Menu

af1.it

Uno che scrive

Serramenti blindati per finestre e porte-finestra

5 minuti
aggiornato il
Bellissima prospettiva di inquadratura delle finestre di un palazzo: i serramenti blindati rendono maggiore sicurezza agli edifici e non è necessario rinunciare al gusto estetico

Serramenti fotografati da ottima prospettiva

Il concetto di sicurezza ininterrotta del serramento blindato significa rendere il più sicuro possibile ogni anello della catena.
I serramenti blindati possono essere un'esigenza per avere, oltre la porta, una certa sicurezza dove vi siano specifiche necessità anche per quanto riguarda finestre e porte-finestra.

Il concetto di sicurezza ininterrotta

La blindatura passa dalla struttura del serramento, a quella del vetro (antisfondamento, antiproiettile), la corretta posa in opera atta a garantire stabilità del serramento che quando chiuso deve risultare ancorato al muro.
Anche la muratura quindi va preventivamente controllata se necessario perché sia in grado di supportare il robusto e pesante serramento blindato.

Il concetto di blindatura del serramento deve necessariamente essere completo, a partire dalla sicurezza della muratura, sebbene possa sembrare banale come osservazione ma non lo è affatto, passando dalla struttura del serramento e la sua capacità di risposta ad eventuali tentativi di effrazione, la sicurezza delle cerniere, la blindatura del vetro, che può anche essere antiproiettile, oppure antisfondamento.

Perché ?!

Perché se il serramento è blindato lo deve essere in tutte le sue parti e non presentare punti deboli, i quali (anche uno soltanto) vanificherebbero l'eventuale alta qualità di tutto l'insieme della struttura, muratura, serramento, vetri.
Soprattutto quando si parla di blindature che devono garantire elevati livelli di sicurezza, le attenzioni devono essere ancora più accurate rispetto ad esempio dove il serramento blindato è sufficiente che svolga il ruolo di deterrente, che non è comunque poco.

I serramenti blindati rispondono alla normativa europea ENV 1627 (Resistenza all'effrazione) che presenta 6 classi di sicurezza (RC), come per le porte blindate, dove 1 è la classe con minore resistenza all'effrazione e 6 la più alta per garantire la massima protezione possibile.
Per intenderci in condominio le porte blindate hanno solitamente classe 2 o 3, la classe 5 è indicata per banche, gioiellerie, uffici dove vi siano documenti riservati, come ambasciate, ed in questi casi la classe di sicurezza adottata va da 4 a 6.

Ogni singolo passo dell'intera progettazione, dalla scelta di uno specifico serramento ed eventuale realizzazione mirata su misura delle esigenze del cliente, alla scelta del vetro da inserire, alla posa in opera con tanto di verifiche strutturali preventive, la scelta selettiva delle serrature da adottare, sono tutti aspetti che rientrano nel concetto di sicurezza ininterrotta, e per essere garantita non può essere altrimenti in quanto come tutti i progetti degni di tale definizione necessitano di tanti aspetti curati e realizzati nel dettaglio, contrariamente anche lasciandone perdere solo uno si rischierebbe di vanificare l'intero progetto.

Posa in opera del serramento blindato

Soprattutto dove è necessario installare serramenti di classe che va da 4 a 6 è di fondamentale importanza la verifica preventiva della muratura prima di procedere al lavoro, se il caso occorre rinforzare le pareti se non fossero adeguatamente protette e robuste.
Verificato questo aspetto la posa in opera avviene con il serramento più idoneo, scelto preventivamente (come logico) con la massima cura per soddisfare quelle che sono le concrete esigenze e necessità.

Dove non vi sono particolari e potenziali pericoli ma la blindatura ci si augura serva più che altro come deterrente per scoraggiare eventuali malintenzionati, anche un ottimo serramento di alluminio estruso e trattato può rivelarsi un ottimo prodotto, senza tenere conto delle chiusure che vanno ad ancorare al muro il serramento quando chiuso.

Si ricorre magari all'acciaio (trattato e rinforzato, come ogni blindatura resistente ai tagli, sollevamenti, strappi, oggetti da scasso manuali ed elettrici secondo le classi antieffrazione) quando vi sono maggiori necessità di sicurezza.
In un condominio e comunque in un ambiente dove non vi sono particolari pericoli anche il PVC può rappresentare la soluzione ottimale (classe 3).

Non bisogna mai dimenticare che un serramento blindato può avere un peso notevole, ecco che torna l'importanza della solidità della muratura, nonché delle cerniere che potrebbero rappresentare uno dei punti critici dell'intera struttura.
Le cerniere devono risultare praticamente un tutt'uno con il serramento, fornire massima facilità di movimentazione e garantire una sicurezza inattaccabile quando il serramento risulta chiuso.

Quello della posa in opera è un aspetto importante che rientra nel concetto di sicurezza ininterrotta senza la quale l'intero lavoro potrebbe essere vanificato creando un punto critico nella struttura.

Importanza della blindatura del vetro

La normativa UNI EN 1522 è relativa alla resistenza ai proiettili di porte e chiusure oscuranti, e vi sono poi le classi di protezione balistica che stabiliscono il grado di resistenza del vetro in base alle tipologie di arma e di percussione esercitata, le classi vengono espresse in una scala che va da FB 1 a FB 7 dove questa rappresenta la massima resistenza.
Anche il vetro antisfondamento (stratificato) viene assemblato da diverse lastre di vetro, unite insieme come in quello antiproiettile, all'interno delle lastre vengono applicati specifici inserti, a secondo delle esigenze costruttive e necessità del cliente.

La blindatura del vetro è uno di quei passaggi importanti per avere una integrità pressoché ininterrotta in tutta la struttura del serramento.
L'antiproiettile ovviamente ha senso logico di essere posato laddove vi siano potenziali pericoli ben precisi, mentre l'antisfondamento può essere più utilizzabile forse in un maggior numero di situazioni.

Comunque sia, se il serramento blindato non svolge il ruolo più che altro come deterrente, ma si necessita di arrivare ad elevate prestazioni con le classi antieffrazione più alte, il vetro non può essere l'anello debole della catena, sebbene sia interno al serramento, che quando chiuso ovviamente protegge la struttura interna.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari, per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa. Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi