Tipologie di tende per interno: un accessorio confortevole

aggiornato il
Tipologie di tende per interno:  un accessorio importante e confortevole
Tipologie di tende per interno (Photo by Anton Lecock on Unsplash)

Tipologie di tende per interno: un accessorio confortevole, utile, pratico e spesso irrinunciabile per avere la giusta riservatezza in casa.


Tenda a rullo

Cominciamo a spendere due righe riguardo la tenda a rullo, dove su quest'ultimo può venire completamente arrotolata la tenda, quando la finestra risulta totalmente scoperta.

Risulta possibile oscurare la parte di finestra desiderata, fissando la tenda con appositi ganci: sarà la stessa tenda ad essere manovrata per oscurare o schiarire l'ambiente.

Il tessuto aderente

In questo tipo di tenda, il tessuto impiegato deve essere capace di mantenere una certa aderenza, il cotone trova buon utilizzo, ma anche materiali sintetici risultano idonei per questo tipo di prodotto, ed il componente meccanico di scorrimento (non ingombrante), prevede l'alloggiamento nel telaio del serramento.

Tenda a pacchetto

È praticamente un pezzo di stoffa che copre tutta la superficie della finestra, e l'avvolgimento previsto per la tenda è verso l'alto, azionato dal meccanismo che trova spazio sul soffitto, prima del serramento; meccanismo che risulta parte di un componente atto a contenere la tenda quando avvolta.

L'avvolgimento della tenda, si rende possibile grazie ad una cordicella.

Tenda a vetro

Prevede di essere un pezzo di stoffa che copre per intero la finestra.

Non è dotata di alcun meccanismo di avvolgimento, bensì è fissa dove posizionata, solitamente costituita da tessuto leggero quale lino, cotone, oppure sintetico; è forse la tenda più semplice.

Può comunque assumere un aspetto particolarmente decorativo, in base al taglio ed ai disegni della stoffa.

Tenda a pannello

In questo caso, sono previste due tipologie: a movimento scorrevole, oppure orientabile in verticale.

Scorrevole

Nel tipo scorrevole, sono previsti in genere 4 pannelli che coprono l'intera superficie della finestra, ma il loro numero può variare in base alle dimensioni della superficie da coprire.

I pannelli risultano fissati in alto, con velcro, su supporti alloggiati in binari, lo scorrimento dei pannelli determina l'oscuramento della finestra, o l'entrata di luce desiderata.

Movimentando ciascun pannello, è possibile trovare l'illuminazione preferita.

La zavorra

Nella parte inferiore dei pannelli, proprio sopra il pavimento, spesso è inserito un pezzo di alluminio estruso, (es. alto 4 cm e largo 4 mm), che funge da zavorra, per dare peso alla tenda, e mantenerla tesa, caratteristica propria della tenda a pannello.

Orientabile in verticale

Quando è orientabile in verticale, è costituita da tanti pannelli lunghi quanto desiderato (dal soffitto al pavimento, oppure fino alla base del davanzale in caso di finestra), piuttosto stretti, 10, 15 cm circa.

Tramite un'asta sottile che aziona il meccanismo, si muovono in verticale girando su sé stessi di 360 gradi, lasciando passare più o meno luce.

Nei tipi di tende a pannelli, l'assortimento proposto dal settore ha buona gamma di scelta, ma è possibile scegliere il tessuto preferito, per colori, disegni e materiali, e realizzare il tipo di tenda che preferisci.

Tendaggio tradizionale

Il tendaggio tradizionale, è quello cosiddetto all'americana: riveste particolare importanza il binario ed il suo scorrimento, che deve risultare ben proporzionato al tessuto ed al peso che deve spostare.

Grazie ad una cordicella si va ad azionare il meccanismo di scorrimento, facendo estendere la tenda in tutta la sua lunghezza, oppure richiudendola su sé stessa.

Le riloghe

Le tende a riloghe, dette anche a bastone, prevede anelli scorrevoli su di un supporto cilindrico, dove la tenda viene agganciata con piccole mollette, presenti sugli anelli stessi.

Risulta particolarmente stilizzata, ed è possibile dare alla tenda, un'ondulazione più o meno pronunciata, in base alla lunghezza in orizzontale della tenda, rispetto alla superficie della finestra.

Se la tenda è parecchio più larga, è possibile ottenere un effetto onde, molto apprezzabile, in caso contrario risulterà tesa.

L'effetto estetico, tesa o ad onde, dipende molto dal tessuto della tenda; per consistenza, peso, spessore.

Il tessuto delle tende

La scelta del tessuto delle tende, è direttamente dipendente dalla tipologia di prodotto.

Nel caso di tenda a pannelli, solitamente il cotone, il lino, oppure materiali sintetici, sono molto usati, dato che garantiscono alla tenda di rimanere uniforme, tesa.

Filtrare la luce

Per altri tipi di tende, non si ha che l'imbarazzo della scelta, in virtù anche della quantità di luce che si intende filtrare.

In un ambiente poco illuminato ad esempio, un tessuto a trama larga aiuta a lasciar entrare più luce; viceversa, si rende necessario un tessuto più pesante e più fitto, per filtrare maggiori quantità di luce solare.

Il peso del tessuto

Questo è un aspetto che va ad incidere particolarmente quando il tessuto è pesante, sul meccanismo che deve azionare l'apertura e la chiusura della tenda.

Deve essere adeguato, robusto, garantire affidabilità nel suo utilizzo, che deve essere semplice e maneggevole.

Tessuti sintetici

I tessuti sintetici, hanno un prezzo minore rispetto a lino, seta, cotone, canapa, cretonne (questo).

Ci sono tessuti sintetici, che hanno raggiunto elevati livelli di qualità, e di facile uso, tanto per risultare antimacchia, quanto per estetica davvero apprezzabile.

Soluzione mista

Esistono anche soluzioni miste dove materiali naturali e sintetici, offrono un gradevole effetto chiaro-scuro.

Tessuti di origine naturale

Se intendi acquistare tessuti naturali, è bene assicurarsi, grazie all'etichetta che deve trovare spazio sul tessuto, la qualità del filato impiegata nella produzione, per procedere al lavaggio in maniera corretta.

Pulizia

I materiali sintetici, risultano più semplici nella pulizia; tuttavia con le dovute attenzioni, ed i consigli del produttore, è possibile effettuare un lavaggio ad hoc per materiali naturali, ed in questo caso serve mettere maggiore attenzione, durante il posizionamento della tenda, sul meccanismo di scorrimento.

Il possibile sfilacciamento non è da sottovalutare.

Le attenzioni da usare

La qualità dei materiali naturali impiegati, fa la differenza.

Maggiore sarà la larghezza della trama del tessuto, maggiore sarà anche la probabilità che possa ulteriormente diradarsi nel tempo.

Quindi attenzione al lavaggio, ed al posizionamento del tessuto quando lavato, sulla riloga o altro supporto.