Acquistare casa nuova o ristrutturare?

Comprare casa da ristrutturare può presentare notevoli vantaggi, sia economici che di soddisfazione
(photo by Belinda Fewings on Unsplash)

Acquistare casa da ristrutturare: conviene quando l'edificio è solido e le spese di personalizzazione possono svolgersi col tempo.


Acquistare casa da ristrutturare per dilazionare le spese che si possono rimandare

Perché conviene comprare una casa da ristrutturare invece che nuova: perché si può avere una casa maggiormente personalizzata, seguendo passo passo la ristrutturazione, e a conti fatti si può spendere anche parecchio meno di una casa nuova pur essendolo a tutti gli effetti.

Se fondamenta, muri e tetto sono in buone condizioni, le spese accessorie1 possono essere rimandate in un secondo momento, senza spendere tutto il denaro disponibile, se la casa è di fatto abitabile in sicurezza.

1) Sostituire le piastrelle, i sanitari, personalizzazioni varie, etc.

Prezzi da capogiro per abitazioni nuove

Negli ultimi anni, e fino a qualche anno fa, i prezzi di case nuove avevano (e comunque in parte hanno ancora), raggiunto prezzi quasi improponibili, assurdi, da pura speculazione senza controllo, o quasi.

Perché non è logico che una famiglia si debba accollare un mutuo di 30 anni, con rate anche pesanti, per avere un luogo dove abitare.

La crisi economica degli ultimissimi anni, ha in parte ridimensionato il prezzo degli immobili, che del resto non potevano continuare a salire nemmeno se l'economia fosse andata bene.

Però i prezzi delle case, è bene tornino ad essere, o diventino finalmente, prezzi onesti.

Ovviamente parlo di appartamenti per i più, non locali esclusivi destinati a pochi che se li possono permettere, ovviamente buon per loro.

Ecco perché acquistare una casa da ristrutturare (anche solo parzialmente) può rappresentare una soluzione ideale per esaudire il desiderio di avere una casa.

Acquistare casa da ristrutturare: perché può essere conveniente?

1) Il prezzo può essere parecchio inferiore rispetto al nuovo;

2) se non sono presenti danni strutturali, puoi avere solide basi sulle quali ristrutturare, e personalizzare la casa, ed eventuali spese le puoi rimandare in un secondo momento, non hai l'obbligo di fare tutto e subito;

3) in fase di ristrutturazione, puoi incidere notevolmente sul risparmio energetico, puntando ad avere un ambiente luminoso e confortevole;

4) Le costruzioni più datate, prevedevano atrio, disimpegno, accesso alle camere, cucinino, etc. al contrario di oggi, dove il risparmio di spazio nelle nuove costruzioni insieme al prezzo elevato, rappresenta un forte limite per l'acquisto;

5) gli spazi sono diversamente organizzati nei vecchi appartamenti, e nel ristrutturare li puoi personalizzare con qualche modifica, senza contare che in alcune situazioni non lo necessitano nemmeno.

Esempio di spesa

Facciamo un semplice esempio, con cifre ipotetiche; per l'acquisto di una vecchia casa con solide basi, costa 80.000,00 €, mentre una di pari dimensioni nuova, costa 120.000,00 €.

Anche se nella ristrutturazione della vecchia casa pagata 80.000,00 €, dovresti spenderne 40.000,00 potresti ottenere, non solo una casa di fatto su misura, ma così personalizzata, che quella nuova sarebbe impensabile allo stesso prezzo.

Cerca un consiglio esperto e di fiducia

Cercando, con un po' di pazienza, l'occasione giusta non tarderà ad arrivare.

Puoi farti consigliare da un esperto costruttore, un bravo muratore, che ti può rassicurare sulla solidità e bontà della costruzione, e sull'assenza di danni strutturali (fondamenta, tetto, etc.), dopodiché puoi concentrarti solo su come ti piacerebbe sistemare la tua casa.

Incidere sul risparmio energetico grazie alla ristrutturazione

Entrare nell'ottica di uno sfruttamento ottimale della luce solare, a partire dalla massima semplicità, è quanto di meglio per incidere sul risparmio energetico migliorando sensibilmente il comfort della casa.

Come?

Usa la luce solare

Con qualche finestra, porta-finestra e lucernario in più, secondo le soggettive possibilità dello specifico edificio, compatibilmente con i permessi necessari.

Conviene valutare attentamente, e informarsi preventivamente, con la consulenza di un bravo architetto, quante aperture, come e dove, si possono inserire per godere in tutta la sua totalità l'utilizzo della luce solare.

Luminosità e calore

Aperture in più che potrebbero essere valutate anche in case nuove, laddove sia possibile (o necessario), incidere sul risparmio energetico e migliorare il comfort abitativo.

Aperture nell'edificio che migliorano il comfort, portano luce e calore, e offrono talvolta anche un panorama interessante; che poi, guardare e vedere cosa c'è fuori dalla finestra ha sempre il suo perché.

Oscurare una finestra, quando serve e lo si desidera, è semplice e veloce.

Compare una casa da ristrutturare, e poi vedere qualche apertura in più, una porta-finestra o più d'una, con uno o più lucernari e qualche finestra ulteriore, rende bene l'idea che vale più di 1.000 parole.