Menu

af1.it

Scrivo sul mio blog

  | 

Come scegliere il materasso ?! Fidati del tuo corpo…

5 minuti
aggiornato il

Per scegliere il materasso devi conoscere le sue caratteristiche ma la scelta migliore a prescindere non esiste: ma fidati del tuo corpo.
Perché dipende dal peso della persona, dalle soggettive esigenze ed eventuali patologie, nel qual caso devi farti assolutamente consigliare dal medico specialista.
Il fisico comprende subito appena sdraiati se è comodo oppure no. Ascoltalo.

La fiducia nel venditore

Provare a dormire su di un materasso prima di acquistarlo non è così facile e ovvio…

Ecco perché è bene raccogliere le informazioni necessarie per poter avere le idee chiare su quale materasso acquistare.

Anche se negli ultimi decenni il rapporto di fiducia tra consumatore e venditore ha assunto relazioni diverse rispetto a prima, è comunque possibile e può sempre essere producente per entrambi.

Se conosci bene il tuo rivenditore di fiducia scegliere il materasso è certamente più facile, in primis perché il rapporto con la persona è sicuramente più familiare, poi perché sa consigliarti al meglio in quanto comprende le tue esigenze.

Questo è uno dei vantaggi quando si instaura un rapporto di fiducia e di conoscenza tra venditore e consumatore.

Un buon materasso, un materasso di qualità è sicuramente in grado di soddisfare contemporaneamente molteplici esigenze e di adattarsi a persone con necessità diverse, fermo restando la specificità di problemi fisici ben precisi dove solo il medico specialista può intervenire.

Anche se un materasso di qualità è in grado di fare tutto questo, è sulla tua fisicità, sulle tue esigenze che ti devi concentrare quando scegli il materasso che si dovrà adattare a te (non tu che ti adatti al materasso).

Ricorda l'importanza di un valido supporto per il materasso
Ricorda l'importanza di un valido supporto per il materasso

Quale tipologia di prodotto fa al caso tuo ?

Chi ha una eccessiva o comunque abbondante sudorazione notturna, probabilmente meglio si trova con un materasso a molle che permette sicuramente una maggiore aerazione, sappiamo quanto una corretta circolazione di aria sia salutare anche all'interno del materasso.

Materasso a molle insacchettate

L'evoluzione del tradizionale, vecchio supporto a molle è data dai materassi a molle insacchettate, che sono indipendenti tra loro a differenza dei vecchi materassi dove il punto di appoggio era pressoché unico.

In questa tipologia di materasso, l'indipendenza delle diverse molle riesce a dare appoggi mirati a testa, spalle, schiena, oltre a permettere una maggiore circolazione d'aria internamente al materasso.

Il numero di molle varia parecchio, ce ne possono essere da poche centinaia a diverse migliaia; indicativamente, ma solo indicativamente, un maggiore numero di molle riesce a fornire una precisione più alta nell'offrire una certa omogeneità ai diversi punti di appoggio più sensibili del corpo (testa, schiena, etc), ma lo devi provare per capire.

Materassi in poliuretano espanso

Il materasso in poliuretano espanso rappresenta una sorta di evoluzione per certi aspetti rispetto a quello in lattice, sicuramente una valida alternativa.

Anallergico per eccellenza, molto leggero nel peso, forse quello più costoso rispetto alle molle e al lattice.
Quante volte hai sentito dire, o letto, memory foam ?

Che tradotto letteralmente significa schiuma che mantiene la memoria.
Non lasciarti mai condizionare da termini come questo, che siano anglofoni, francofoni o altro ancora.

Memory foam dovrebbe indicare che il materasso risulta piuttosto avvolgente alle forme del corpo; il che non significa che debba sprofondare.

La caratteristica tanto decantata e pubblicizzata “memory foam” altro non è che la qualità dell'imbottitura, che deve sostenere a dovere, non sprofondare e creare buche, e tornare allo stato di origine appena il peso del corpo si solleva, ovvero resilienza.

Quindi, memoria sì ma da perdere subito in quanto il materasso, così come un buon divano, il cuscino devono sostenere in modo piacevole e salutare ma con la rigidità dovuta e avere la capacità di tornare immediatamente alla forma e consistenza originaria.

Quale acquistare ?! Te lo dice il tuo corpo, fidati…

● Non avere problemi a chiedere al rivenditore di poterti sdraiare sul materasso per provarlo.
I materassi in esposizione servono anche a questo.

Appena ti sdrai istintivamente comprendi subito se il materasso in oggetto fa al caso tuo oppure no: non te lo dimenticare.
Prova a sdraiarti anche su di un fianco e poi l'altro.

● Il nostro fisico reagisce immediatamente a situazioni favorevoli e avverse, ascoltalo: non ci devi stare a pensare, te lo ha già detto se va bene oppure no.

● Spesso è proprio quando si entra nel cervellotico che si inizia a sbagliare: non ti aspettare che il materasso diventi più comodo col passare del tempo perché non è così.

O è comodo da subito oppure no.

● Non dimenticare mai un concetto semplice che ti ripeto: è il materasso che si deve adeguare a te non tu al materasso.

● Con la salute non si scherza, e se dormi male ti rovini la salute anche più di quanto immagini; posture sbagliate, dolori muscolari, nervosi, alle articolazioni, tensione, scarsa concentrazione, sonno arretrato, etc.

Non puntare al risparmio, ,em>non ti fossilizzare sul prezzo.
Un materasso degno di tale definizione viene realizzato per durare decenni: non può costare poche decine di € se come prodotto vale qualcosa.

La spesa che affronti la dovrai dividere per il tempo di durata del prodotto.
€ 1.000,00 / 20 anni = € 50,00 di spesa l'anno.
È accettabile o no ?

Il supporto deve garantire la totale qualità del materasso ed esaltarne le caratteristiche non farle scomparire, vanificarle.

● Il materasso è un prodotto che deve essere toccato con mano, provato prima dell'acquisto, non fare l'errore di acquistarlo comunque anche se non lo hai provato.

Come sempre però e per qualsivoglia prodotto, è bene non farsi influenzare da mode inutili o dati tecnici strabilianti, ma pensare esclusivamente ad acquistare, in questo caso, il materasso che meglio si adatta alle soggettive esigenze, invece che acquistare qualcosa che offre troppe caratteristiche che non useremo mai.

Invece che acquistare un prodotto che costa 1.000 e offre 10 caratteristiche differenti, 7 dei quali resterebbero inutilizzate, meglio acquistare un prodotto che costa la stessa cifra (il budget a disposizione), cioè in questo esempio 1.000 e che offre 3 caratteristiche ben precise: quelle che ci servono e che utilizzeremo.

Questo fa un buon acquisto, investire il denaro disponibile alla spesa tutto nelle caratteristiche che servono, e non per includere nel prodotto funzioni che non useremo mai: sarebbe denaro sprecato.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it dai il tuo contributo.
PayPal.me af1it

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi dare un contributo, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi