Rubinetti: quali, come, perché (e dove)

aggiornato il  
Rubinetti semplici e pratici comunque belli ed esteticamente accattivanti nel contesto: il rubinetto deve essere un piacere da toccare ogni volta che lo si utilizza
Rubinetti semplici e pratici

I rubinetti hanno un che di magico nella loro semplicità se ci pensi: basta azionarli per avere a disposizione acqua: indispensabile, dalla quale dipende la nostra vita.

Al pari delle maniglie per le porte, i rubinetti è un piacere da toccare, poesia in movimento, da utilizzare perché di lì a poco permette di godere dell'acqua alla temperatura ideale per lavarsi e stare meglio.

 

Il piacere di usare i rubinetti

Non dare mai per scontato questi aspetti della vita, che sembrano dovuti per il semplice fatto che non ci si presta mai attenzione, non più di tanto almeno.

Se dai per scontato le piccole cose ti perdi qualcosa; anzi ti perdi qualcosa in più.

Anche perché piccole non sono, se (e quando) ti accorgi di questo, sei a metà dell'opera.

L'opera è godersi la vita per quanto possibile, nel pieno rispetto altrui e apprezzando anche quelli che possono sembrare gesti ovvi ed acquisiti.

E aprire il rubinetto, per farsi la doccia, il bagno, per lavarsi i denti, la faccia, per radersi; è un piacere.

Ecco perché se il rubinetto ti piace il piacere si esalta.

Rubinetti: a ciascuno il suo compito

Ad ogni rubinetto il suo compito, funzionale sempre, comodo e maneggevole per il lavello della cucina, più contenuto per il lavabo del bagno, del disegno che meglio si adatta sia al gusto personale che all'estetica che si preferisce.

Il rubinetto: cucina o bagno ? Lavanderia ?

Rubinetti: materiali a confronto

Rame, ottone, acciaio inox, gomma, ABS, cristallo, bronzo.

Per puntare alla durata non si deve necessariamente pensare al metallo, anche se personalmente lo prediligo per i rubinetti.

Se si ha intenzione di fare una buona spesa, una volta sola, o quasi, meglio optare per materiali durevoli.

In quanto a durata comunque, va detto che anche i moderni materiali plastici, dimostrano una longevità che poco ha da invidiare a quella del metallo.

Anche per quanto riguarda le tubature del resto, la plastica è entrata di prepotenza da anni nel mercato idraulico.

Acciaio inox

L'acciaio inox è uno dei materiali metallici maggiormente consolidati per la realizzazione di rubinetti.

Buono, anche ottimo, il rapporto qualità/prezzo, mantiene la colorazione, lucido o satinato, dimostra una lunga durata nel tempo mantenendo tutta la sua funzionalità.

Sempre una garanzia.

Ottone

L'ottone: bello, durevole, che non sia presente piombo però, che a lungo andare può essere corroso dall'acqua quando scorre, ed entrare inevitabilmente a contatto con l'organismo, assunto direttamente al contatto con l'acqua.

Informarsi sempre come è stato eseguito il procedimento di cromatura, quando presente, per qualsiasi tipologia di metallo si decida di acquistare.

L'ottone stile vintage mi piace molto.

In quanto a robustezza, durata, non ci sono problemi; del resto i rubinetti vengono realizzati specificamente per durare a lungo, a maggior ragione quando vengono realizzati in metalli nobili, sia concesso il termine

Ottone lucido

L'ottone lucido risulta molto appariscente, inevitabilmente ricorda l'oro, si può adattare bene in diverse tipologie di bagni, o cucine, in quanto elemento di arredo molto marcato, che non passa certo inosservato.

Gomma e materiali sintetici

Gomma e materiali sintetici: tante colorazioni disponibili, materiale economico e durevole, leggero e resistente, se vuoi spendere poco o non puoi spendere molto, dal materiale plastico puoi ottenere ottimi riscontri.

Paghi quello che mangi, forse mangi qualcosa in più, dato il rapporto qualità/prezzo.

Bronzo e rame

Bronzo, rame: particolarmente marcati nello stile, ottimi materiali, il fascino del passato che non smette di essere attuale.

Mi piacciono molto entrambi, mi danno l'idea di roba robusta, fatta per durare, e da ammirare ogni volta che li usi.

Oro e cristallo

Oro, cristallo… sì, ci sono anche coloro che possono permettersi questo lusso, buon per l(')oro.

A dire il vero ci sono in commercio rubinetti in cristallo, a prezzi decisamente abbordabili.

Non so se la durata di un oggetto simile, ad un prezzo tutto sommato così economico per il materiale con cui è realizzato il rubinetto, sia buona oppure no.

Sicuramente maneggiare l'impugnatura di un rubinetto di cristallo non è la stessa cosa che maneggiarne una di acciaio.

Forse è indicato dove ci si può permettere di prendersi certi tempi, discorso diverso invece sono gli inserti in cristallo nelle impugnature.

Certo il cristallo va sempre trattato con ogni cura, ma una soluzione simile è certo meno delicata; sebbene sempre di cristallo si parla, anche se trattato.

Il miscelatore termostatico

Il miscelatore termostatico permette di mantenere la temperatura costante dell'acqua, una volta impostata, evitando gli spiacevoli sbalzi di temperatura dell'acqua.

Mentre si fa la doccia, o quando vengono utilizzati contemporaneamente altri rubinetti.

Le valvole termostatiche comunque, devono essere integrate in un impianto adeguato (con accumulo) nonostante il loro tempo di intervento della regolazione della temperatura sia molto veloce.

Rubinetti per la cucina: funzionali e con stile

Se il lavello della cucina deve essere comodo il rubinetto deve risultare il valore aggiunto della comodità, altrimenti come fa il lavello ad essere comodo, pratico e funzionale?

Il tubo lungo semicircolare è molto utilizzato, comodo, pratico, capace di offrire uno stile sempre unico ed originale.

Unisce l'utilità della praticità e il dilettevole dell'esigenza estetica, quello che serve per rendere un oggetto apprezzabile, bello, che piace.

Il tubolare semicircolare può avere diversi disegni, tubo tondo, profilo piatto, stile antico o moderno, senza contare che le diverse finiture dei diversi materiali fanno assumere ulteriori aspetti, quindi ampliano ulteriormente la scelta.

Rubinetti della cucina funzionali al lavello

Come dev'essere il rubinetto della cucina ? Funzionale al lavello.

Come procedere nella scelta?

  • Che sia pratico da usare.
  • Che ti soddisfi dal punto di vista estetico.

    Se è comodo lo comprendi subito, se trovi che si integra bene come elemento di arredo nel lavello significa che ti piace. Et voilà.

  • Singola impugnatura con miscelatore o doppia con acqua calda e fredda separata ?

    Se ti capita spesso di andare fretta forse il miscelatore è la soluzione migliore, puoi gestire facilmente il giusto grado di temperatura dell'acqua azionando un solo rubinetto invece che due.

  • Altri rubinetti invece sono dotati di doppia impugnatura, esteticamente ed inevitabilmente si richiamano al passato, quando il miscelatore era ancora lontano a venire, il fascino del passato che puntualmente nel futuro ritorna.

    Indicativamente, il miscelatore è più delicato del buon vecchio due rubinetti, tuttavia data la grande produzione degli ultimi decenni anche il gruppo erogatore dei miscelatori ha raggiunto livelli di durata e resistenza notevoli.

  • Anche con una certa fretta non si possono comunque attribuire eventuali ritardi all'utilizzo del doppio rubinetto, se l'impianto idraulico funziona a dovere miscelare acqua calda e fredda non è certo difficile.

Robusti, solidi, precisi, durevoli; una comoda e bella impugnatura e il rubinetto è sempre pronto da utilizzare.

Particolarmente interessante anche la soluzione del rubinetto pieghevole a parete o installato sul lavello, che permette di riempire con facilità le pentole anche quando già sul fornello in quanto il braccio si sposta nello spazio adiacente.

Rubinetti per il bagno: doccia, vasca, lavabo, bidet. Parola chiave: praticità.

La rubinetteria del bagno apre un nuovo capitolo in quella che è la scelta.

Il miscelatore della doccia unisce la praticità alle caratteristiche specifiche del rubinetto.

L:'importanza di farsi la doccia potendo miscelare con velocità e precisione la temperatura dell'acqua, permette di godersi un momento di relax come si deve e risparmiare tempo nonché acqua.

Tempo e acqua che sarebbero inutilmente sprecati se ci si dovesse impegnare per trovare la giusta miscela di acqua calda e fredda.

  • Soprattutto in inverno: ha senso miscelare acqua calda e fredda, quando in pratica hai bisogno solo di acqua calda?

    Perché allora non mantenere la temperatura dell'acqua dei sanitari nella caldaia impostata a 40°?

    In questo modo devi solamente aprire il rubinetto tutto sull'acqua calda, che verrà erogata ad una temperatura ideale per farti la doccia.

    Risparmi tempo, acqua, energia. Pensaci.

Ogni volta che il rubinetto è aperto l'acqua scorre e si consuma. Non la sprecare.

Rubinetti per la vasca da bagno

Per la vasca da bagno altro non immagino meglio del doppio rubinetto, quasi un must.

Il piacere del bagno, il piacere di prendersi il tempo necessario al personale relax dell'igiene personale.
Con calma, il bagno non va di fretta.

Apri il rubinetto dell'acqua calda, magari azionato da una leva, poi l'altra per l'acqua fredda, e la miscela inizia per trovare quella che è la tua temperatura ideale dell'acqua.

Miscelare l'acqua quando si prepara il bagno nella vasca, è un'operazione che merita un po' di tempo.

Un po' di più.

Rubinetti del lavabo

Lavabo. Anche i due rubinetti possono andare bene per chi preferisce questo tipo di estetica, io ad esempio.

Non trovo particolarmente eclatanti le soluzioni spesso utilizzate nel capitolato, di fare tutti i rubinetti uguali per le diverse soluzioni: lavabo, doccia e bidet.

Almeno nelle case di medio prezzo, il cui valore comunque non è certo poco: uno sforzo economico in più da parte dei costruttori sarebbe apprezzato anche per personalizzare la rubinetteria non solo per gli appartamenti di lusso.

Per il lavabo preferisco due rubinetti, con belle impugnature, che ti riempiono la mano quando li usi: a croce, rotondi, a leva, ci sono soluzioni davvero ottime.

Rubinetti per il bidet

Nel caso del bidet il miscelatore rappresenta probabilmente la soluzione migliore, permette di trovare rapidamente e con la solita precisione la giusta temperatura dell'acqua.

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.