Scale prefabbricate per interno di casa, semplici e pratiche

Scale prefabbricate per l'interno di casa

Le scale per interni nelle abitazioni possono assumere anche un valore importante nel contesto dell'arredo, oltre che ovviamente rispondere ai requisiti di sicurezza ed agibilità.
Ricordiamo che è necessario rivolgersi a un professionista abilitato per poter eseguire i lavori e svolgere anche le pratiche burocratiche, sempre meglio chiedere all'ufficio tecnico del Comune in cui si trova l'immobile prima di iniziare i lavori.
Scale a giorno, a chiocciola, in cemento, ferro battuto, acciaio, legno, vetro, autoportanti (prefabbricate), possono essere un'ottima alternativa a quelle realizzate (in loco) in muratura.

Perché scale prefabbricate invece che in muratura ?

Unire 2 o più piani, o anche un soppalco, al piano di partenza, può essere un lavoro meno invasivo e complicato di quanto si possa pensare se ci si avvale della consulenza di un professionista (abilitato e iscritto all'albo, geometra, architetto, bene ricordarlo a costo di annoiare) che dirige i lavori ed ovviamente li esegue secondo le esigenze specifiche del cliente.
Le scale autoportanti possono rappresentare una soluzione quando si ha l'esigenza di avere pochi punti di fissaggio, la realizzazione della scala deve comunque garantire una portata minima utile di 400 kg/mq.

La particolare struttura e rigidità permettono alla scala autoportante questa caratteristica.
È ovvio che tutte le scale prefabbricate sono autoportanti, in quanto necessariamente devono sostenere se stesse, tuttavia vi sono strutture che necessitano di punti di fissaggio inferiori rispetto ad altri modelli di prodotto.

Scala a rampa o a chiocciola ?

Dipende dallo spazio a disposizione in primo luogo, e dai gusti ovviamente: le scale a chiocciola non sono da tutti amate, tuttavia in alcune circostanze non è possibile fare diversamente.

Scale prefabbricate o realizzate in muratura ?

Oltre la sicurezza che è un requisito irrinunciabile e fondamentale, cambia, o può cambiare totalmente l'approccio estetico del contesto.
A parte che nell'infinità varietà di scale prefabbricate, quelle realizzate in cemento sono in grado di apparire parte integrante dei muri di casa, come se non bastasse la tinteggiatura (magari simile a quella delle pareti) può completare l'opera da questo punto di vista.
Il vantaggio di quelle prefabbricate (di qualsiasi materiale siano) rispetto alla realizzazione in loco è che l'installazione e posa in opera sono sicuramente più veloci, in quanto la scala è già pronta, deve solo essere posizionata.

Materiali: dal vetro al cemento

Vetro

Sicuramente scale realizzate completamente in vetro sono qualcosa di più delicato del cemento, o del legno, del ferro, di qualsiasi altro materiale, sebbene appositamente realizzate, con vetro trattato (robusto, come quello antiproiettile ad esempio), di ampio spessore, trovano maggiori riscontri in contesti di arredo specifici, la trasparenza del resto è qualcosa di caratteristico, distintivo.
Scale realizzate totalmente in vetro, dagli scalini al parapetto, sono sicuramente uno stile che non ha mezze misure: o si ama oppure no.
Non ha niente di brutto ovviamente, ma non trova indicazione in tutti gli ambienti, forse meglio si integra in arredi lineari, spartani, spaziosi.

Cemento

Scale prefabbricate in cemento sono probabilmente quelle che meglio sostituiscono quelle in muratura se l'esigenza soggettiva desidera questo prodotto.
Cemento armato, o comunque pietra, e qui si apre un altro capitolo per quanto riguarda la scelta: granito, quarzo, marmo, travertino, etc. secondo i gusti e le disponibilità economiche.
Anche semplicemente in cemento sono realmente in grado di sembrare un tutt'uno con i muri di casa.

Materiali integrati

Parapetto in acciaio tubolare e gradini in pietra sono un esempio di come si possano usare più materiali per trovare il modello di scala prefabbricata che meglio si adatta alle specifiche esigenze, di estetica, di gusto, di sicurezza e agibilità.
Perché sicurezza e facile agibilità, e comodità sono requisiti che in una scala devono arrivare prima di qualsiasi altro eventuale virtuosismo stilistico.
La combinazione di diversi materiali può offrire risultati davvero interessanti, esempio: acciaio tubolare verniciato di nero per il parapetto, con qualche inserto in ottone, e scalini in marmo; o ancora acciaio lucido e legno per i gradini, nelle diverse essenze.
Gli abbinamenti sono davvero molteplici.

Tipologie di scale: di che scala sei ?!

Scale con gradini a sbalzo

Questi gradini devono necessariamente essere fissati, ancorati al muro, nelle pareti dove viene essere installata la struttura portante (e portante deve essere anche il muro di casa dove viene inserita la struttura), è un lavoro non da poco, più facile da realizzare se l'immobile è in fase di costruzione, o ristrutturazione, per via del lavoro necessario per applicare le barre portanti nel muro, che poi sosterranno gli scalini che sembreranno sospesi in aria.
In alcuni casi può essere necessario, o comunque rientra nel progetto della scala, un supporto tra un gradino e l'altro nel lato opposto alla parete.

Oppure, invece che avere nel muro la struttura portante, gli scalini sono fissati alla struttura della scala, a sua volta fissata al muro, anche se l'intervento necessario sulla muratura è minore.

Scale a giorno

Le rampe possono essere diversamente posizionate le une rispetto alle altre, in base allo spazio a disposizione e come lo si intende impiegare.
Rampe a L, oppure l'una contrapposta al senso dell'altra, o se si desiderano realizzazioni specifiche, oltre che su misura possono esseri adottati altri percorsi ovviamente anche consigliati dal produttore che la scala la realizza, per garantire sicurezza prima di tutto.

Scale a chiocciola

O le ami o le odi, non ci sono mezze misure.
Il vantaggio del risparmio di spazio è una delle doti di questa tipologia di scala, che quando ben realizzata e l'area a disposizione viene sfruttata al centimetro lasciando percepire a chi la scala la percorre la sensazione di spazio, diventa davvero qualcosa di bello, funzionale, comodo, utile.

Scale retrattili

Le scale retrattili sono usate perlopiù applicate alle botole, sportelli, aperture che collegano il piano al soffitto, terrazzo, etc.
Non lasciarti ingannare dalla definizione “retrattile” o vedendo la scala che, quando retratta, occupa poco spazio e sembra piccola: possono essere molto più comode di quanto si pensi se si tratta di modelli ben realizzati, sicuri, installati come si deve.

Come per ogni ottima installazione deve trovare un solido, stabile e sicuro supporto laddove viene installata; se la botola fosse in pessime condizioni, hai voglia a fidarti ad attaccarci la scala.

Quando estese compaiono anche i necessari corrimano laterali per garantire sicurezza sia in salita che in discesa, e la distanza tra gli scalini (alzata e pedata) è, e deve essere, comoda ed agibile.

E tu, di che scala sei ?!