Le tende per interno: pratiche, utili e arredano

aggiornato il
Le tende per interno sono molto utili e possono contribuire in maniera determinante sulla qualità dell'arredamento
Tende per interno (photo by Free Photos on Pixabay)

Tende per interno: pratiche ed esteticamente apprezzabili, senza spendere molto, riescono ad integrarsi bene nel contesto dell'arredo.


I tessuti per le tende

Anche in tessuto particolarmente leggero, soprattutto se le persiane servono anche a regolare l'intensità della luce solare nella stanza, di modo che la loro installazione sia più semplice, sicuramente rispetto a tende in tessuto pesante, che inevitabilmente necessitano di riloghe forti e robuste, per sostenere il peso.

Tessuto semitrasparente

Tende in tessuto semitrasparente, e colorato, sono una buona, ottima soluzione per mantenere la riservatezza all'interno di casa, e regolare nel dettaglio la luce solare già filtrata dalle persiane, quando semichiuse.

Il materiale del tessuto

I materiali disponibili per le tende da interno, sono davvero tanti.

Cotone, lana, seta, velluto, juta, cuoio, sintetico (acrilico, plastica), corda; non c'è che da scegliere, ed anche con una spesa economica modesta si possono ottenere buoni, ottimi risultati.

Non solo sulle finestre

Le tende per interno, possono essere utilizzate non solo sulle finestre e porte-finestra; inevitabilmente, quando si pensa alle tende si immagine queste collocate sulle finestre.

Bensì, possono essere usate anche su quegli ingressi privi di porta, che recano da una stanza ad un'altra, oppure anche in presenza di porte che hanno inserti in vetro, che quindi lasciano passare la luce ed una certa visibilità dall'esterno.

Molteplici usi

Il loro impiego è molteplice, anche secondo i materiali con cui sono realizzate: tende di tessuto leggero si prestano ad essere raccolte, legate, arricciate con una certa facilità, viceversa se il tessuto è più pesante, o più rigido, si presta ad impieghi diversi, più lineari ed omogenei.

Tende doppie

Si può impiegare lo stesso tessuto di consistenze diverse, per realizzare doppie tende, tende con tendaggio.

Oppure tessuti diversi per la tenda e per il tendaggio, ottenendo risultati interessanti sia dal punto di vista pratico, che estetico.

Il tessuto determina l'utilizzo delle tende

Il tessuto della tenda, ne determina l'utilizzo, e la tipologia di riloga ulteriormente, e va scelta anche in base al tessuto usato, per facilitare apertura e chiusura, e coniugare funzionalità ed estetica.

La consistenza del tessuto

Il tessuto può essere leggero, o pesante, in base alla consistenza, quindi può essere adatto sia per realizzare tende leggere, anche leggerissime, oppure una sola tenda dallo spessore maggiore.

Oppure doppie tende, tendaggio in cotone più pesante, e tende in tessuto più leggero; anche la doppia riloga con doppie tende davanti alla finestra, o porta-finestra, contribuisce a dare una maggiore profondità all'ambiente.

Il tendaggio

Il tendaggio, quando in tessuto più pesante, serve ad oscurare in modo maggiore la luce solare e impedire la visibilità dall'esterno, mentre la tenda in tessuto più leggero, occorre per moderare l'eventuale eccesso di luminosità, oltre che creare almeno una sorta di barriera discreta, dalla visibilità esterna.

Quello della doppia tenda con doppia riloga, è un modo semplice per dare una certa importanza all'ambiente, si possono realizzare tende da soli, acquistando tessuto e riloghe.

Combinare i tessuti

Combinare tende di tessuto leggero, e tendaggi di tessuto più pesante, nonché di colori diversi, contrastanti, invece che tono su tono, rappresenta un modo (più modi), di arricchire il contesto dell'arredo.

Colori a parte, particolare non indifferente, il tendaggio dovrebbe essere di una certa consistenza, in modo che quando si chiude sia davvero in grado di essere un limite all'eccesso di luce e impedire totalmente, senza necessariamente creare buio assoluto, la visibilità dall'esterno, mentre le tende possono in questo caso essere leggere, coperte poi dal tendaggio.

Riloga e doppia riloga

Ci sono modelli di doppie riloghe già predisposti, una riloga più robusta e più grossa nella parte posteriore destinata al tendaggio, ed una più sottile nella parte anteriore per la tenda, più leggera.

Non da poco il vantaggio di un'unica installazione, invece che doppia, se si preferisce montare 2 riloghe distinte l'una dall'altra, e l'una nell'altra.

Si trovano ottimi modelli di doppie riloghe, tuttavia se si desidera personalizzare ulteriormente la stanza, quelle diverse possono essere una soluzione più ricercata, soddisfacente, specialmente quando ben abbinate tra loro.

Riloghe fai da te

Interessante, anche in questo caso, il fai da te; riloghe realizzate ad esempio con tubi metallici (quelli serviti all'acqua, al gas), poi è sufficiente procurarsi degli anelli per le tende, materiale plastico, metallico, anche lucido, cromato, color ottone.

Materiali delle riloghe

Anche tra i modelli in commercio di riloghe e doppie riloghe, ce ne sono di buon rapporto qualità/prezzo, robuste, esteticamente apprezzabili, in legno (nelle diverse essenze e lavorazioni), metallo (pieno o tubolare), anodizzato, lucido, cromato, in ottone, e bronzo; questi sicuramente più costosi ed appariscenti, oltre che pesanti.

Belle anche quelle con verniciature particolari, che danno un aspetto molto compatto e materico al metallo.

Sistema di scorrimento per apertura e chiusura

Riloga con gli anelli; binario; chiusura a pacchetto; scorrevole a mano, o automatizzato.

Personalmente non amo i meccanismi per movimentare le tende, che possono essere particolarmente complicati, anche se robusti ed affidabili, molto spettacolari anche, se vogliamo, dal punto di vista estetico quando si aziona, e si vedono le tende aprirsi e chiudersi in modo lineare e pulito, preciso.

La tradizionale riloga

La riloga tradizionale con anelli alle tende, dove queste si fanno scorrere con la mano, sono una soluzione semplice ed efficace, capace anche di risultati estetici molto apprezzabili.

In ambienti enormi, e tende pesanti ed ingombranti, particolarmente sviluppate in altezza oltre che in lunghezza, in questi casi è necessario fare ricorso ad un meccanismo automatizzato che facilita, e non di poco, il compito di apertura e chiusura delle tende.

Apertura e chiusura a pacchetto

Altra tipologia di tenda che richiede il meccanismo, è quella a pacchetto, comoda e pratica.

Il peso della tenda deve essere tenuto in considerazione per ogni specifico meccanismo, che sarebbe particolarmente fastidioso se inadatto, e non in grado si supportare agevolmente la tenda, se sottodimensionato.

Meccanismi dei sistemi di scorrimento delle tende

Meccanismi buoni, ottimi, costano di più, però sono una di quelle cose che è meglio siano acquistate per funzionare in modo eccellente per lungo tempo.

Praticamente, ogni volta che apri e chiudi la tenda non te ne devi nemmeno accorgere, non è il caso di quei modesti meccanismi che ogni 2 per 3 si inceppano, lasciando le tende mezze aperte e mezze chiuse.

Se la tenda è dotata di meccanismo, questo deve essere ottimo.

La riloga con binario

Il meccanismo è semplice quasi come con gli anelli, sono profilati in alluminio con meccanismo di scorrimento incorporato, e le tende vengono appese ai supporti.

Il peso non deve essere eccessivo, la struttura piatta del binario va fissata al soffitto, e le tende possono essere a pannelli, molto lineari e geometriche, oppure ondulate, in base alla chiusura che si da alle tende.

Quali tessuti e riloghe scegliere per le tende

Il tessuto: traspirante o plastico?

Almeno per l'interno casa, preferisco quello traspirante, le tende vanno lavate, ecco: che il tessuto si possa lavare semplicemente in lavatrice, già questa è un'indicazione su quale tessuto scegliere; e ce ne sono davvero tanti, per consistenza, morbidezza, rigidità colori.

Tende singole o doppie

Tenda singola o doppia tenda?

Se possibile, la doppia tenda e la doppia riloga, è un'ulteriore personalizzazione dell'ambiente, perché questa combinazione influisce in modo importante sul contesto dell'arredo, ampliano l'impatto visivo degli spazi e della profondità, specialmente se collocate davanti ad una finestra in un ambiente piccolo.

Creano lo spazio che non c'è.