Sedute da esterno: divano, poltrone, sedie a sdraio, panche

Aggiornato il  🕢 6 min.
Sedute da esterno: divani, poltrone, sedie sdraio, panche
(Image by MikesPhotos from Pixabay)

Sedute da esterno: divano, poltrone, sedie a sdraio, panche, per vivere bene lo spazio aperto della casa, specialmente con il caldo.


Sedute da giardino per il relax

Tra i mobili da giardino per il relax, non possono mancare le sedute, come il divano, la sedia sdraio, una panca, e anche il tavolo, dove lo spazio lo permette.

Possono cambiare i materiali, le forme, lo stile; ma il comfort non deve mancare.
Il divano e le poltrone vanno posizionate sotto la veranda, hanno una copertura, o sono esposti alle intemperie?

Comfort restando, i materiali della struttura possono cambiare, un occhio di riguardo ai cuscini, quando presenti, e alle imbottiture.

Imbottitura dei cuscini

L'imbottitura dei cuscini in divani e poltrone, sedie, panche, fa la differenza, e il costo in buona misura è dovuto proprio a questo: a qualità e caratteristiche dei materiali impiegati per realizzare le imbottiture.

Il poliuretano espanso, bene assemblato in blocchi di diverse densità, rappresenta una buona soluzione come materiale per imbottitura, così come altri tipi di schiume.

Ovviamente, per un divano con stoffa delicata che lo ricopre, serve avere una copertura di protezione, posizionato sotto una tettoia, in veranda, nel gazebo, perché non può essere lasciato esposto alle intemperie, in quanto si rovinerebbe troppo facilmente, e sarebbe ben poco utilizzabile, dopo un temporale.

Caratteristiche dei tessuti

Il tessuto che ricopre l'imbottitura, fortunatamente è disponibile in materiali sintetici così evoluti, da rimanere bello e sempre pronto da utilizzare; idrorepellente, antimacchia, resistente allo scolorimento, agli strappi e all'usura, materiali che presentano caratteristiche davvero notevoli di resistenza, ed esteticamente apprezzabili, perché disponibili in tanti colori e disegni.

Si tratta ad esempio di poliestere ricoperto di PVC (PoliVinilCloruro), come nel caso del textilene, oppure il materiale può anche assumere diverse denominazioni in base alle aziende, ai marchi registrati, etc.

Materiali le cui caratteristiche sono:

• mantenimento del colore nel tempo in quanto resistenti ai raggi UV;

• idrorepellenti, e inattaccabili dalle muffe;

• antistrappo, e resistenti;

• anti-macchia, in quanto non assorbono liquidi. Questo grazie alla capacità di risultare traspiranti, ma con microfori che non permettono all'acqua di entrare, come nel Gore-Tex;

• facili da pulire;

• traspiranti.

Ebbene sì, le hanno tutte, o quasi. Sono materiali usati anche in ambito nautico, per fornire rivestimenti di tessuti particolarmente resistenti, anche alla salsedine, la cui pulizia con detergenti neutri, è facile.

Tessuto specifico

Questi tessuti, sono indicati per chi desidera lasciare in giardino i divani e le poltrone senza necessariamente doverle spostare se piove, se il sole è forte, etc.

Insomma, resistono facilmente alle intemperie, sono disponibili in una gamma di colori e disegni così ampia, che è praticamente impossibile non trovare quello che si desidera.

Sono utilizzati anche per le tende da sole per esterno, materiali praticamente indistruttibili, scegli il tessuto preferito, e puoi far realizzare il divano, e le poltrone che piacciono.

Altra caratteristica che li rende particolarmente interessanti, è quella di non assorbire liquidi, quindi mantenerli puliti è più semplice, e come se non bastasse, presentano aspetti estetici e tattili davvero apprezzabili, tant'è che sono tessuti impiegati ormai tranquillamente anche per i divani di casa.

Tessuto nanotech

La nanotecnologia applicata ai tessuti, ha raggiunto livelli qualitativi davvero elevati.
Il filmato che segue, mostra, grazie a un ingrandimento, il comportamento di alcune gocce d'acqua su di un tessuto nanotech su YouTube.

Materiali di rivestimento le cui sedute, possono essere tranquillamente collocati anche a bordo piscina.

Tuttavia: c'è chi non ama il sintetico, pas question. In questo caso, è imperativo, o disporre di una copertura per mantenere poltrone e divani protetti dalle intemperie, oppure spostarli ogni volta che si è terminato di utilizzarli.

La seconda ipotesi decisamente è fuori luogo, spostare continuamente l'arredo, non è una bella trovata; vivere lo spazio esterno alla casa, dev'essere un piacere, non uno stress.

Nulla vieta a chi si può permettere di avere una veranda strutturata in modo adeguato, di allestire l'arredo con gli stessi elementi pensati per gli interni, in quanto la struttura è in grado di proteggere gli arredi dagli agenti atmosferici, e dall'esposizione alla luce solare diretta, che inevitabilmente andrebbe a rovinare i tessuti più fragili.

Materiali struttura e caratteristiche

Quanto scritto sopra per divani, sedie, panche e poltrone con imbottitura integrata, come il divano di casa per intenderci, anche dall'aspetto tipico e classico, se vogliamo, dei divani e delle poltrone in soggiorno: ampie, comode, avvolgenti, molto confortevoli, le cui strutture sono solitamente realizzate in truciolare, MDF (Medium Density Fibreboard), massello, etc.

Chi invece preferisce strutture di seduta e imbottiture separate, ci sono diversi materiali, come sempre, a disposizione.

Ferro battuto, legno, alluminio, acciaio inox, radici intrecciate, materiale plastico, fibra di carbonio, chi più ne ha più ne metta.

Le strutture da scegliere possono essere molteplici, per materiali, forme, stili, e c'è davvero da sbizzarrirsi, poi ovviamente rimane la scelta da fare relativa ai cuscini e imbottiture: per me, la scelta fondamentale.

Panche, divani, poltrone, sedie sdraio, realizzati con strutture dove i cuscini sono rimovibili, in alcuni casi sono offerti completi di struttura e cuscino; se piace il telaio devono essere però confortevoli anche i cuscini.

Altrimenti, un aspetto vanifica l'altro, ed entrambi gli aspetti sono importanti: struttura dell'elemento di arredo, e comfort.

Struttura rigida senza imbottitura

A meno che, non si preferisca sedersi, o sdraiarsi, direttamente sul rigido materiale di realizzo dell'elemento di seduta; certo intransigente ma potenzialmente comunque comodo, buona caratteristica per la salute della schiena quando sdraiati.

Ferro battuto

La struttura in ferro battuto, sicuramente ha un aspetto tendente al classico anche quando il design è particolarmente recente, la lavorazione necessaria a ottenere il ferro così lavorato, lo rende austero, tradizionale, inevitabilmente richiama uno stile passato, comunque mai obsoleto, perché il fascino del ferro battuto, e la lavorazione necessaria, lo rendono un materiale importante, e interessante.

Intarsi, decori, disegni non fanno che, probabilmente, renderlo ancora più retrò, dipende dai gusti.

Il colore ideale del ferro battuto lo vedo bene particolarmente scuro e basta, altre colorazioni personalmente trovo che lo fanno sembrare poco interessante, ovviamente è una questione soggettiva.

Altri metalli

Anche materiale plastico, come il
PVC, impiegato insieme a ferro, alluminio, può essere interessante, leggero e resistente, viene integrato nella struttura con lo stesso colore dell'altro materiale per rendere omogeneo l'elemento di arredo, invece che con inserti colorati.

Particolarmente interessante il ferro, quando vengono eseguite verniciature specifiche, tali da rendere la superficie lucida, bugnata, sempre convincente a mio parere con colori scuri.

Anche l'acciaio inox, può costituire la struttura; anch'esso robusto, funzionale, resistente, mai fuori luogo.

Bambù

Il bambù è un altro materiale interessante per l'arredo del giardino, e per la realizzazione di sedute, con canne di bambù dal diametro importante conferiscono una certa estetica alla struttura, è un materiale naturale, leggero e molto resistente, capace di essere rustico o elegante, secondo il contesto dell'arredo in cui viene inserito.

Legno

Legno: massello o robusto truciolare. Sempre un signor materiale, per alcuni irrinunciabile. Robusto, disponibile in diverse essenze, colori, lucido, grezzo, opaco.

Legno e ferro, legno e ferro battuto, legno e acciaio inox, sempre ottimo l'accoppiamento perché il legno è sempre il legno, non è mai fuori posto.

Purché certificato, che provenga da zone dove il rimboschimento sia eseguito regolarmente.

Fibra di carbonio

Materiale leggerissimo e molto resistente, grazie alla leggerezza e robustezza si realizzano elementi di seduta dal design avveniristico, essenziale, spartano, minimale.

Elementi di arredo per la seduta

Il divano: immancabile. Lineare, ad angolo, con penisola; quasi come le cucine.

Le dimensioni del divano possono anche essere ragguardevoli, tali da permettere diversi posti di seduta, oppure per sdraiarsi comodamente, e in base allo spazio a disposizione si può decidere quale scegliere.

Poltrone: se il divano è immancabile, spazio permettendo lo sono anche le poltrone.

Sedie a sdraio: un must.

Panche: lo stile panchina personalmente lo eviterei, meglio qualcosa che ricordi un divano, anche spartano nello stile magari, ma comodo anche in profondità.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho scoperto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.