Menu

af1.it

Uno che scrive

 

Come scegliere la poltrona direzionale

5 minuti
aggiornato il
Poltrona direzionale in stanza spartana stile ufficio ma molto piacevole

Poltrona direzionale

La scelta della poltrona direzionale tiene conto dell'altezza della scrivania e della corretta postura.
Sulla corretta postura è bene concentrarsi in modo netto, in quanto da ciò dipende il nostro benessere.
Se la poltrona direzionale risulta estremamente comodo oppure no te ne accorgi subito quando ti siedi, e sulla comodità ed efficacia della seduta non ci possono essere compromessi.

La seduta della poltrona direzionale

Mediamente una scrivania misura un'altezza di 80 cm quindi 50 cm di altezza della seduta sono da considerarsi lo standard.

● Abbiamo già trovato la prima indicazione utile per come scegliere la poltrona direzionale, indicazione utile soprattutto se si tratta di poltrona con seduta fissa e non regolabile in altezza.

Se la seduta è regolabile in altezza, con meccanismo a gas o a vite, l'altezza massima raggiungibile sarà comunque di 50 cm in quanto se superiore non sarebbe più comoda, a meno che una persona sia alta circa 2 metri.

50 cm di altezza per quanto riguarda la seduta della poltrona, 80 cm per la scrivania sono le misure indicative standard per essere comodi quando seduti.

Le gambe ovviamente devono avere lo spazio sufficiente per muoversi liberamente anche nella parte superiore, non risultare obbligate.

Il piano di seduta della poltrona direzionale può essere leggermente inclinato verso la parte posteriore, pochissimi gradi: questo permette alla parte superiore delle gambe di favorire la circolazione sanguigna verso il bacino.

Mai restare seduti per metà o 3/4 sulla poltrona, ma far appoggiare la schiena per bene in modo da evitare fastidiosi dolori provocati da posture non corrette, perché si va di fretta o per altri motivi.

Se la poltrona è fissa una volta posizionata non c'è alcun problema che si possa inavvertitamente spostare, mentre quando è dotata delle 5 rotelle collocate sulle razze, quando la poltrona viene fermata queste solitamente si posizionano in modo da non muoversi.

Mentre per muoversi è necessario esercitare una spinta con il corpo mentre i piedi appoggiano per terra.
È importante una volta tornati in postazione sistemare correttamente la sedia per avere una postura idonea, e che la poltrona possa rimanere saldamente ferma.

Alcune poltrone direzionali con rotelle hanno un sistema di bloccaggio per impedire che si muovano accidentalmente.
Da questo punto vista occorre fare una scelta soggettiva, alcune persone preferiscono avere questo meccanismo altre no.

Lo schienale della poltrona direzionale

Lo schienale è un altro aspetto di importanza fondamentale per scegliere correttamente la poltrona direzionale.

Sia che tu preferisca lo schienale alto con o senza poggiatesta, oppure quello basso a mezza schiena, la cosa importante è la comodità e la corretta postura che devono essere assolute, senza compromessi.

Dolori molto fastidiosi provocati da una postura non corretta sono tassativamente da evitare.

La cosa bella è che quando si siede ci si accorge immediatamente se la poltrona è comoda oppure no, sia per la seduta che per lo schienale.

Se lo schienale è alto è possibile che sia leggermente inclinato a salire, in modo da essere più comodo per schiena e testa, e anche questo è un aspetto da non sottovalutare.

La postura deve risultare corretta, cioè comoda e mantenere la schiena ben allineata allo schienale.

Seduta comoda e schienale che completa lopera; più o meno avvolgente, più o meno imbottito, devi provare la poltrona direzionale per capire immediatamente se fa per te oppure no.

Anche i braccioli, quando presenti, sono sistemati tra seduta e schienale.

Alcune persone li trovano comodi anche per appoggiare l'avambraccio mentre pigiano i tasti della tastiera, sempre che questo sia ben allineato al polso in modo da permettere di avere la giusta postura davanti al pc, e comunque senza mai forzare il polso a movimenti innaturali che potrebbero causare seri problemi.

Eco-pelle o tessuto ?!
Un buon tessuto traspirante e facilmente lavabile è sicuramente preferibile.

La comodità della poltrona direzionale

La comodità di seduta è un requisito irrinunciabile, nessuna parte del corpo deve far male o accusare fastidio, la seduta e lo schienale devono sostenere il corpo senza provocare alcun tipo di irritazione: perché essere seduti scomodi irrita, e te ne accorgi subito appena ti siedi.

Qualunque sia l'attività, scrittura al pc, con foglio e penna, è la poltrona direzionale che deve indirizzare la giusta postura durante la seduta, non solo per le gambe e la schiena, bensì anche per collo e testa.

Restare seduti comodi su di una poltrona direzionale è un piacere, se così non è significa che qualcosa non va, o nella poltrona che non è adatta a te, oppure non è regolata come dovrebbe.

Soprattutto se si passano diverse ore al giorno seduti è assolutamente importante assicurarsi il benessere di schiena e collo durante la seduta, se la comodità venisse meno il collo sarebbe il primo ad accusare fastidio.

Il poggiatesta può aiutare nel mantenere la testa e il collo allineati alla schiena diritta, tuttavia se si preferisce fare a meno del poggiatesta, o schienale alto o a mezza schiena, è comunque importante mantenere collo e testa sempre allineati alla schiena diritta ben appoggiata sullo schienale.

Le poltrone direzionali sono piuttosto elastiche, attutiscono e supportano bene i movimenti; quando la loro elasticità diventa troppo abbondante dopo qualche tempo di utilizzo prolungato, è bene provvedere alla sostituzione della poltrona per mantenere la postura corretta, ed evitare di sedere con eventuali avvallamenti e punti ormai scomodi in quanto usurati.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi