Menu

af1.it

Scrivo sul mio blog

  | 

Il tavolo da pranzo in cristallo: la robusta trasparenza

3 minuti
aggiornato il
Un tavolo in cristallo decisamente originale: la superficie di cristallo appoggiata sopra una vecchia e robusta elica di aeroplano

Tavolo con superficie di cristallo

Il tavolo in cristallo per la sala da pranzo con la sua robusta trasparenza è sempre un supporto dal design moderno.
Perché il tavolo in cristallo è anche capace di una robustezza invidiabile, lunga durata, ne ho uno da più di 30 anni, 6 posti comodi e abbondanti.

Tavolo in cristallo per la sala da pranzo: la forza della trasparenza

La luce ci riflette, gli passa attraverso, lo illumina: la sua superficie c'è, ma non necessariamente si vede.

Ok, si vede, ma è nella sua trasparenza la sua forza, la sua originalità, la caratteristica che lo rende sempre potenzialmente un oggetto unico, sempre adatto (o quasi) in ogni contesto di arredo, e sempre moderno.

● È molto più robusto di quanto si pensi e può essere utilizzato tranquillamente anche tutti i giorni: basta proteggere la superficie con un mollettone.

Quando si pranza, il mollettone e la semplice tovaglia assicurano la protezione della superficie, che è sempre cristallo: ma proprio per questo anche particolarmente robusto.

● È sempre elegante nel suo essere minimale, anzi; trasparente, più minimale di così.
Anche quando lo si nota poco si può comunque utilizzare molto.

Tavolo in cristallo: struttura semplice ma robusta

Il supporto del tavolo con superficie in cristallo assume doppia importanza:

1) importante perché deve necessariamente essere solido, pesante e robusto per sostenere il peso non indifferente del cristallo;

2) perché l'arredo che si vede è quello del supporto, che si può integrare, e bene, nel contesto dell'arredo presente.

Alcune strutture di supporto prevedono che il tavolo in cristallo sia anche allungabile, quindi un motivo ulteriore perché il supporto stesso sia solido, oltre che sostenere ha anche il compito di far scorrere le parti che poi rendono il tavolo estensibile.

Struttura che dev'essere facile da usare quando si intende aprire o chiudere la superficie in più, quella allungabile, quindi ancora una volta da ricordare l'importanza di un supporto robusto.

Operazione che deve svolgersi con la massima semplicità; il tavolo dev'essere funzionale e pratico, sempre, anche quando particolarmente elegante, perché anche se molto bello e dallo stile ricercato deve comunque sempre svolgere la sua funzione in modo estremamente pratico.

Ci sono tavoli con le classiche gambe, oppure tavoli con strutture davvero accattivanti, per forme, colori, e manco a dirlo per solidità.
Il legno, anche in questo caso ha sempre da dire la sua, oppure un ottimo MDF (medium-density fiberboard) o HDF (high-density fiberboard), e l'acciaio conferisce anche la bellezza metallica del supporto.

La superficie del tavolo in cristallo: tassativamente trasparente e pratica

Da più di 30 anni possiedo un tavolo da pranzo con superficie in cristallo, e anche se non lo utilizzo proprio tutti i giorni, ma almeno 2-3 volte la settimana, la comoda praticità non è mai venuta meno, come un qualsiasi altro robusto tavolo.

Anche il vetro nero, marrone, o comunque particolarmente scuro è interessante, ma personalmente il tavolo di cristallo esigo che sia trasparente, perché è proprio nella trasparenza della superficie che ci trovo tutto il suo fascino.

Probabilmente, se volessi una superficie scura del tavolo, non sceglierei il cristallo.

L'acciaio, trovo abbia un suo fascino sempre interessante nella sua lucentezza: Tavolo da pranzo allungabile in acciaio e cristallo.

E l'MDF ha certamente il vantaggio, come il legno, di presentare strutture sempre interessanti anche dal punto di vista estetico: tavolo da pranzo (cucina soggiorno) in vetro e legno MDF.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it dai il tuo contributo.
PayPal.me af1it

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi dare un contributo, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi