Scegliere il parquet in fase di ristrutturazione

aggiornato il  
Sostituire il pavimento con il parquet: anche in caso di ristrutturazione e senza rifare il massetto
Parquet

Sostituire il pavimento con il parquet: in fase di ristrutturazione potrebbe essere la soluzione ideale anche senza rifare il massetto.

 

Sostituire il pavimento con il parquet senza rifare il massetto

Vuoi anche perché le moderne tecniche di lavorazione offrono pavimenti in legno altamente resistenti, durevoli, belli e pratici da utilizzare e da pulire.

  • Il parquet lo puoi posare anche senza rifare il massetto; dove il pavimento risulta particolarmente liscio e ben livellato, è possibile applicare i listoni di parquet sopra la pavimentazione esistente.

    Questo sarebbe un bel risparmio di tempo, e di denaro.

  • Oppure togliere le piastrelle esistenti, e sostituirle con il parquet: se il massetto è ancora in buone condizioni, o necessita di poco intervento per livellarlo come conviene.
  • Nelle ristrutturazioni più pesanti, si rende necessario rifare il lavoro daccapo.

Sostituire il pavimento con il parquet: la scelta del legno come pavimento

Fino a qualche decennio fa, decidere di scegliere e posare il parquet, poteva sicuramente creare qualche dubbio, per via del fatto che si potesse rovinare facilmente, fosse magari difficile da pulire e mantenere bene.

Invece oggi, questi timori sono stati superati, grazie alla versatilità che i pavimenti in legno sono in grado di offrire, in virtù delle recenti tecniche di lavorazione, che permettono, con trattamenti specifici, di essere molto resistenti e offrire comunque il calore che solo il legno è in grado di dare.

La pavimentazione in legno: sempre qualcosa di particolare e originale

Anche per il fatto che la richiesta di pavimenti in legno è aumentata, e prima ancora visto che molte persone avrebbero voluto utilizzarlo, ma avevano dei dubbi, sono state messe a punto tecniche di lavorazione in modo da permettere di realizzare un legno durevole e bello per la pavimentazione.

Sostituire il pavimento con il parquet, oggi è meno difficoltoso di quanto lo fosse un tempo, e la manutenzione non è certo più impegnativa rispetto alle piastrelle in ceramica.

Il legno è in grado di dare una connotazione particolare al pavimento, sempre originale, con una forte caratteristica che lo contraddistingue da altri materiali.

Preparazione del massetto per il parquet

Se si intende procedere alla ristrutturazione di un locale, che preveda anche di sostituire il pavimento con il parquet, prima di iniziare il lavoro, e comunque indipendentemente dal tipo di pavimentazione da installare, occorre, come logico che sia, controllare attentamente le condizioni del massetto, o del pavimento, se si intende ricoprirlo con il parquet.

Se fossero presenti imperfezioni, umidità (particolarmente deleteria per il legno, anche se trattato) o altro tipo di problemi, occorre risolvere e preparare adeguatamente il supporto prima di iniziare i lavori.

Se il vecchio pavimento fosse ancora in condizioni ottimali, sarebbe possibile applicare il parquet, altrimenti se si preferisce, o se fosse necessario, si applica sul massetto.

Il parquet, forse più di altre tipologie di pavimentazione, richiede un'ottima stesura, quindi la superficie deve risultare il più liscia e livellata possibile, per poterlo applicare al meglio ed esaltare poi le finiture del legno.

Valutare il trattamento della superficie di stesura prima della posa in opera

Al fine di eseguire un buon lavoro, il cui risultato sia apprezzabile e concretamente durevole nel tempo, serve valutare con attenzione se la superficie su cui viene applicato il parquet abbia bisogno di un trattamento specifico prima della posa in opera.

Misurazione di umidità del massetto

Vale ancora la pena ricordare come sia importante appurare che non vi sia presenza di umidità sulla superficie, o comunque molto ridotta (mai oltre il 2%), mentre per quanto riguarda l'ambiente, l'umidità dovrebbe essere quasi simile a quella del legno da posare.

Il livello di umidità tollerabile, viene misurato con un igrometro, e calcolato anche in base alla tipologia di massetto.

A questo proposito ti indico questo articolo:

  • Misurazione dell'umidità del massetto prima della posa in opera del parquet (leggi).

Scegliere dunque scegliere il periodo dell'anno più opportuno, per le condizioni climatiche favorevoli.

Una volta verificate le migliori condizioni, sia di superficie che di umidità, si può procedere con la posa del parquet.

Proprio perché il pavimento in legno può essere più delicato rispetto alle piastrelle in pietra, o ceramica, è bene mettere tutta l'attenzione del caso alla preparazione del supporto (massetto o vecchio pavimento) prima di procedere con i lavori.

Un'adeguata preparazione del supporto permetterà al pavimento in legno di risultare bello, ben posato e durevole.

A chi rivolgersi per la posa in opera del parquet

Proprio perché si tratta di un lavoro particolarmente importante, è sempre bene rivolgersi a personale qualificato, con esperienza, che sicuramente è in grado di dare tutte le informazioni del caso prima di iniziare i lavori, e far comprendere chiaramente quali eventuali trattamenti siano necessari.

Ogni mestiere ha bisogno di specifiche capacità, e posare il pavimento è uno di quei lavori che vanno eseguiti bene, per evitare eventuali ritocchi se qualcosa non dovesse funzionare come deve.

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it dai il tuo contributo.
PayPal.me af1it

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi dare un contributo, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!