PIN, imparalo a memoria.

Non tenerlo mai insieme alla carta, conservalo in un luogo sicuro.

Solitamente, il PIN è composto da 4 o 5 caratteri, di modo che possa essere ricordato facilmente, una volta imparato.

Prenditi qualche minuto, per ripetere sia a voce, che mentalmente, la combinazione numerica, di modo che dopo non te le dimenticherai più, e potrai usare la carta di credito per prelevare denaro contante dagli sportelli.

• Sul conto corrente associato credit card, una buona misura di prudenza sarebbe di non tenere mai troppo denaro, ma solo quello che, grosso modo, spendi mensilmente.

OTP: One Time Password

Ormai è regola per la sicurezza, che ogni volta che esegui un pagamento online, ti viene inviato un codice OTP con un SMS sul tuo smartphone, una password usa e getta che dura pochi minuti, ed è ulteriore al PIN per procedere con la transazione.

Queste operazioni, si svolgono anche con l'App della tua banca.

Furto o smarrimento

È vero, che in caso di furto o smarrimento, esiste un numero telefonico della banca, solitamente un numero verde, quindi la chiamata è gratuita, dove possibile far bloccare la carta una volta che l'operatore si è accertato della tua identità.

E questo è possibile grazie ad un altro PIN, diverso da quello della carta di credito, che dovrai digitare sulla tastiera del telefono, quando richiesto.

Oppure, puoi recarti direttamente in filiale, se vicina a casa.

Utilizzo di un secondo conto corrente

Furto e smarrimento a parte, se la carta dovesse essere clonata, ti potrebbero ripulire il conto corrente nel giro di poco, o comunque prelevare somme ingenti.

Questo non accade invece, se sul tuo conto tieni solo poche centinaia di €.

Tu conosci le spese che hai intenzione di fare, quindi puoi provvedere ad accreditare sul conto corrente associato alla carta, la somma necessaria, non è difficile.

Puoi fare un bonifico gratuito da un altro conto; ecco che ancora una volta è necessario, quando apri il conto corrente, assicurarti di eventuali spese, oltre il canone annuo.

Spese delle operazioni sul conto corrente

Se i diversi servizi (bonifici, prelievi, etc.) non sono sempre gratuiti, devi almeno assicurarti di quanti siano compresi gratuitamente nel canone in 1 anno.

Ad esempio: 50 bonifici gratuiti, e poi tot spesa per ogni bonifico, 100 prelievi annui, e poi una piccola commissione ogni prelievo, etc.

Avere un altro conto corrente, come quello associato alla carta di credito, fa inevitabilmente raddoppiare il canone annuo relativo ai conti correnti, quando ne hai 2, paghi per 2.

Potrebbe però essere una soluzione intelligente e interessante, soprattutto se la banca offre condizioni sufficientemente vantaggiose.

In questo modo, avresti il conto corrente principale dove depositare e tenere la maggior parte della liquidità disponibile, e su quello associato alla carta, tenere solo quello che serve.

Quando il conto arriva vicino allo 0, non devi fare altro che eseguire un altro bonifico per mettere altro denaro, proveniente dal conto corrente principale, su quello secondario associato alla card.

A conti fatti può darsi che il gioco valga la candela.
Sono inoltre molto interessanti le carte prepagate con codice IBAN, che funzionano in tutto e per tutto come un normale conto corrente, dove puoi eseguire e ricevere bonifici, ed effettuare tutte le transazioni di una comune credit card.

Le spese di gestione della carta di credito

Devi sempre avere tutte le informazioni delle spese di gestione prima di iniziare qualsivoglia operazione, e se devi aprire un nuovo conto corrente, cerca quello che offre le condizioni migliori, secondo le tue necessità, disponibilità ed esigenze.

Ci sono banche on line, che offrono servizi particolarmente vantaggiosi, quasi tagliati su misura per utilizzare la carta di credito, con diversi sportelli presenti pressoché ovunque, se intendi depositare contante.

Questo è possibile presso le filiali convenzionate con la tua banca, dove puoi versare sia contanti che assegni, direttamente sul tuo conto corrente, con disponibilità dal giorno dopo per i contanti, e dopo 3 giorni per gli assegni, grazie all'ATM evoluto.

Altro non è che uno sportello dotato di display touch screen, come quello che serve solo per i prelievi di denaro contante.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.